25/07/2009

Esta noche en Santarém

E' proprio vero che quest'uomo non si ferma mai. Ieri è arrivato a Lisbona, in Portogallo, per il concerto che stasera offrirà a Santarém alla Escola Prática de Cavalaria, un luogo ideale per un repertorio come quello del tenore.

Carreras, come da mesi a questa parte spesso ribadito nelle conferenze stampa, non rinuncia all'opera: potrebbe anche cantare un'aria d'opera stasera, ma solo come encore. Io ho già qualche sospetto. Carreras sarà accompagnato dal soprano Isabel Alcobia e dalla Orquestra Filarmonia das Beiras.
Il concerto inizierà alle 21.30 (22.30 in Europa Centrale) e offrirà brani come ‘Rosó (pel teu Amor)’ (Josep Ribas), ‘O Marenariello’ (Salvatore Gambardella), ‘Passione’ (Nicola Valente) e ‘Core n’Grato’ (Salvatore Cardillo). Con Isabel Alcobia canterà ‘Die Lustige Witwe, Lippen Schweigen’ (Franz Léhar) e ‘Dúo y Jota’ de El Dúo de la Africana di Manuel F. Caballero.


Per l'occasione, il sindaco di Santarém, Francisco Moita Flores, ha definito Carreras come "un uomo che è patrimonio dell'umanità", con "una voce che è patrimonio dell'immortalità".


Josep afferma nuovamente che intende proseguire ancora (senza rinunciare definitivamente al mondo dell'Opera) per qualche anno con la sua carriera professionale che ultimamente si compone di circa 50 concerti l'anno, offerti e realizzati con grande entusiasmo, quell'entusiasmo che ugualmente lo vede nel ruolo di Presidente esecutivo della sua Fondazione per la Lotta contro la Leucemia.

Pubblico portoghese... preparatevi ad applaudirlo di cuore!




P.S


AVVISO - ATENCION POR FAVOR - PAY ATTENTION PLEASE


Il blog "chiude per ferie" una settimana, la sottoscritta se ne va in vacanza col fidanzato all'Isola d'Elba, in Italia.

L'unica possibilità per leggere review dei concerti di Santarém (stasera, 25.07) e di Calella de Palafriugell, Festival di Cap Roig (01.08) sarà dare un'occhiata nella CBOX nella colonna di destra, se qualche Fedele lascerà link o brevi recensioni.
CLOSED
CHIUSO PER FERIE
CERRADO POR VACACIONES
(26.07 - 02.08)

A partire dal 3 agosto cercherò di recuperare, pubblicando i post relativi a questi due concerti.

Isola D'Elba, immagine.

Buone Vacanze a tutti voi!


W

VIVA

VISCA

CARRERAS

Video del concerto per l'inaugurazione della MSC Splendida

No, non il video di tutto il concerto, che come vi ho già raccontato non si è nemmeno visto tutto in diretta.

Questo brano, che ero riuscita ad ascoltare, era quello che chiudeva il concerto privato di Josep Carreras per il Battesimo di questa nave.

Un omaggio alla tradizione Napoletana, un omaggio a Sophia Loren: Josep Carreras canta Torna a Surriento, accompagnato dalla Sinfònica del Vallès guidata da David Giménez.

Barcelona, 12.07.09


24/07/2009

Josep Carreras en la Cueva de Nerja

Era sempre il 23 Luglio, ma del 2001 quando Josep Carreras aveva cantato prima volta per questo festival, allora per l'inaugurazione, e in quell'occasione aveva dichiarato di voler tornare, qualora lo avessero invitato ancora.

E così è stato il 23 Luglio di 8 anni dopo, quando ormai da veterano, il tenore ha portato il suo pubblico all'estasi collettiva, con le note imprescindibili di Andaluza di Granados. Anche i pipistrelli hanno fatto capolino, quasi lasciassero intendere d'essere consapevoli che si trattasse di un evento molto importante, stalattiti avvolti da un languido vortice di arte meravigliosa.

Josep ha condiviso la scena con il soprano Ofelia Sala e con il suo pianista Lorenzo Bavaj. Un frammento della Bohème di Puccini, El Duo de la Africana di Caballero, e brani non meno conosciuti di Gardel, tra cui suppongo Lejana Tierra Mia, e di Turina sono stati alcuni tra i brani di questo recital dallo scenario suggestivo.

laopiniondemalaga.es e sur.es offrono una review molto emotiva, accompagnata da un'immagine di questo concerto.

23/07/2009

Carreras a Zadar: una benedizione del Cielo

Il ritardo della pubblicazione di questa review del concerto di Zadar della sera di martedì 21 è dovuto all'attesa di autorizzazione di pubblicazione di immagini di un sito di giornale croato che, tuttavia, non è ancora arrivata.
La stampa croata riporta la descrizione di una notte meravigliosa, con lo sfondo suggestivo della Chiesa di S.Maria, lo stesso luogo in cui 6 anni fa, l'amatissimo Pontefice Giovanni Paolo II aveva celebrato una messa.
Questa benedizione dal cielo è stata celebrata sì in terra, ma anche in cielo in quanto splendidi fuochi artificiali hanno concluso la serata.

