26/02/2010

L'Italia riabbraccerà Carreras con le date di Pesaro e Brescia

Siamo alla vigilia della data di Pesaro: domani sera il nostro Josep offrirà un recital, accompagnato dal suo pianista Lorenzo Bavaj, presso l'Auditorio Pedrotti, alle ore 21. Non ci sono indicazioni precise sul programma, ma si suppone che le tradizioni catalana, italiana, napoletana e spagnola troveranno il loro ampio spazio all'interno. L'incasso derivato dalla vendita dei biglietti verrà devoluto in favore della Fundación Carreras contro la Leucemia.

Stesso discorso per Brescia: l'evento, che prende il nome di "Carreras for Children", prevede ancora un recital, ma non verrà accompagnato solo da Lorenzo Bavaj, bensí anche dal Nuovo Quartetto Italiano, quarttto d'archi costituito da due violini, viola e violoncello, presso il Teatro Grande di Brescia, martedì 2 Marzo. Tutto devoluto in favore della Fundación Carreras e la Fondazione "Essere Bambino".

Da italiana mi auguro che i miei compatrioti rendano omaggio ancora una volta all'arte di questo grande tenore. Io sfortunatamente potrò presenziare solo ad una di queste due date, e, incredibilmente, a quella prevista nella sede più distante dalla mia città. Questione di tempistica, questione di tante cose.
Spero tanto che l'Italia si faccia onore in queste due occasioni e che ripaghi tutto quanto di più meraviglioso ci verrà regalato in quelle ore di pura estasi.

Spero di vedere qualcuno di voi Pesaro! Chi l'avrebbe mai detto che per me si sarebbe ripresentata l'occasione di un'altra serata, abbracciata dalla voce di Josep Carreras, così presto, dopo l'apoteosico concerto di Natale del Palau de la Música. Ero convinta di dover attendere l'estate, e invece... e invece domani mattina si parte per Pesaro!

Ore 21, mi raccomando puntuali!

VISCA CARRERAS!

19/02/2010

In memoria di Ariel Ramírez

Muore all'età di 88 anni il compositore Ariel Ramírez, esponente del folk argentino nel mondo, da tempo malato di Alzheimer.

Il valore artistico delle sue opere come la Misa Criolla, Alfonsina y El Mar, La Peregrinación, Navidad Nuestra è stato portato alle stelle dalle ineguagliabili interpretazioni di Josep Carreras.

Data la sede e il contesto è con la voce di Josep e con un lungo, caloroso applauso che reputo più indicato rendergli omaggio.

Descanse en Paz






16/02/2010

50.000!!!

Dal 15.09.08 al 15.02.10 il blog Josep Carreras «L'Anima di un Tenore» josepcarreras-tenor.blogspot.com ha collezionato le sue prime 50.000 visite.
Per un anno e cinque mesi lo considero un grande traguardo e sono felice di poterlo condividere con tutti voi che avete contribuito a renderlo un luogo pieno di vita, nonostante la vera linfa vitale è stata garantita da colui al quale questo blog è dedicato.

Alle prossime 50.000!!! Che non tardino ad arrivare!

15/02/2010

St. Valentine's night in Moscow with Josep Carreras (updated on 16.02)

Una grande notte, quella di San Valentino, a Mosca, con la grande voce di Josep Carreras. Il tenore ha offerto al pubblico del Barvihka Luxury Village Concert Hall un recital di un’ora e mezza, accompagnato dal pianista italiano Lorenzo Bavaj, e il celebre quartetto d’archi, il “Nuovo Quartetto Italiano”. L'inizio è stato posticipato di mezz'ora per motivi di cui non è dato sapere. L'ingresso del tenore è apparso leggermente modesto, ma la situazione è cambiata in fretta, con applausi che addirittura osavano sovrapporsi con le stesse esibizioni. In particolare uno degli articoli che seguono si sofferma sulla figura di Josep Carreras, che come di consueto indossava il frac, con l'immancabile fazzoletto di color bianco candido, percepito come un segno di notevole aristocrazia. Nobile la sua immagine, con un espressivo movimento delle mani, con un'articolazione di ogni sillaba, di ogni nota, assolutamente chiara e accompagnata da una grande concentrazione.

Il programma, di cui non si era a conoscenza era costituito principalmente da brani classici leggeri, della migliore tradizione napoletana ed italiana e catalana, in cui spiccavano i nomi di Puccini, Tosti, Leoncavallo e Grieg. Non sono mancati anche brani in francese, e ogni brano è stato eseguito con straordinaria passione, quella che porta il nome di Josep Carreras. Il tenore ha mostrato una grande abilità tecnica e ha incrementato il valore i ogni brano con la squisitezza della sua voce.

