30/06/2009

De no haber llegado a ser un cantante de opera, tal vez serìa un médico: entrevista de Carreras en Oporto

In occasione dell'investitura Honoris Causa presso l'Università di Porto, Josep Carreras rilascia questa intervista, pubblicata dalla stampa portoghese, di cui Maria ha offerto la traduzione in inglese. Ma prima: VIDEO TIME


----------------------------------------------------------

SHOULD I NOT BE A TENOR I WOULD BE A DOCTOR!

José Carreras does not intend to abandon opera completely, though in recent years he has slowed down the pace. This and other revelations are made by the Catalan tenor during an exclusive interview, given to Jornal de Notícias (JN).


2009-06-24 ISABEL PEIXOTO


JN - It is true that you will abandon the major Opera productions?

JC - I will not precisely leave Opera productions. I will be ready to join an opera production when the right opera appears together with the right circumstances and the right theatre. Before I retire, I will certainly be present in an opera production. That is certain. In fact, what I did these past four years was to slow down and to focus in concerts with orchestra and in recitals with piano. And this is what I will mostly do. But I do not exclude the possibility of an opera.


JN - What contribution did You give to opera in Spain and in the world?

JC - I was part of a period - the 70 and 80 decades - during which in Spain opera became increasingly popular, because there were special circumstances. By that time there was then an extraordinary group of international singers such as Caballé, Giacomo Aragall, Alfredo Kraus, Berganza, Plácido Domingo. It was a group of very popular opera singers in international terms and that gave opera and classical music in general a good boom. I was lucky enough to have been part of this group. That was my contribution.


JN - Would your life be different without the "Three Tenors" phenomenon?

JC - You never know, but I can say that our concerts were a very special experience for us all. We had the opportunity to share the stage with people whom we very admired. We were all lovers of the tenor voice. For me, being on stage with Placido and Luciano was a special experience. Then, over the years, what in the beginning was professional respect has become a very close friendship. I have only good memories of that time, the rehearsals, the travelling ...


JN - Did you sing with Placido Domingo again, after Pavarotti passed away?

JC - We sang together just once, last year, in Petra, Jordan. It was a tribute to Luciano, it was in his memory. There were other artists involved and I and Plácido we performed separately individually, but we also sang a duet in memory of Luciano.


JN - It is true that you used to sing in the bathroom, when you were a kid?

JC - Everybody does it. Don't you? (laughter)

JN - Better not answer to that ...

JC - But it is true, we all do it.


JN - By that time, you had been listening to Mario Lanza singing "La donna è mobile" in the movie "The great Caruso" ...

JC - Yes, yes, it is true. I was only six years old, but probably already had a kind of intuition for music and for singing and began to sing at home. In the bathroom ... I had to lock myself in the bathroom because my brother insisted that I should do so. They thought I was very persistent.


JN - Didn't they had faith in you?

JC - They did but later. At the time, I was just very annoying.


JN - Do you still remember when you sang for radio, with eight years old?

JC - Yes, that must have been in ... 1955, probably. I still remember. It was Christmas time. There was a popular program to raise funds for children in need and someone invited me. I sang two pieces and one was "La donna è mobile."


JN - Was it then that you started to enjoy Verdi?

JC - I was able to start very young listening to opera recordings with great artists and great tenors, in particular. Was familiar with this type of music when I was still very young.


JN - But aren't Verdi and Puccini you favourites?

JC - I suppose I sang more Verdi and Puccini than other composers, but of course I enjoy many others, not only as singer but as an opera lover. Mozart, Bellini ... But of the 27 operas written by Verdi, sang at least 24, so it is something very close to my voice and my way of feeling the music. And it is always a challenge, because it is very difficult to sing Verdi. Because it is very demanding for the singers and I think if a person can sing Verdi, he can sing anything else.


JN - How do you remember Maestro and friend Herbert von Karajan?

JC - He was a genius, a genius of music. Had an absolutely amazing talent. I must say he was someone who was a good help to the singers. He respected very much the artists, the voices. I had with him a 14 years relationship and consider myself very fortunate to have had the opportunity to work with him.