Josep Carreras, con il soprano Celine Byrne e l'orchestra guidata da David Giménez e in un paio di brani dal direttore Ivan Repušić, hanno portato in Croazia il programma dell'ultimo disco di Carreras, il suo Mediterranean Passion, un programma che parla della musica delle sue origini, quelle mediterranee, tra melodie della tradizione catalana, spagnola, napoletana e italiana come Roso, Granada, Core 'grato e Chitarra Romana.

A sorpresa il tenore si è esibito con un gruppo vocale tradizionale croato Kadena nel brano popolare Kalalarga.

Più di tremila persone hanno applaudito Carreras in questo concerto che, tra programma e gli encores è durato più di due ore.

Nel suo soggiorno presso l'Hotel, il tenore non ha avuto richieste particolari, dimostrando di gradire la cucina locale a base di pesce, verdura e pasta fatta in casa.

Qui sotto i link della stampa croata che ha riportato l'evento:

slobodnadalmacija.hr (news + photogallery)
hrt.hr (news + video)
zadarskilist.hr (news + photogallery)

21/07/2009

Fa 21 Anys al Arc del Trionf: el nostre Josep havia tornat!

21 Luglio 1988 - 21 Luglio 2009


Sono passati 21 anni da quella notte magica, da quel secondo ritorno di cui già mi è capitato di parlare in questo blog, soffermandomi sulla gioia immensa, sull'emotività e sull'emozione di un uomo, di un artista che ha lottato per la propria vita, e che quella sera ne avrebbe alzato la coppa al cielo in segno di vittoria. E non c'è vittoria, non c'è successo più grande di questo.



Che notte dev'essere stata, per lui, per la sua famiglia, per i suoi amici, per coloro che hanno assistito... e chissà che qualcuno di voi non abbia fatto parte di quel pubblico. Io faccio un passo indietro, visto che da quel giorno ho fatto tempo a nascere e a raggiungere la soglia dei 21 anni anche io. Il 1988 è un anno da ricordare, anche per la nascita della Fundació Internacional Josep Carreras, che ha festeggiato 21 anni proprio martedì scorso, 14 Luglio, data del Concerto di Parma.

Io non ero nata, già... ma l'anno scorso, dopo 20 anni da quell'evento, ero passata sotto quell'arco con una grande, grandissima emozione dentro, sapendo cos'era successo lì, proprio lì...e quanta gente c'era.


Inutile soffermarsi a raccontare... lasciamo che sia la musica a rievocare quella grande notte a Barcelona, il ritorno alla vita del Josep "cantante", il secondo debutto di un grande artista, che per miracolo di Dio e per la sua immensa ed esemplare forza d'animo, aveva vinto l'opportunità di far volare la sua voce in alto.
Barcelona, 21.07.1988
Arc del Trionf
Josep Carreras recital
Piano: Vincenzo Scalera

E. Grieg - T'estimo

Scarlatti - Già il Sole dal Gange

E. Toldrà - Cantiçel

Bonnoncini - Per la Gloria d'adorarvi

El cant dels ocells

E. Vives - L'emigrant

F. Mompou - Jo et presentia com la Mar

V. Bellini - Vaga Luna che inargenti

I Capuleti e i Montecchi

F.P. Tosti - Malia

No puede ser

G. Puccini - Nessun Dorma

20/07/2009

Josep arriva a Zara in Croazia: un concerto da lui molto desiderato

Josep saluta l'Italia per giungere nella città croata di Zara con un volo privato, ieri a mezzogiorno circa. Come da lui richiesto un Mercedes S - Class lo è venuto a prendere e portato presso l'hotel Bastion, insieme al nipote David Giménez.

Josep si presenta in versione estiva, con un look molto sbarazzino e giovanile, come si vede negli articoli croati. Tiene il cappello, perchè come afferma egli stesso, per il momento il suo ruolo è ancora quello di turista.



Un concerto fortemente desiderato dal tenore, che oltre ad apprezzare il Maraschino, si è innamorato vedendo le immagini di questa città e ha voluto presentarvi il suo "Mediterranean Passion". Tutto ciò avverrà domani alle ore 22, presso il Forum di Zadar vicino alla Chiesa di Santa Maria, per il quale siamo molto vicini al tutto esaurito e si dice inoltre che, in questo caso, se ci fosse necessità verranno aggiunti dei posti.

Il tenore, come riporta anche la stampa spagnola, ha richiesto espressamente che non si fumi, a partire da sette ore prima dell'inizio del concerto.
Un concerto, quasi come una "Benedizione dal Cielo", visto che sei anni fa venne in visita qui Papa Giovanni Paolo II, un elemento che riempie Carreras di onore.

