29/04/2010

Éxito extraordinario de Carreras en Buenos Aires (muchos vídeos añadidos:1/05)

Dati gli articoli pervenuti, è evidente che è stata una grande notte quella di sabato 24 al Luna Park di Buenos Aires, una notte indimenticabile per molti, che si sono lasciati ammaliare dal fascino e dall'eleganza del fraseggio di Josep Carreras.


Il tenore catalano era accompagnato dal soprano Rebeca Olvera e da David Giménez, direttore di estrema professionalità di un'orchestra costituita da talenti locali come Oleg Pishenin (concertino), Claudio Barile (flauto), Rubén Albornoz (oboe) e Mariano Rey (clarinetto), che si sono esibiti con la Suite Farandole de L'Arlesiana di Bizet, che ha aperto il concerto, e in seguito con l'Intermezzo della Cavalleria Rusticana di Mascagni e quello de la Boda de Luis Alonso di Jerónimo Jiménez.

Il filo conduttore del concerto si identifica con la canzone napoletana, con cui Carreras si è proposto più volte con i brani Vurria, Silenzio Cantatore, Pecché, Passione, Core 'ngrato, O' Marenariello; non è mancata nemmeno la canzone italiana, proposta tramite L'Ultima Canzone, Chitarra Romana, l'opera catalana con la splendida Rosó.

Onore al merito anche a Rebeca Olvera che ha raccolto grandi applausi con le sue interpretazioni di Je veux vivre, tratta da Romeo et Juliette di Gounod, Les Filles de Càdiz di Léo Delibes.

Senz'altro presente anche la Zarzuela, tanto gradita al pubblico argentino, con le interpretazioni di Carceleras de Las hijas del Zebedeo, Me llaman la Primorosa del Barbero de Sevilla, da parte di Rebeca Olvera, Ya mis horas felices di La del Soto del Parral da parte di Josep Carreras, e il celebre Dúo de la Africana eseguito magnificamente da entrambi.

Carreras è un uomo di parola, e mantiene la sua promessa relativa ad una sorpresa pensata appositamente per Buenos Aires, ovvero una sequenza di tanghi come Lejana Tierra Mía, e El día que me quieras, cantanti sapientemente dal tenore, oltre a No Puede Ser (EBBENE SI, SIGNORE E SIGNORI!!!), Solamente una vez e O mio babbino caro dal Gianni Schicchi, quest'ultimo dalla vece della Olvera. Il concerto non poteva non chiudersi con il Brindisi della Traviata, di cui abbiamo anche un breve spezzone in video.

Josep parlava del desiderio di trasmettere emozioni come proprio di ogni artista: considerando l'ovazione con cui l'ha omaggiato il pubblico porteño, che lui stesso ha dipinto come tra i più intenditori e fedeli, considerando il legame che lui stesso ha avuto con Buenos Aires, i ricordi che gli si risvegliano ogni volta che torna nella città, la missione non può che essersi compiuta anche questa volta. E bravo Josep!!!

Vi informo che il concerto verrà trasmesso dalla tv argentina TN questo venerdì 30 aprile alle ore 23 locali, corrispondenti alle prime ore del sabato 1 Maggio in Europa.

Con grandi probabilità Carreras tornerà a Buenos Aires, e più precisamente al Teatro Colon il prossimo anno.

Mi scuso per il ritardo con cui mi appresto a scrivere, ma cause di forza maggiore me l'hanno impedito. Il Senyor Carreras ha già fatto rientro a Barcelona, e ieri sera era presente al Camp Nou. Tutti uniti per infondere coraggio al Barça perché come "Anche i medici si ammalano", "Anche i più forti possono perdere": l'importante è saper perdere e farlo a testa alta, lottando e credendoci fino alla fine come hanno fatto loro ieri sera.

PERDRE AIXÍ ÉS GUANYAR!! FORÇA NOIS!!
P.S
Il blog ha raggiunto le sue prime 60.000 visite! Thank you all!!

23/04/2010

Josep Carreras "Huesped de Honor" de la ciudad de Buenos Aires

E il terzo post oggi, ma necessario, alla vigilia della mia partenza per Londra.