Fortunatamente sono sempre meno coloro che ancora si stupiscono per non aver ascoltato brani d’opera; i repertori cambiano, gli anni passano, anche se l’arte di Carreras è immutata, e ti scuote di commozione, indipendentemente dal brano che propone, e questo recital ne è l’ennesima dimostrazione: nonostante la corposità dei prezzi dei biglietti, anche chi per la prima volta ha ascoltato Carreras dal vivo, non è uscito deluso, bensì colpito ed affascinato dall’immortale maestria e dalla straordinaria comunicazione che solo un artista del suo calibro è in grado di stabilire con il suo pubblico.

I video mostrano inoltre che non mancano applausi e sontuosi mazzi di fiori, e non da ultimo la presenza di bambini.
fotoglif.com (photos)
izvestia.ru (interview)




Josep manifesta verbalmente la propria felicità per avere l’opportunità di viaggiare, di cantare e di poter comunicare con il pubblico. Ha molti progetti e piani, e il palco è la cosa più importante per lui, fatta eccezione della famiglia, ovviamente.
Commenta inoltre che nella sua carriera ha sempre avuto modo di incorrere in due fattori, ovvero l'adorazione del pubblico e la tensione prima di salire sul palco: un buon segno -afferma-
la tensione prima di salire sul palco, una tensione che nel mio caso si dissolve con la visione del pubblico. Dopodiché, non penso solamente al modo in cui la mia voce verrà percepita, ma anche alle persone che hanno bisogno del mio aiuto.
Una serata di gran successo con pubblico e artista entrambi in estasi, dopo 21 anni dalla prima esibizione in russia, nel 1989 presso il Bolshoi.

Da anni, il suo volto è il testimonial della gioielleria Chopard che in questo 2010 compie 150 anni di attività: questo recital è da considerarsi l’inizio ufficiale di un gran numero di eventi commemorativi, e allo stesso tempo, finalizzati a introdurre una nuova collezione “Animal Planet”, e per questo motivo Chopard ne ha portato in Russia i pezzi più rappresentativi.

Ma la domanda è: c'è forse brillante più lucente della voce di Josep Carreras? Non credo ci sia bisogno di risposta.


BRAVO JOSEP!!

07/02/2010

Josep to be singing in Moscow on February, 14th

Gli ultimi giorni sono stati allietati da diverse notizie su nuove date, e incredibilmente una tra queste è stata incredibilmente apprezzata anche da parte mia, ma non ne discuterò in questa sede.
Josep canterà a Mosca il prossimo 14 febbraio, data in cui in molti festeggiano il giorno degli innamorati. Ma che c'entra questo? Nulla.
Si esibirà al Barvikha Luxury Village Concert Hall; eventuali informazioni circa l'acquisto dei biglietti le troverete qui a fianco.



In attesa di questa data Josep ha rilasciato un'intervista a Barcellona nell sala stampa della Fundación. Solo tre domande sono consentite, si tratta di un uomo estremamente occupato. Carreras effettua il suo ingresso nella sala chiedendo dov'era opportuno che si sedesse per iniziare immediatamente l'intervista: ed è qui che inizia la parte comica, ovvero l'elenco delle parole in lingua russa che è in grado di comprendere. Tengo a precisare che la parte comica risiede unicamente nell'espressione del tenore. "Olga, poeta... e naturalmente Tchajkovski, certo, ovviamente".

Non risparmia gli elogi alla lingua Russa, una lingua molto musicale, l'ideale per il canto per la sua ricchezza di suoni vocalici: spera sempre di poter includere nel suo repertorio l'ara di Lensky.

Non mancano nemmeno ai cenni alla sua professione -rispetto alla quale riconosce di essere un uomo fortunato per poter fare ciò che più ama: più cant e più è consapevole di questo;- e alla sua Fundación contra la Leucemia, una delle parti più importanti della sua vita: afferma che stanno portando avanti un buon lavoro (e lo sappiamo bene!) ma che ancora non è abbastanza, non vi sarà fine fino al giorno in cui la leucemia sarà curabile per tutti e in ogni caso.

Ricapitolando: Josep Carreras canterà a Mosca nel giorno degli innamorati; racconta che ogni volta che ha cantato era sempre innamorato, anche se non necessariamente della stessa persona. Ma saggia è la decisione dei giornalsti, che evitano il rischio di sforare con domande sulla sfera privata, consapevoli del fatto che al Sr. Carreras non piace parlarne.