La bacchetta sarà quella prestigiosa di David Giménez, e il tenore verrà accompagnato dal soprano irlandese Celine Byrne, giunta sabato da Dublino con la madre e qualche amico.

Cliccate per accedere alla pagine hrt.hr per visualizzare il programma del concerto che riporto qui di seguito, e per vedere il video dell'arrivo di Josep Carreras.

Orchestra: L'Arlesienne Suite. Farandole - Georges Bizet
José Carreras: Cançó d'amor i de guerra
José Carreras: Les neus de les muntanyes - Rafael Martinez Valls
Celine Byrne: Toselli-Serenade - Enrico Toselli
José Carreras: Silenzio cantatore - Gaetano Lama
José Carreras: Che t'aggia di - Evemero Nardella
Celine Byrne: Les Filles de Cadix - Léo Delibes
Orchestra: Cavalleria Rusticana . Intermezzo - Pietro Mascagni
José Carreras: Rosó - Pel teu amor - Josep Ribas

José Carreras: O Marenariello - Salvatore Gambardella
José Carreras: Passione - Ernesto Tagliaferri
Celine Byrne: Lu Cardillo - Giuseppe Saverio Mercadante
José Carreras: Vurria - Furio Rendine
Orchestra: La Boda de Luis Alonso. Intermedio - Jerónimo Giménez
Celine Byrne: El Nino Judio "De Espana Vengo" - Pablo Luna
J.Carreras & C. Byrne: El Dúo de la Africana "Dúo y Jota" - Manuel F. Caballero
José Carreras: Core n'grato - Salvatore Cardillo

La voce di Carreras illumina anche la notte di Taormina

Tanti, tantissimi annunci relativi a questo concerto, moltissimo interesse... articoli su articoli, moltissime visite su questo blog per dettagli e biglietti. E ora? Per il momento un solo articolo.

gazzettadelsud.it articolo di Matteo Pappalardo

Si annunciava una notte magnifica, nella splendida cornice del Teatro Antico in Taormina, e le promesse sono state mantenute: la voce di Carreras risplendeva anche sotto il cielo di Taormina, accompagnato per la seconda volta, dopo il trionfo parmigiano di martedì 14, dall'Orchestra del Teatro Regio di Parma, sotto la magistrale battuta di David Giménez Carreras

Stesso tenore, stessa orchestra, stesso direttore, un altro grande successo ma... un'altra cantante al suo fianco: la grande Sabina Puértolas, la quale ha regalato grandi momenti lirici.

L'articolo menziona la assenza di brani di repertorio lirico: sinceramente mi viene da sorridere, se ricordo che in ogni articolo che ho letto riguardante a questo grande evento in Sicilia si diceva "non mancheranno brani di repertorio operistico"... un pò incoerente, non trovate? Ad ogni modo, se il programma è stato lo stesso che il tenore ha proposto nella Pilotta di Parma, allora non è senz'altro mancato il gran finale operistico, ovvero il Brindisi della Traviata, che ha fatto esplodere, infiammare il pubblico... noi.

La proposta, come a Parma, ha spaziato dalla zarzuela, alle canzoni catalane, a quelle di tradizione italiana e napoletana, e all'operetta viennese, senza dimenticare grandi geni come Johann Strauss II.

Si rimarca in quest'articolo l'esperienza, la maestria, il carisma, e -aggiungo io- l'impeccabilità della battuta del nostro David... David Giménez e il prestigio di una grande orchestra come quella del Teatro Regio di Parma: la Revoltosa" di Chapi, l'intermedio da "La Boda de Luìs Alonso" di Gimenez e la famosa Ouverture dal "Pipistrello" di Johann Strauss sono state le occasioni per dimostrare quanto affermato.

Sabina Puértolas... una disinvoltura, una personalità vocale e una presenza scenica che deve aver impressionato e incantato tutti, attraverso l'esecuzione dei brani la "Canción de la Paloma" di Barbieri e "Me llaman la Primorosa" di Jerónimo Jiménez), e poi, nella seconda parte,della celeberrima aria di Vilja da "La vedova allegra" e della splendida "Les Filles de Cadix" di Delibes.
Ora che leggo bene il giornalista parla di tre encores, mentre a Parma erano stati quattro... che il Brindisi sia stata un'esclusiva di Parma? Beh in tal caso... mi sento molto, molto onorata e mi sento di parlare per tutti quelli che occupavano il Cortile della Pilotta, la sera del 14 Luglio.

Un legame particolare, quello che lega il tenore alla Sicilia: riscontra affinità tra catalani e siciliani, quasi "cugini" in merito a passionalità, per non dimenticare che la Sicilia è anche terra natale del suo idolo, il grande tenore scomparso l'anno scorso, Giuseppe Di Stefano.
Un grande ritorno, dopo 8 anni, quello di Josep Carreras a Taormina.