Un sabato che assieme alla mia partenza per la capitale inglese vede il concerto di Josep a Buenos Aires: il tenore sarà accompagnato dal soprano Rebeca Olvera e l'orchestra sarà diretta da David Giménez. Il programma vedrà opera, zarzuela, tanto amata dal pubblico argentino, canzone napoletana ed italiana e qualche sopresa: Josep non vuole sbilanciarsi, ma sicuramente ha pensato a qualcosa di speciale appositamente per il pubblico di Buenos Aires, per cui ha speso parole piene di stima, che ne sottolineano l'unicità e l'esperienza.
Un pubblico che senz'altro merita gli sforzi compiuti per rigenerare il Teatro Colon, senz'altro tra i migliori nel mondo per la sua acustica; un teatro che più volte ha accolto Josep nella sua carriera. Ma come lui stesso ha tenuto a sottolineare, una cosa è cantare in un'opera al Colon, ben diverso è proporre un concerto a un pubblico più eterogeneo.


Gli argentini sono felicissimi di poter riabbracciare il tenore catalano, tanto che è stato anche aperto un gruppo su facebook per l'occasione.


Già la scorsa settimana Carreras aveva rilasciato un'intervista telefonica dalla città di Brescia, dove si trovava, in merito a questo concerto, da cui sono emerse tematiche che vanno dalla nuova generazione di cantanti, di cui molti tenori provenienti dall'America Latina, alla mancanza che sente per Luciano Pavarotti, cui era legato da una profonda amicizia. (clarin.com)

Da rilevare il fatto che Josep Carreras ha ricevuto la distinzione di "Huesped de Honor", ospite d'onore, della Città di Buenos Aires dalle mani del sindaco Mauricio Macri presso il Teatro Colon.

Carreras si è detto molto orgoglioso di ricevere questo diploma e c'è un video a dimostrarlo.

Il teatro Colon riaprirà il prossimo 24 maggio e Carreras ha definito questo evento come uno stimolo straordinario per continuare la grande tradizione che lega Buenos Aires all'Opera. Il tenore è stato invitato alla riapertura, ma in quei giorni sarà in Asia: ad ogni modo assicura di fare tutto il possibile per tornarvi il prossimo anno.



FELICITATS JOSEP Y QUE ET VAGI TOT BÉ DEMÀ!!!

Un molt jove Carreras a l'Olesa Ràdio amb el seu debut a la Scala amb el Ballo in Maschera

Come sapete la puntata è andata in onda mercoledì a l'Olesa Ràdio. Mi aspettavo fosse ben strtturata ma devo dire che è riuscita a sorprendermi.




Qui di grandi voci non c'erano solo quelle dei cantanti lirici che abbiamo potuto ascoltare in questi 57 minuti di trasmissione, ma anche quella dell'Albert, giovanissimo e bravissimo, che ci ha intrattenuti raccontando l'evoluzione dell'opera, dal preludio, diretto da Sir Georg Solti, al tragico finale, assieme ai cantanti che hanno interpretato le versioni che ci ha proposto, fornendoci inoltre di cenni storici fondamentali e della descrizione dei personaggi principali, con corrispondente registro che impone il ruolo.


Riccardo è stato rappresentato dalle voci di, appunto, Josep Carreras nella versione del suo debutto scaligero del 1975, che ha fatto splendere i brani "La rivedrà nell'estasi"; Luciano Pavarotti con "È scherzo od è follia" con seguente coro tipico verdiano tra cui spiccano le voci di Renato Bruson, Margaret Price, Christa Ludwig, Renato Bruson; ancora Carreras con Signori: oggi d'Ulrica alla magion v'invito - Ogni cura si doni al diletto, Teco io sto- Non sei tu che se l'anima mia - Qual soave brivido (duetto con Montserrat Caballé), Ma se m'è forza perderti, e il drammaticamente intenso finale "Ella è pura, in braccio a morte".


La voce di Renato Bruson è stata proposta per il ruolo da baritono di Renato, sposo di Amelia, con la nota aria "Alla vita che t'arride", nella versione direta da Georg Solti, e "Ve', se di notre qui colla sposa" insieme a Montserrat Caballé e ai due cospiratori interpretati da Federico Davia e Giovanni Foiani.


Amelia con la splendida voce di Montserrat Caballé nei brani "Ma dall'arido stelo divulsa", e "Morrò, ma prima in grazia".


Oscar, ruolo cantato dalla voce sopranile di Diana Damrau con i brani "Volta la Terrea" e "Saper vorreste ".