JN - Who is José Carreras off the stage?

JC - I am a citizen like any other. I am concerned with society, with politics, with so many things that happen every day. Basically, I am a person who enjoys reading, who enjoys listening to music. Not just classical. I like to listen to any type of music provide it has a certain standard of quality.


JN - Do you like fado?

JC - Yes, very much. Oh, yes. Oh, yes, very much. Fado is a very intimate form of expression: passionated and nostalgic, at the same time. And seems to really be coming out from the artist. And from the heart.


JN - What will the successors to Pavarotti, Domingo and Carreras be?

JC - I think there is a range of very good tenors in the all world. We have people like Juan Diego Florez, Kaufmann, Alagna, a group of great voices and wonderful artists.


JN - Do you feel the need to be singing always, as when you were a child?

JC - Well, now I see things more from a professional point of view . But if I'm free for a few weeks and do not have professional commitments, I sing as I used to do before. I sing, for instance, the last song I heard on the radio. And not necessarily, Opera or classical music. Can take a music of Tom Jones and sing it. On my way, of course, and with pleasure.


JN - Are you a fan of the Barcelona?

JC - Yes, 90% of football fans in Catalonia are Barcelona supporters. The proof is that we have 165 thousand or 170 thousand members in the Barcelona Football Club and the Espanyol has only 20 mil. So, therefore, the Barcelona is the number one club in Spain and, probably, the biggest in the world.


JN - Should you not be a tenor, what would you be?

JC - Who knows? It is difficult to say. Probably, someone whose occupation would be related to some kind of art. I would express myself by some kind of art. But now, after the experience in my life, in the last 20 years, I would probably be a doctor.

--------------------------------------------------------------------


Se siete arrivati fino a questo punto vi sarete accorti che ho evidenziato le frasi chiave di questa intervista, così da riprenderle un pò.

Si comincia con il ribadire l'adesione sicura ad un progetto operistico prima di concludere la carriera, aspettando le circostanze adeguate: tempo fa si era sbilanciato nominando progetti per l'Opera di Vienna, attenderemo ulteriori od eventuali conferme.

Il suo contributo nell'opera in Spagna coincide con il rientrare nel gruppo di cantanti spagnoli con maggior popolarità, Josep cita Montserrat Caballé, Teresa Berganza, Jaume (Giacomo) Aragall, Alfredo Kraus, Placido Domingo: sono gli stessi di quel medley in occasione dei Giochi Olimpici, manca all'appello solo il baritono Joan Pons, il quale riceverà con Carreras la Medaglia d'Oro del Liceu del 2009, come anche il quotidiano La Vanguardia non ha mancato di rimarcare.

L'esperienza dei Tre Tenori è sempre ricordata con grande affetto: mutuo rispetto che gradualmente si è trasformato in un'amicizia affiatata. Dopo la morte di Luciano Pavarotti, Domingo e Carreras hanno cantato insieme a Petra "Non ti scordar di me" in occasione della commemorazione dell'amico, lo scorso ottobre.
Rivela di cantare sotto la doccia, come la stragrande maggioranza degli esseri umani, e che durante l'infanzia, questo suo ostinarsi a cantare senza interruzioni, ha suscitato la reazioni dei familiari, specie del fratello che gli ha consigliato caldamente di chiudersi in bagno. Solo in seguito lo hanno sostenuto con grande convinzione.
Verdi e Puccini sono i compositori che più volte ha rappresentato, ma non sono gli unici che ama: menziona Mozart, Bellini... come cantante e come amante dell'Opera, ma tra tutti spicca il nome di Verdi, di cui ha interpretato ben 24 opere su 27: se Verdi rientra nelle tue corde, puoi cantare tutto.
Herbert von Karajan, un genio: aveva molto rispetto e cura delle voci! Molti a leggere queste parole storgeranno il naso, sono pronta a scommetterci, ma questo è quanto, secondo Carreras.

Fuori dal palco, una persona comune, che si interessa della quotidianità, della società, della politica, che ama la lettura e la musica di qualità, non solo classica.