15/07/2009

Carreras sotto il cielo di Parma: ancora una volta nella notte splendeva un raggio di sole

La Gazzetta di Parma, nel numero di oggi parla di cuore, "Gioia e reciproco amore", questa la relazione che lega il tenore catalano alla città di Parma: ieri sera la sua voce ha tuonato con la massima dolcezza, incantando ed infiammando il pubblico presente nel cortile del Palazzo della Pilotta. Foto del concerto qui. (foto di Marco Vasini, pubblicate da parma.repubblica.it)

Di solito, ad ogni data, sono qui, buona, ad aspettare che qualcuno dia notizie, e stavolta non potete immaginare la soddisfazione che provo nel poterle gridare io, personalmente, in quanto testimone del miracolo artistico che migliaia di persone hanno ammirato ieri sera.

Il tenore, dopo l'esibizione a bordo della MCS Splendida di domenica sera, lunedì era già a Parma, pero incontri e prove, durante le quali, mi è stato riferito, fosse particolarmente di buon umore, fatta eccezione qualche perplessità momentanea sull'acustica.

Se avessi saputo che sarebbe arrivato a Parma già lunedì... e invece io l'ho saputo solo ieri pomeriggio al mio arrivo con Daniele.

Non me ne rendevo nemmeno conto.


Verso le 5 del pomeriggio, con una calura a dir poco asfissiante, ci siamo recati presso il lato destro del cortile della Pilotta, "perchè Josep ieri è entrato da lì, e stasera ripeterà le prove". Così ieri pomeriggio mi era stato riferito da voci fidate. A quell'ingresso sono stata raggiunta da tante persone, tutte donne, che visitano regolarmente questo blog, alcune delle quali nemmeno m'aspettavo di trovare. Italia, Portogallo, Austria e Germania si incrociavano comportando un'alternanza di ben 4 lingue e suscitando in me un lieve imbarazzo: devo migliorare il mio inglese.

Ero a dir poco incredula, vedendo che così tante persone mi conoscessero e apprezzassero così tanto il mio "lavoro" su questo blog, gente che mi visita assiduamente che diceva "Ah, Luvi!! Il tuo blog è fantastico"... non potevo crederci.

Ci si aspettava l'ingresso, da un momento all'altro di David Giménez, che doveva provare con l'orchestra del Regio, ma improvvisamente è giunta una macchina con i vetri oscurati dietro: da lì sono scesi David Giménez, Josep Carreras e Mario Dradi... sì, Mario Dradi. Tempo di scendere, senza voltarsi sono entrati subito con molta premura, cosa che momentaneamente scontentato molte tra le presenti, e ha lasciato me incredula davanti all'attimo che è fuggito: "E' David... dietro Josep... che bei capelli che ha, e gli occhiali da sole...ma quello è MARIO DRADI?" tempo di sviluppare questo pensiero e poi puff... spariti.

Le circostanze ci hanno impedito di poter assistere alle prove come le altre avevano potuto fare il giorno prima, così che siamo rimaste fuori ad ascoltare, ma già da prima, Daniele ed io, avevamo dato inizio al "TOTO CARRERAS: cosa canterà stasera?". Non vi nascondo che molte, molte, le avevo indovinate. E fuori cantavamo anche noi, con lui, con loro, fino alle 8, quando ognuno è corso nuuovamente in albergo a cambiarsi.

Cambio d'abito e nuovamente alla Pilotta: la macchina era ancora lì. Contenta di godere di una visuale soddisfacente, mi metto a sedere, definisco gli ultimi dettagli con Maria, compagna insostituibile della mia "missione" ed attendo l'inizio del concerto.

Si stava bene, sotto il cielo di Parma, coccolati da una brezza divina. Il pubblico accoglie immediatamente l'ingresso dell'Orchestra del Regio, seguito dopo un pò da quello di David Giménez... applauditissimo, impeccabile, preciso e tremendamente espressivo, sembrava che la musica prendesse vita dai suoi movimenti, una musica nella prima parte dalle note prevalentemente iberiche con la "Revoltosa", l'intermezzo de "La Boda de Luis Alonso" e nella seconda parte note viennesi di Johann Strauss II con l'overture della "Fledermaus". Un direttore affascinante, che ti cattura, il cui talento va ben oltre il cognome che porta.

E se è vero che è più probabile che i fan si spostino da uno stato all'altro per il tenore, piuttosto che per il direttore, coloro che si spostano per il tenore, consapevoli del talento del direttore si sposteranno ancora più volentieri.

Un concerto dotato di una struttura concettuale ben precisa: una prima parte iberica, e una seconda italiana, in cui spiccava la presenza di un soprano per parte: l'andalusa Ruth Rosique che ha interpretato arie famose della Zarzuela "El barberillo de lavapiés" "Canción de Paloma" e "Me llaman la Primorosa" del "Barbero de Sevilla"; Gladys Rossi ha espresso il proprio talento nella seconda parte, quella italiana, senza rinunciare a un pò di humor, evidente nei suoi atteggiamenti con il primo violino dell'Orchestra del Regio, cantando "Tu che m'hai preso il cor", dall'operetta di Lehar, Il Paese del Sorriso, forse più internazionalmente riconosciuta come "Dein ist mein Ganzes Hertz", il brano romantico "Il Bacio" di Arditti.