Ancora complimenti all'Albert per l'esperienza, per la ragionevolezza con cui ha scelto i brani e le voci attraverso le quali proporli, e per aver sapientemente colmato i buchi con la sua piacevole e ben studiata narrazione.

Un ringraziamento particolare per la dedica a me fatta all'inizio... devo ammettere che ha un certo fascino sentire il proprio nome per radio, e per aver portato il mio tenore nella sua radio.


Un ottimo programma, "Moments d'òpera". Non perdetevi il prossimo appuntamento... si vocifera che si parlerà dell'opera mozartiana "Così fan tutte".


Albert, spero di sentire ancora il nostro Josep nella tua splendida trasmissione!


VISCA L'ALBERT I ELS SEUS MOMENTS D'ÒPERA!

AH, CLAR... VISCA CARRERAS!!


El grupo de los Corazones contra la leucemia ha alcanzado ya los 2.500! (Feliç Sant Jordi)

È con grande felicità che vi annuncio, se già non lo sapete che la Fundación Carreras ha già raccolto 2.500 cuori contro la Leucemia. Siamo a metà del cammino, ne mancano altri 2.500 o poco meno per compiere idealmente la missione: un cuore per ognuno dei 5.000 pazienti annuali in Spagna.

Non dimentichiamoci del valore incredibile che può avere un cuore, un simbolo di speranza e di appoggio per ogni persona che sta lottando contro questa malattia: è importante apportare il nostro sostegno per questi guerrieri che lottano per la vita.


Auguro a questi nostri campioni di non arrendersi mai! MAI!!!


E a proposito di cuore, simbolo dell'amore, ne approfitto per augurare a tutti, specialmente a tota Catalunya un molt feliç Sant Jordi.


Oggi si regalano libri e rose, è un giorno per passeggiare e per celebrare la festa degli innamorati.



Feliç diada de Sant Jordi a tothom!

També al nostre Josep que demà cantarà a Argentina!

19/04/2010

El debut d'en Carreras a la Scala amb el Ballo in Maschera als Moments d'òpera de l'Olesa Ràdio

Il mio amico Albert Galceran, responsabile delle trasmissioni radiofoniche Temps d'oci e Moments d'òpera di Olesa Ràdio, la radio di Olesa de Montserrat, vicino a Barcelona, dedicherà la prossima puntata di Moments d'òpera, titolo anche del suo blog che vi consiglio di visitare, all'opera verdiana de Un Ballo in Maschera.

Ad essere sincera, l'opera l'ho scelta io, perché al termine della scorsa puntata, dedicata alla mozartiana El Rapte del Serrall (la prima volta che lo ascoltavo!), l'Albert mi ha chiesto cosa avrei voluto ascoltare nella prossima puntata, ed io, dopo aver riflettuto qualche secondo, ho optato per il Ballo. "Mi immagino chi vorrai ascoltare..." mi ha anticipato Albert, e a questo proposito gli ho consigliato di scegliere proprio il debutto scaligero del 1975, una versione superba, in cui Carreras oltre a sfoggiare una voce giovane e dorata, sfoggiava anche il costume del suo idolo Giuseppe Di Stefano.

Le versioni che l'Albert proporrà nel corso della puntata, oltre a questa di Carreras e Caballé, saranno quella di Pavarotti e Price, studio version, 1985 e due brani del personaggio di Oscar, provenienti dall'album "Coloraturas" di Diana Damrau.
Tranquilli che a Carreras verrà concesso ampio spazio.

Badate che ho assicurato all'Albert che molti di voi del blog Josep Carreras «L'Anima di un Tenore» non si sarebbero persi la puntata, che andrà in onda mercoledì 21 aprile, 12h, sulle onde di Olesa Ràdio, quindi non fatemi fare brutta figura, ci siamo intesi.

La registrazione sarà successivamente disponibile nel podcast di Moments d'Òpera.
In anticipo ringrazio tantissimo l'Albert.

MOLTISSIMES GRÀCIES ALBERT, TENS TOT EL MEU AGRAÏMENT!

15/04/2010

Tornant a veure el concert "Belcanto al Cinema" a Vila Seca del any passat: gaudiu-ho!