I successori di Pavarotti, Domingo e Carreras? Josep cita tre tra i cantanti più quotati delle ultime generazioni... Florez, Kaufmann e Alagna... ma non sono sicura che volesse dire che questi saranno i nuovi tre tenori: lui lo sa, e anche loro lo sanno... non ci saranno altri tre tenori.

Utopicamente, io... Luvi, nella mia formazione schiererei:
Rolando Villazón o Jonas Kaufmann, Juan Diego Flórez e Joseph Calleja.

Ma non ci saranno altri tre tenori, ed è giusto così.
Un estimatore del Fado, un uomo che in momenti di "vacanza" canta anche l'ultima canzone che ha sentito per radio, un grande fan del Barça... forse il più grande club del mondo, sicuramente il primo in Spagna. Un uomo che se non fosse stato un grande cantante d'opera, probabilmente avrebbe impiegato la propria sensibilità in un altro campo artistico... ma alla luce della sua esperienza forse sarebbe diventato un medico.

Eh... caro Josep... anche io sono un medico mancato! Per chi non lo sapesse, volevo fare Medicina, come mio papà. Poi il destino mi ha portata altrove. Ad ogni modo, il mondo non ha perso molto, anzi... ha guadagnato una delle voci che hanno segnato la storia...e una futura esperta in lingue straniere, si spera.

25/06/2009

Medalla de Oro 2009 del Liceu a Josep Carreras

Da trent'anni non si assegnava questa distinzione, ma nel 2009 il Gran Teatre del Liceu ha recuperato questa tradizione e premia con la Medalla de Oro 10 grandi esponenti del canto lirico, tra cui brilla il nome del nostro tenore, Josep Carreras, premiato all'unanimità dalla Commissione Esecutiva del grande teatro barcellonese.


Il Liceu ha deciso di assegnare altre nove medaglie d'oro, compreso il mezzosoprano russo Elena Obraztsova, la cui carriera internazionale è giunta al termine dopo aver vinto al Liceu il concorso Francesc Viñas negli anni settanta, così come il presidente del concorso, Maria Vilardell.


Saranno inoltre assegnati i slovacco soprano Edita Gruberova, che ha debuttato in teatro nel 1978, il catalano, e l'ungherese Eva Marton, con una vasta carriera artistica presso il Liceu, così come Dolora Zajick, mezzosoprano americano, specializzato nelle opere di Verdi, molti dei quali interpretati proprio a Barcellona.
Il presidente onorario di La Caixa e il presidente del Patronato del Liceu, Josep Vilarasau, è anche tra i vincitori per il loro sostegno durante il processo di ricostruzione del teatro, che è stato assegnato al Presidente della Società della Grande Teatre del Liceu, Manuel Bertrand.

Bertrand si distinguerà per il suo ruolo come interlocutore con le istituzioni pubbliche per consentire la ricostruzione dell'edificio dopo l'incendio che ha distrutto il Liceu nel 1994, oltre a incoraggiare la creazione del Consorzio e la Fondazione del Teatro di Barcellona.

Medaglie d'oro anche per due artisti che iniziarono la loro formazione nel teatro: il baritono Joan Pons, che all'inizio faceva parte del Coro della Liceu, e la ballerina Maria de Avila, che ha iniziato a studiare danza classica a 10 anni nel teatro, per diventare la prima ballerina della Compagnia di Danza del Liceu nel 1939.


La consegna delle medaglie si svolgerà il 1 ° ottobre, una settimana prima del decimo anniversario della rinascita del teatro Liceu pubblico, dopo l'incendio del 1994.
ENHORABONA
Josep

24/06/2009

Josep Carreras riceve la laurea Honoris Causa dall'Università di Porto

Josep Carreras ha ricevuto oggi una laurea honoris causa presso l'Università di Porto, in Portogallo, per il suo lavoro nel campo della carità, il sostegno per la scienza e il contributo alla medicina nella lotta contro la leucemia.