Josep Carreras è entrato al termine del primo brano eseguito dall'orchestra e dopo l'invasione di applausi che l'ha accolto, ha dato il via con "Lejana Tierra Mia" di Gardel, con l'introduzione magistrale del primo violino dell'Orchestra del Regio, seguità da Rosó... quelle sono emozioni, ve l'assicuro: non era la prima volta che la sentivo dal vivo, ma questo brano ha un ascendente molto particolare su di me, tale da riempirmi il cuore e farmi venire gli occhi lucidi, come è successo ieri sera: "i a tothora et cantaria, una canço pel teus ulls"... sì, era proprio così, lui cantava ai miei occhi, che rispondevano brillando di commozione. "Ya mis horas felices" de la zarzuela "La de Soto del Parral", che non conoscevo.

Dopo l'ardore musicale de La Boda de Luis Alonso, il tenore con Ruth Rosique ha concluso la prima parte del concerto con una magistrale, ai limiti della perfezione, esecuzione del Duo de la Africana, in cui spiccava la notevole e, a tratti sensuale, disinvoltura del soprano andaluso opposta al contegno velato d'ironia del tenore, che ha raggiunto il culmine nel finale del duo, un'ironia che, da quanto m'è stato raccontato è stata particolarmente efficace durante la prova di Lunedì sera.

Pausa, intervallo tra una parte e l'altra, che mi ha consentito di aggirarmi nei pressi dei camerini, esprimendo il mio incredibile entusiasmo per la straordinaria qualità di questa prima parte iberica in compagnia, ascoltando i vocalizzi del soprano Gladys Rossi. Ero a dir poco incantata da quella prima parte.

Seconda parte introdotta dal brano per orchestra di Johann Strauss II, un'esecuzione incredibile, in cui Giménez ha dato per la terza volta brillante prova del suo straordinario talento. BRAVISSIMO DAVID!!

"Silenzio Cantatore", con questo brano Josep introduce la seconda parte del concerto, quella per molti "più familiare", quella che faceva respirare "aria di casa", una successione quasi a clymax, con "Passione", "Vurria", il duo "Tace il Labbro" dall'operetta "La Vedova Allegra", brano forse più noto con il titolo tedesco di "Lieppen Schweigen", e un finale da Brivido con Core 'ngrato.

Brani, tutti questi in cui Josep appariva come... in gergo giovanile noi ragazzi italiani diremmo "lanciato", ovvero "carico", colmo d'entusiasmo, in cui le note più alte non venivano per niente affrontate come un'ostacolo. La voce di Carreras dolcemente bruciava di passione, incendiando i cuori di tutti noi che eravamo lì a sentire.

Ovazioni ripetute, accompagnate da battiti di piedi... il pubblico era in pieno delirio, ed io con loro. Sono fiera di questo concerto, particolarmente fiera in quanto, più della volta scorsa, il pubblico italiano si è comportato da "italiano", non ha rinunciato a mostrare la propria stima, gratitudine, il proprio affetto e l'approvazione piena per questo concerto. In quel momento, anche se il mio cuore si è sentito a casa, durante la prima parte del concerto, quella a toni catalani e spagnoli, mi sono sentita orgogliosa di essere italiana.

Come tentare di placare questo pubblico impazzito d'entusiasmo? Semplice, con quattro bis. David Giménez ogni volta rientrava suggerendo dei numeri con le mani.

"Chitarra Romana", un "Torna a Surriento" cantata dal Soprano, un'immancabile "Granada" e... attenzione... il BRINDISI DELLA TRAVIATA: dopo quattro note il pubblico di Parma è esploso in un boato di approvazione, scrosci d'applausi... era un'atmosfera incredibile, incredibile!!! IL DELIRIO. Raramente ho visto, nemmeno in DVD, reazioni di questo tipo. Ero fiera di far parte di questo pubblico, orgogliosa del mio tenore e della dimostrazione d'affetto che stava ricevendo.

Standingovation dopo il Brindisi, ultimo brano di questo straordinario concerto.


Poi non chiedetemi perchè di quanto sto per raccontarvi.


Mi sono alzata dalla mia postazione e mi stavo dirigendo verso il palco, con il mio ritratto in mano, quello che ancora una volta ho realizzato per lui, cercando de "ser original aun llevando la misma costumbre". Ho visto bene la signora Carreras, Jutta Jäger, bellissima, con quel portamento elegante che la contraddistingue, in compagnia della sua bambina, anche lei travolta dalla voce di Josep... erano nella prima fila del secondo settore, quello in cui c'ero anche io, 7 file più indietro.