Il direttore della Facoltà di Medicina, Agostinho Marquès ha dichiarato di vedere in Carreras "un esempio eccezionale di presentare la comunità accademica".

Il cantante è stato onorato con il titolo di "dottore honoris causa, da 12 università provenienti da dieci paesi, tra cui Spagna, Stati Uniti, il Regno Unito e in Germania.


Durante la sua permanenza a Porto, Carreras parteciperà anche al gala commemorativo del 50 ° anniversario del Hospital de Sao Joao, che si svolgerà questa sera, al fine di ottenere finanziamenti per costruire un nuovo centro medico pediatrico a nord del Portogallo.


Altri articoli:










AVUI.CAT riporta questa notizia con un articolo: grazie Joaquim!


Josep Carreras rep el doctorat "honoris causa" de la Universitat de Porto


El cantant ha estat distingit amb aquest títol per 12 universitats de deu països


El tenor català Josep Carreras ha rebut avui el doctorat "honoris causa" de la Universitat de Porto per la seva "obra en el camp de la beneficència, suport a la ciència i contribució a la medicina en la lluita contra la leucèmia".

Segons la institució portuguesa, l'atribució d'aquest títol es deu a una proposta secundada per tots els professors catedràtics de la Facultat de Medicina de Porto, per la "notable obra de la Fundació Internacional Josep Carreras per la lluita contra la leucèmia" en suport a la ciència i com a contribució a la medicina.


El director d'aquesta facultat, José Agostinho Marquès, ha declarat que veu en Carreras "un exemple excepcional per presentar a la comunitat acadèmica". Carreras va crear la fundació que duu el seu nom el 1988, un any després que li fos diagnosticada aquesta malaltia.

L'objectiu de la fundació és trobar una cura a la leucèmia, donar suport als malalts, així com promoure la investigació científica.


El cantant ha estat distingit amb el títol de "doctor honoris causa" per 12 universitats de deu països, entre ells, l'Estat espanyol, els Estats Units, el Regne Unit i Alemanya.

Durant la seva estada a Porto, Carreras també participarà a la gal·la commemorativa del 50è aniversari de l'Hospital de Sao Joao, que tindrà lloc demà a la nit, amb l'objectiu d'assolir fons per construir un nou centre mèdic pediàtric al nord de Portugal.

17/06/2009

Fa un any: Carreras cantava un magnífic recital al Liceu per celebrar els 50 anys de la seva trajectòria artistica

... è passato già un anno. Ma voi ve ne siete accorti? Era il 17 Giugno 2008. Un anno fa al Gran Teatre del Liceu di Barcellona si celebrava il cinquantesimo anniversario di carriera del tenore di casa, Josep Carreras.


E se ci ripenso, mi ricordo che alternavo lo studio a leggere tutti gli articoli, a guardare video che parlavano di questo recital, e dell'esposizione allestita nel Foyer, con centinaia di fotografie, le lettere, i diplomi del conservatorio, l'inalatore, i costumi di scena, quanto di più vario poteva caratterizzare cinquant'anni di professione dedicata all'arte. Diciamo pure che studiavo nel tempo libero




Ed io che, a saperlo prima... accidenti, esistesse il potere del teletrasporto! Ma in realtà ero inchiodata nell'afosa città a leccarmi le ferite di un cielo che alternava tuoni, fulmini e piogge torrenziali, il cielo di Monza la notte del 13 giugno... quel sogno che mi avevano portato via sotto il naso. Vi assicuro che sono grosse delusioni. Si sta male. Ma poi... un mese dopo, vi ho già raccontato quanto sia stato meraviglioso.

Ma rimaniamo concentrati su questo 17 giugno: el dimarts 17, come sentivo ripetere continuamente. Al Liceu i a la platja... la spiaggia di Sant Sebastià a la Barceloneta, in cui Josep avrebbe poi offero una canzone per coloro che avevano seguito il suo recital lì, attraverso lo schermo gigante: tancar els ulls, mirar la platja i escoltar la musica de Josep Carreras. Non è come dirlo.


Vi va di rivivere un pò quell'atmosfera insieme a me?

Ecco qui, il primo video da vedere.

E qui il secondo.

Tanta, tantissima carne al fuoco che lasciava filtrare il profumo di questa atmosfera così speciale... il recital, l'esposizione, la platja de Sant Sebastià... e questo documentario, che ripercorre nel vero senso della parola, i cinquant'anni.

Si tratta di un documentario straordinario, in cui Josep sembra quasi lasciarci entrare in casa sua, che in questo caso è proprio il Liceu, per raccontarci che cosa significa aver vissuto cinquant'anni di carriera alle spalle, sanciti dal legame indissolubile con questo Teatro, che lo ha tenuto a Battesimo, e lo ha accompagnato in tanti dei momenti più importanti della sua vita.

Ma non solo Carreras... in tanti qui raccontano questi anni, raccontano cosa si prova ad averli vissuti al suo fianco: c'è il nipote, M° David Giménez, Montserrat Caballé che a tratti non trattiene l'emozione, Placido Domingo, Zubin Mehta, l'ex direttore artistico del Liceu... tanti... ma soprattutto lui Josep Carreras.










Era inutile che ve lo raccontassi io. Toccava a lui, quali parole migliori delle sue, di quelle della Montserrat che racconta diversi aneddoti, Domingo che rievoca momenti incredibilmente divertenti, risate e lacrime di commozione... insomma, il più serio era David Giménez! Scherzo, ovviamente. La sua voce brilla da quella Donna è Mobile cantata da piccolo, fino a Sly, passando per tanti, tantissimi altri momenti indimenticabili di bellezza artistica allo stato puro.


Ma questo recital allora? Ma come si può raccontare un recital? Io non sono capace! Vi posso dire che io ero collegata via internet con Ràdio Musica Catalunya e che ho ascoltato quasi tutto il recital in diretta finchè non l'ha trasmesso TV3, tagliando qualche pezzo che io ricordavo perfettamente di aver sentito.



Vedevo negli occhi di Josep una grande emozione, grandissima... e tutto il suo pubblico la respirava. Noi la respiravamo.


E l'emozione di questo pubblico si può riassumere con questi due interventi, che il mio amico carrerista Joaquim ha scritto sul suo magnifico blog, IN FERNEM LAND. Penso che siano un must per ogni fan di Josep Carreras, quando li avevo letti io mi avevano riempito il cuore, i migliori omaggi, documentati ma emotivi allo stesso tempo, che si possano rendere a un artista che si ama.


El meu tenor: JOSEP CARRERAS

Qualsevol nit pot sortir el sol


E ora vi lascio a lui, con questo magnifico recital, con il Liceu al completo, la tensione dell'inizio, il calore che si intensifica progressivamente, una 'A Vucchella dedicata al pubblico che si trovava sul palco stesso, la pioggia di cartoncini colorati, la Musica Proibita, un'introduzione al piano inaspettata alla fine, le battute di spirito, la comunicazione tra artista e pubblico, e il gran finale alla Barceloneta, con il brano che tutti, tutti desideravano tanto ascoltare.
Buona Visione!

... e ancora una volta...

Gràcies Josep!























16/06/2009

David Giménez dirigerà Sotto il Cielo di Parma

Mi giunge ora la conferma ufficiale dal personale della segreteria del Teatro Regio di Parma, che ringrazio sentitamente per aver risolto un dubbio che mi portavo dentro fin da quando è stata annunciata la data, dato che non si sono fatti nomi di direttori.



David Giménez Carreras


dirigerà suo zio
Josep


e l'Orchestra del
Teatro Regio di Parma


la notte del 14 Luglio 09




Scusatemi l'emotività ma sono molto felice per questa notizia. Considero il M° Giménez un direttore di gran talento, e parlo di talento individuale, che prescinde dal cognome che porta.

Sono felice, felicissima di poterlo vedere dal vivo!

13/06/2009

Ein großer Abend in Zürich mit Carreras!

Di certo non intendevo chiudere definitivamente la questione "Zurigo", tutt'altro: è ancora in corso di trattazione.