Dicevo, sono arrivata sotto il palco con questa cornice enorme che tenevo tra le mani, e senza curarmi di quasi nessuno mi sono piazzata davanti alla prima fila applaudendo: ho accolto solo in parte i suggerimenti di chi mi spronava a consegnarglielo direttamente... ero sotto di lui, lo guardavo, e improvvisamente ho avuto l'idea geniale di girare il ritratto verso di lui e... non dimenticherò mai l'espressione un pò buffa del volto di Josep che, mentre lo guardava sembrava dire "Dios mio!!!" per poi regalarmi uno splendido sorriso, che ho immediatamente ricambiato. Pensavo che la prima fila dietro di me volesse uccidermi, per la mia invadenza, invece mi sorridevano tutti, ma in quel momento non c'era sorriso come quello di Josep.

Siamo immediatamente fuggiti all'uscita, quella da cui sarebbe uscito lui, o loro... non lo sapevamo in quel momento. Si sono avvicinate a me tipo 3 persone chiedendomi di mostrare il ritratto, il "famoso ritratto", quei cinque Carreras su un foglio solo. Tutti sorpresi nel riscontrare che l'avevo fatto io. Ma non sono una ritrattista professionista... disegno Carreras e basta.

Uscivano manmano i professori dell'orchestra, mentre in retro si avvicinava una Mercedes, quella che probabilmente avrebbe portato via il tenore. A un certo punto è stata annunciata l'uscita della Signora Carreras, che ha salutato tutti con molta gentilezza e affabilità, tenendo per mano la sua bambina. L'uscita del marito avrebbe tardato di qualche minuto. Ed è stato da qul momento che ho capito sempre meno quanto stava succedendo, ho immagini un pò confuse dalla nebbia di una grande emozione: esce Carreras accompagnato da Mario Dradi, e ci accorgiamo che sarebbe salito in macchina dal lato opposto a noi, così che tentiamo di farci largo nella folla, io in primis con questo ritratto in braccio, mentre Josep salutava tutti in generale mostrando la propria gratitudine.

Ho alzato il ritratto quasi sopra la testa, per porgerglielo... non so se gli ho detto qualcosa, non ricordo. Lui l'ha preso, un'estremità ero tra le sue mani e l'altra nelle mie, e mi ha detto qualcosa come "Sì, donde debo firmar?"... ma no!!! Questo ritratto era per lui, non volevo che me lo firmasse, però ad ogni modo gli ho dato un pennarello... tutt'ora mi chiedo "Perché l'ho fatto?". "No... esto es para usted!... espero que le guste...".

Il mio spagnolo si era esaurito, mentre lui con un'altra espressione unica, ma molto tenera mi ha porto a mia volta il pennarello che gli avevo dato per sbaglio ancora una volta... un'estremità tra le sue mani e l'altra nelle mie, e dopo pochi secondi la portiera della Mercedes si chiude e l'auto porta via il grande protagonista di questa indimenticabile serata.

Sono FELICE di aver condiviso tutto questo anche con le altre, Brigitte, Eva, Anna ... Maria che ringrazio con affetto, lei sa perchè... e il mio Daniele: che donna fortunata eh, in mezzo al mio fidanzato e a Josep Carreras, come ieri sera.

Non ci sono parole, l'emozione non ha voce. O se ce l'ha, quella è del nostro Josep, non di certo la mia. Lo ringrazio di tutto cuore, per avermi riempito il l'anima ancora una volta, per avermi commossa ancora una volta, per avermi regalato una valanga di emozioni, per avermi fatta sentire un pò speciale e intraprendente e per avermi consentito di entrare nel Guinnes per la consegna riuscita di due ritratti su due... 2/2, senza sapere, 2/2, se gli sono piaciuti o no.
En veure despuntant el major lluminar, en la nit més joiosa... és el Josep cantant.

Josep, me habría gustado tener màs tiempo para agradecerle todas las emociones, para expresar todo lo que llevo dentro. Pero yo LO SÉ, Josep, LO SÉ, y me alegro mucho de que no soy la unica que "lo sabe".

T'ESTIMO AMB FE I PER L'ETERNITAT

13/07/2009

Josep presente al Battesimo della MSC Splendida al Porto di Barcelona

Grande spettacolo ieri sera a Barcellona, a bordo della MSC Splendida, tenuta a battesimo dalla madrina Sophia Loren.



ilmattino.it (news and photogallery)



M agicos
S ophia
C arreras


E parlando di Carreras, beh... il suo ingresso era il più atteso, da parte mia, e di molti di voi. Accompagnato dalla Sinfònica del Vallès e da David Giménez Carreras, Josep ha dato inizio al suo concerto privato per l'occasione con Chitarra Romana: Josep era sorridente, molto ed era carino vederlo strizzare l'occhio a... a dire il vero non so chi, ma era comunque bello.


Poi non so se è successo anche agli altri che hanno seguito la diretta online, ma a un certo punto, dopo Chitarra Romana, è partito un video di svariati minuti sulla nave stessa, impedendo di seguire il concerto, ma è stato possibile alla fine godersi Core n'grato e Torna a Surriento, applaudite con l'approvazione di tutti, compresa la madrina dell'evento, Sophia Loren.