Sono veramente contenta dell'incredibile successo che ha avuto il recital di Josep, con il suo pianista Lorenzo Bavaj e mi emoziona leggere l'entusiasmo nelle parole di chi racconta d'aver vissuto intensamente quella serata.

Ringrazio tantissimo l'amica austriaca Susanne, per le sue parole e per aver segnalato questo video.
Vielen Dank für Ihre netten Worte, für die nach diesem Blog und für die uns die Möglichkeit zu leben ein bisschen sich eine besondere Nacht durch dieses Video.
Sorry for my poor German.






Ma abbiamo inoltre una critica del concerto e un'intervista. Grazie Maria!



Una notte speciale, quella di Zurigo.


Josep si sbilancia su diversi aspetti: se deve scegliere una registrazione, tra tutte forse emerge quella del 1982 di Carmen, diretta da Herbert von Karajan con la Berliner Philarmoniker, con la magnifica Agnes Baltsa.

Tra i compositori? Beh, Verdi. Naturalmente il giudizio è diverso per un cantante o per un amante dell'opera... ovviamente c'è il genio di Mozart, poi c'è Puccini, Bizet, Massenet. Però Verdi... è Verdi.

Josep è culé, un accanito fan del FC Barcelona. Gli si chiede se conosce qualche giocatore famoso che ha la passione per l'opera. Josep sorride e afferma di non conoscerne personalmente, ma immagina che ci siano.

La città con il miglior teatro d'opera? Beh, un legame tra architettura e tradizione. Vienna gode di un prestigiosissimo teatro con un'ottima acustica ed un'eccellente orchestra: per ogni artista è un onore cantare a Vienna. Lo stesso vale per La Scala di Milano e il Metropolitan di New York. Ma è il prestigio quello che veramente conta, e a questo proposito Zurigo gode di una piccola gemma. L'Italia conta inotre con il San Carlo di Napoli e La Fenice a Venezia. E l'Inghilterra ha il Covent Garden.

Carreras spende anche qualche parola su Sidney, cui è approdato diverse volte.

Direttori d'orchestra: Karajan in vetta, ma nessuno da dimenticare in quanto è utile anche confrontarsi con punti di vista diversi, con direttori che sentono la musica diversamente da te. Josep ha rispettato tutti i direttori con cui ha avuto modo di lavorare.

I Tre Tenori erano superstars dell'opera? Ma erano i migliori? Beh, la storia dei tenori collezione grandi nomi come Enrico Caruso, Giuseppe Di Stefano, Beniamino Gigli, Jussi Björling, Franco Corelli. Loro, dice Carreras, erano molto popolari, ma questo non vuol dire che erano i migliori.

Il tenore preferito... l'idolo, come ben saprete, è Giuseppe Di Stefano. In quanto alla relazione con Montserrat Caballé, Josep ricorda di aver cantato spesso con lei, una collaborazione intensissima soprattutto negli anni 70 e 80. Senza dubbio era il soprano numero uno e hanno sempre avuto un'intesa reciproca notevole, sia in ambito professionale, sia privato. E' sempre stato un piacere - dice - cantare con lei!

Josep conclude manifestando la speranza di poter partecipare ancora in una, due opere ancora, sempre che le condizioni lo soddisfino, la produzione giusta, il teatro giusto, il direttore d'orchestra giusto, direttore di scena giusto.

12/06/2009

Josep Carreras canta a Taormina al Teatro Antico

Un luglio molto italiano, quello che Josep si appresta a vivere, segnato da masterclass nella maremma toscana, il concerto Sotto il cielo di Parma il 14 e ora si aggiunge la data di Taormina, prevista per sabato 18 di Luglio, nella splendidca cornice ricca di storia e tradizione del Teatro Antico, che già lo aveva ospitato nel 2001.



Come a Parma, il tenore sarà accompagnato dall'Orchestra del Teatro Regio e l'intero incasso verrà devoluto in beneficenza alla Croce Rossa.


I biglietti sono disponibili qui: http://www.boxol.it/Dettaglio-Evento.aspx?E=12402
DA NON PERDERE!!!

10/06/2009

Hampton Court - Zurich: outstanding success! Further news: Honoris Causa Degree by Oporto University; new performances in Zadar, Croatia and Barcelona

Carenza, grande carenza di articoli. Ma a noi che importa? Noi vogliamo sapere in sostanza "come è stato" e non importa che sia un giornale a dirlo... cosa c'è di più genuino dell'opinione di chi l'ha vissuto?


Ecco qui, andiamo con ordine:


London, June 2nd, Hampton Court

Another fabulous appearance by José at Hampton Court on Tuesday - one of thebest I've heard for a long time. He looked and sounded absolutely wonderful. Core 'ngrato and Granada were particularly well delivered and received! Hejust seemed to be on top form smiling and relaxed - something is obviouslyagreeing with him!




Madeline



E c'è un altra voce che ha speso qualche parola sull'esito di questo concerto, accennando a un Carreras meraviglioso come sempre, e a un pubblico che ha mostrato di gradire molto anche i brani eseguiti dall'Orchestra, diretta sapientemente dal Maestro Miquel Ortega.


Zurich, June 8th


Outstanding triumph in Zurich! The Opera House seeemed too little to absorbe the glorious ovations that rewarded Josep Carreras! An enormous tenor who put the House on fire with 16 official pieces and 5 encores! Relaxed and at ease, he was absolutely passionated, vibrant and sensitive from the very beginning till the very end. His marvellous sunny sound was pure velvet and electricity invaded the House! Bravos flew from every corner and and shouts of "Gracias Josep" could be heard during the whole evening. Josep Carreras did not give the audience time to warm up as from the first piece his singing displayed the best of his exquisite artistry. And the audience who had given welcome him with a thunderous ovation, responded by going mad from the first piece. I was absolutely thrilled! Encores: Un Ombra, Core 'ngrato, Granada, Me so 'mbriacato 'e sole, Vierno. Congratulations Josep for this fantastic and delightful triumph in Zurich!!!


Maria



Per chi volesse leggere qualcosa può cliccare qui, ma occorre essere registrati.


BRAVO JOSEP!!!


Non so se immaginate quanta voglia ho di gridarglielo di persona!


Ma si succedono diverse notizie, una dopo l'altra: le nuove date, soprattutto, tra Portogallo, Germania, Croazia. Consultate la colonna di destra per i dettagli.

Il 21 Luglio Josep canterà nella città croata di Zadar, perchè venuto a conoscenza dell'esistenza di una bella città con questo nome, ha immediatamente espresso il desiderio di voler promuovervi il suo disco, Mediterranean Passion, con un concerto, che sarà diretto da suo nipote, Maestro David Giménez, e lo accompagnerà il soprano irlandese Celine Byrne. Per i dettagli, consultate sempre lo spazio di destra delle BREAKING NEWS.

In particolare il 23 Giugno, alle ore 11.30 a.m, Josep riceverà la Laurea Honoris Causa dalla città di Porto, in Portogallo per il suo contributo alla scienza e alla medicina, presso l'Aula Magna dell'Università.
E per concludere: Josep canterà a Barcellona il 12 Luglio per l'inaugurazione della Nave da Crociera MSC Splendida, e apparirà accanto a un'icona del cinema italiano, Sofia Loren. Click here to read more.

05/06/2009

Carreras: Professore a Castiglione della Pescaia

E giunge la conferma della notizia ventilata ormai circa da un mese. Josep condividerà la cattedra con la sua amica e collega Dame Kiri Te Kanawa presso l'Accademia di bel canto Solti Te Kanawa, che ha organizzato tre settimane di formazione canora d’eccellenza: dal 29 giugno al 19 luglio 2009, L’Andana – Tenuta La Badiola sarà palcoscenico delle “masterclasses”.
Intendo dire: riservate a 14 giovani promesse della lirica internazionale, queste tre settimane di formazione canora d’eccellenza vedranno la partecipazione di stelle del calibro di Carreras e di Kiri Te Kanawa, in veste di insegnanti, e avranno come cornice le colline a ulivi e vigneti della Tenuta La Badiola e come palco le eleganti sale dell’antica villa del Granduca di Toscana.