Che dire? Si prova una certa emozione seguire Josep in diretta e pensare " tra meno di 48 ore lo vedo dal vivo".


Sì perchè domani, a Parma, io ci sarò. E spero, spero tanto che come l'anno scorso, sia un'esperienza a dir poco indimenticabile.


Vi lascio con le immagini di ieri sera.




11/07/2009

Piero Cappuccilli, il leggendario Baritono verdiano

Avevo intenzione di proporvi quanto vi sto per proporre, ma se l'avessi fatto allora, sarebbe stato qualcosa di molto casuale, suggerito dall'emozione del momento; d'altronde è vero che non tutto deve avere per forza un motivo, ma oggi, oggi sì che c'è un motivo.

Quattro anni fa, l'11 Luglio se ne andava il grande baritono italiano Piero Cappuccilli, da molti indicato come uno dei più grandi baritoni di stampo verdiano.


Non vi nascondo che si tratta probabilmente della mia voce baritonale preferita, ed è con rammarico che sono qui adesso a ricordarlo.



Con il nostro Josep aveva instaurato un'intesa artistica eccezionale, più volte menzionata all'interno dell'autobiografia "carrerista", "Singing from the Soul", in termini davvero di grande impatto: non ho le parole esatte sottomano, senza contare che io l'ho letta in inglese, ma Josep raccontava di questo feeling come uno talvolta più potente rispetto a quello che lo legava ad alcune soprano, un'affinità davvero incredibile.


Un feeling che è tangibile, riscoprendo alcuni tra i duo che li hanno visti insieme in opere come Andrea Chenier, Aida, La Forza del Destino, Don Carlos.

Don Carlos... offre quello che per me è uno dei più grandi duo che siano mai stati scritti, quelli per cui oltre a dire "Non può essere nessun'altro che Giuseppe Verdi" ti lasci ammaliare dal valore degli interpreti, e nella versione che vado a proporvi, beh... sono Signori Interpreti.



Voglio ricordare Piero Cappuccilli per il grande artista che estato, senza parole tristi o patetiche, e lo ringrazio di cuore per aver segnato la storia dei cantanti d'0pera con il talento e l'esperienza che lo caratterizzavano.


Grazie a Piero Cappuccilli























10/07/2009

Monza, il mio primo concerto... il sogno: un anno dopo

E' passato un anno, e ancora non ci credo.

Ancora mi chiedo se sia stato un sogno, un'allucinazione... una bellissima allucinazione... quella stretta di mano, quella gentilezza d'animo, quel sorriso... erano per me, erano solo miei, e avrebbero sciolto il cuore di chiunque... sì perchè ero certamente di pietra fuori, ma dentro sembravo puro e finissimo cioccolato Lindt... un Lindor!


Non ci sono parole per descrivere quella notte, ma quella notte, io... che sono qui in questo momento a ricordarlo con commozione, io quella notte sono riuscita a vedere il Sole. E l'ho visto in Terra, anche quando splendeva ancora alto, dopo le sette della sera, con gli occhiali da sole, un giubbotto scuro, forse marrone, e una sciarpa chiara, i capelli d'argento e un tenero sorriso (si sarà chiesto "ma chi è 'sta qua?"),scendere da un lussuosissimo Bentley, a quattro metri da me che, sconvolta, avevo ancora le mani sul volto e gli occhi sgranati, in segno di incredulità.


Molti dicono di non avere mai visto in me quell'espressione, e gli stessi dicono anche di non averla più vista da allora.


Ripeto, non ci sono parole.


Monza, Italia

10.07.2008

Josep Carreras

Giardini della Villa Reale

Orchestra Filarmonica di Praga

M° Miquel Ortega








és emoció...

... és Josep Carreras

09/07/2009

Carreras: eine „Art Liebesbeziehung“ zu Berlin

Eine Art Liebesbeziehung (Click to go to the page of Berliner Umschau), un rapporto professionale d'amore, a love affair... in quanti modi si possono tradurre le parole di Josep Carreras volte a descrivere la relazione che lo lega alla capitale della Germania, una città che ancora una volta è stata sede di una serata speciale, alla luce delle emozioni dispensate dalla grande voce del Maestro accompagnato dal soprano Barbara Krieger e dalla Brandenburgischen Staatsorchester Frankfurt che ha mostrato il proprio prestigio offrendo l'intermezzo della Cavalleria Rusticana di Mascagni e l'overture del Zigeunerbaron di Johann Srauss figlio, sotto la guida impeccabile del nipote del tenore, David Giménez.