Un’occasione unica per gli ospiti dell’hotel per vivere in diretta queste emozionanti esibizioni canore, per ascoltare in esclusiva i suggerimenti che i grandi maestri rivolgeranno agli alunni e per godere in relax dei gorgheggi che rimbalzeranno fra le mura di L’Andana, sulle note del pianoforte a coda che accompagnerà arie di Donizetti, Rossini, Bellini e Verdi.


L’Accademia è nata a Castiglione della Pescaia in memoria di Sir Georg Solti, il famoso direttore d’orchestra ungherese che elesse la città toscana a sua seconda patria, e in omaggio alla grande soprano neozelandese Dame Kiri Te Kanawa.. Dal 2004 l’Accademia ha formato già un’ottantina di cantanti, voci straordinarie che hanno trovato a Castiglione della Pescaia un’opportunità di crescita per la loro vita artistica e un’atmosfera magica per iniziare una carriera professionale.


A conclusione del corso si terranno due grandi concerti; il primo il 17 Luglio a Castiglione della Pescaia in Piazza Solti e il secondo, il 18 Luglio presso L’Andana, cui farà seguito una cena a inviti, dove i cuochi della brigata di cucina del L’Andana sapranno abilmente celebrare questo grande evento culturale con l’alta gastronomia che contraddistingue un’altra famosa attrattiva del resort, la Trattoria Toscana di Alain Ducasse, meta imperdibile per chi soggiorna in Maremma.


L’Andana è un resort cinque stelle situato nel cuore della Maremma, a Castiglione della Pescaia. Per informazioni e prenotazioni:

L’Andana – Tenuta La Badiola,

58043 Castiglione della Pescaia (GR)

Tel. 0564 944 800


Ma diciamo una cosa: quanto ci piacerebbe assistere a una lezione tenuta da Josep!!? Il mio professore di Lingua Spagnola 2 e Letteratura Spagnola 1 si chiama Giuseppe, però non è esattamente la stessa cosa. Tutt'altro. E ho frequentato comunque tutte le lezioni.

Beati quei 14 aspiranti cantanti lirici, non sanno quanto li invidio.


Spero che qualcosa si possa vedere poi: spero in foto, e in youtube! (Se volete divertirvi un pò guardatevi i masterclass di Pavarotti genuini, come fatti in casa... MITICO PAV!


Ma tornando a noi... lancio uno slogan:


JOSEP CARRERAS

... il Professore che tutti vorremmo avere...

04/06/2009

20.000 Visite!!! Grazie - Gràcies - Gracias - Thank You - Danke - Merci


E siamo arrivati alle ormai più di 20.000 visite.
E' un grande onore per me, moltiplicato per ventimila! Questo blog si dedica a un artista molto cliccato, non trovate? A parte gli scherzi ringrazio davvero tutti:

... quelli che arrivano qui per caso
... quelli che rimangono
... quelli che leggono in silenzio
... quelli che leggono e commentano
... quelli che leggono in silenzio e mi aiutano in privato
... quelli che leggono, commentano, partecipano e mi aiutano
... quelli che non ti immagineresti mai che leggono e poi ti mandano e-mail graditissime per fartelo sapere
... quelli che non perdono mai occasione di incoraggiare la prosecuzione di questa attività
... quelli che... si abbandonano alle emozioni che provano ascoltando Josep Carreras
... grazie al nostro amatissimo tenore!


Mientras haya unos ojos que reflejen
Los ojos que los miran;
Mientras responda el labio suspirando
Al labio que suspira;
Mientras haya esperanzas y recuerdos,
¡Habrá poesía!
(Adolfo Bécquer, RIMAS, Rima IV)

Mientras cante Josep Carreras
¡Habrá poesía!

P.S
Domani vi aggiorno sulle ultime news, promesso! Scusatemi.