Il momento clou dell'edizione di quest'anno è stato senza dubbio il finale con José Carreras, un artista di straordinaria "grandezza" il cui fraseggio svela a tratti sfumature baritonali, come riportano gli articoli. Nel 1992, la Star internazionale del Classic Open Air che ha aperto il festival come primo artista, ha mantenuto la sua promessa ed è tornato anche nel 2001. Ancora una volta, quindi, Josep ha reso memorabile questo festival nell'edizione del 2009 ed ha incantato il pubblico conquistandone gli emotivi applausi d'approvazione.

08/07/2009

Carreras canta per l'inaugurazione della MSC Splendida a Barcelona (live broadcasted)

Fervono i preparativi a Barcellona, in vista del prossimo 12 luglio quando ci sarà la cerimonia di inaugurazione della MSC Splendida, la decima unità della flotta croceristica di Gianluigi Aponte.
Dopo il balletto del gruppo di flamenco Los Vivancos, il programma della serata prevede l’esibizione del tenore Josep Carreras, che sarà accompagnato da 60 musicisti dell’Orchestra Sinfonica di Vallès, e un saggio dell’etoile de L’Opéra di Parigi, Eleonora Abbagnato. La cerimonia, come da tradizione, si concluderà con la sfilata degli ufficiali di bordo, il taglio del nastro da parte della madrina della flotta, Sophia Loren, ed un emozionante spettacolo pirotecnico.

Costruita in Francia da Stx Europe, insieme alla gemella, MSC Fantasia, MSC Splendida è la più grande nave mai costruita per un armatore europeo. Una vera e propria città galleggiante capace di ospitare 3.959 passeggeri, con una stazza lorda di 137.936 tonnellate e una lunghezza di 333 metri. La scelta di Barcellona per il battesimo di MSC Splendida segue l’idea di MSC Crociere di varare le navi della flotta in paesi diversi. Un tradizione che ha preso il via con il varo di MSC Poesia a Dover nell’aprile 2008 e proseguirà con MSC Magnifica, che sarà battezzata ad Amburgo il prossimo anno.
Si tratta della nave verde per eccellenza: risparmio energetico, gestione delle risorse idriche, ed eliminazione dei rifiuti nel rispetto dell’ambiente. Le ultime nate in casa MSC vanta le più avanzate certificazioni di Comfort Class, attestazione riguardante il comfort degli ospiti e safety ambientale.


Come potete leggere qui, lo spettacolo potrà essere seguito
live in internet (click here)
in diretta dalle ore 21 (Spain Hour).

04/07/2009

Video of Qinghai Concert, last 15th of June

"Hear My Plea" by Jose Carreras & Mindy Quah, composed by Howard McCrary: Qinghai International Musical Journey on Water and Life(2009.6.15), it's a special concert for World Desertification and Drought Prevention Day.


Concerto di Carreras a Taormina, Biglietti - Tickets

Mi scuso, sono solita a non dedicare post appositamente alle info tickets, visto che vi è uno spazio nella colonna di destra apposta, che si chiama SCHEDULE & TICKETS, ma ho visto che molti di voi cercando informazioni sui biglietti, sono stati portati dall'inefficienza, a volte, del motore di ricerca ad altri post che non avevano nulla a che vedere con questo concerto.
Vi do due consigli:
1) Non perdete mai di vista le Breaking News e se cercate informazioni per i biglietti guardate sempre nella colonna di destra.
2) Se cercate qualcosa ma siete reinviati dal motore di ricerca ad altri post che ritenete non abbiano a che vedere con quanto cercate, usate il motore di ricerca interno al blog, in alto a destra, che vi sarà sicuramente di maggior aiuto.
Come potete constatare guardando la colonna di destra, ecco i dettagli per il concerto di Taormina al Teatro Antico:

July, 18
Taormina, Italy
Concert at Teatro Antico, with the Orchestra del Teatro Regio di Parma
David Giménez conducting

I biglietti, differentemente da quanto si pensava originariamente, non sono reperibili presso il circuito di Ticket One come gli altri eventi offerti dal Teatro Antico di Taormina, ma su un altro, BOXOL.IT.
Cliccate per saperne di più o leggete il post che riguarda questo concerto.

Masterclasses a Castiglione della Pescaia con Carreras

Ricordo che quest'anno l'Accademia Solti-Te Kanawa prevede che tra i professori vi sia anche Josep Carreras.

Il nostro tenore condividerà la cattedra con Dame Kiri Te Kanawa precisamente da Mercoledì 15 a Venerdì 17 Luglio. Le lezioni si terranno presso Hotel Andana - Tenuta La Badiola di Castiglione della Pescaia, provincia di Grosseto. Le coordinate per ogni tipo di prenotazione sono da tempo qui nella colonna di destra tra le BREAKING NEWS. Tenete sempre d'occhio le Breaking News.


Non abbiamo la certezza che le lezioni siano pubbliche.


Ad ogni modo al termine delle lezioni saranno offerti due concerti, uno dei quali sarà proprio la sera di venerdì 17 presso Piazza Stolti a Castiglione della Pescaia, con la partecipazione di tutti gli studenti.


Per maggiori informazioni cliccate qui.