So bene che sono un po’ in ritardo, visto che sono passati mesi, ma non ho dimenticato che la mia amica Claudia, con il suo ingresso in questo blog, ha portato link di video che ci riportano indietro al concerto che Josep Carreras, Sergi Gimenez e Pilar Jurado, accompagnati dall'Orquestra de l'Acadèmia del Liceu, diretta da David Giménez, hanno offerto presso l’Auditorium Josep Carreras di Vila Seca, in Catalunya, lo scorso settembre, il 15 se non ricordo male.

Devo dire la verità, non avevo visto questi video (vagi distracció!), ma tengo di cuore a mostrarveli perché davvero meritano, non solo per il loro valore intrinseco a livello artistico, per la geniale novità che coniuga il belcanto con il cinema, ma senz’altro anche per il talento, non solo quello indiscusso di Josep, ma anche dei giovani che lo affiancano quali il soprano Pilar Jurado e il tenore Sergi Gimenez.

Certo, potreste pensare che mi rivolgo a quest’ultimo per la famiglia cui appartiene, ma non è questo il caso. Sergi Gimenez merita a prescindere dal fatto di essere il nipote di suo zio, e lo stesso vale per David Giménez il direttore, come spesso ho sottolineato nei miei post.

Qualsiasi talento merita di essere riconosciuto e supportato, ed è questo quello che più conta.

Tra i video da rivisitare abbiamo brani tratti dai Film interpretati dal grande Mario Lanza, come “The Great Caruso", "The Toast of New Orleans", "The midnight kiss", "Serenade", "For the first time", una Be My Love, Parla più piano tratta dal celebre film “Il Padrino” (The Godfather), ma anche Tonight da West Side Story, Cinema Paradiso, Music of the night da Phantom of the Opera, Con Te Partirò, di cui è nota la celebre interpretazione del tenore italiano Andrea Bocelli, Torna a Surriento, e per non dimenticare l’Opera, una splendidamente resa Vesti la Giubba, dei Pagliacci di Leoncavallo.

Non perdetevi soprattutto i medley, qualcosa di eccezionale, che da soli valgono l’intero concerto: - I feel pretty i Somewhere - ("West Side Story") - Moon River ("Breakfast at Tiffany's") - Somewhere my love - ("Dr. Zhivago") - New York ("New York-New York").




Da autentica carrerista non posso evitare di porre un accento su un brano che prediligo particolarmente “Some Enchanted Evening” da South Pacific: dolcissima, squisitamente interpretata in tutta la sua dolcezza, da Josep Carreras.



In conclusione non mi rimane che esprimere il mio rammarico per non aver potuto assistere a questo concerto, unico nella sua originalità, in cui splende l’arte che accomuna le voci espressive, in grado di comunicare anche emozioni e non solo suoni.

Ringrazio di cuore il tenore, Sr. Sergi Gimenez, per aver reso disponibile nel suo canale di youtube tutti questi video e per aver concesso anche a chi quella notte non c’era di godere di qualcosa di così speciale.

12/04/2010

Feliç Aniversari a la Montserrat Caballé!

Volevo ritagliare uno spazio di questo blog per augurare di cuore buon compleanno al mio soprano preferito, la senyora Montserrat Caballé, nata nel 1933 a Barcelona.

Credo di aver già detto quanto la sua voce riesca a scuotermi con profonda emozione, riverenza e ammirazione. Invidio non poco coloro che hanno avuto la fortuna di vivere l'esperienza di ascoltarla a teatro, soprattutto coloro che l'hanno sentita cantare con Josep.

È incredibile se pensiamo a quanti prodigi della voce abbia sfornato la città di Barcelona... Carreras, Caballé, e non da ultimo Jaume Aragall! E questo è uno dei tanti motivi per cui amo da morire questa straordinaria città... uno dei tanti... ma vi pare poco?


Non voglio tirarla per le lunghe, solo mi piace l'idea di ricordare questa grande voce nel giorno del suo compleanno, con il duo finale dell'Andrea Chenier, al Metropolitan: al di là del valore artistico, amo vedere le espressioni e gli sguardi colmi di affetto e stima che si scambiano i due artisti.

Qualche minuto per sognare di aver vissuto qualcosa di cui, ahimé, non farò mai squisita esperienza.




AMB TOTA LA MEVA ADMIRACIÓ,

FELIÇ ANIVERSARI MONTSERRAT!

11/04/2010

Join the blog Josep Carreras «L'Anima di un Tenore» on Facebook!

Esatto, questo blog estende i propri orizzonti anche su Facebook con due propri spazi:

1. La Pagina nella quale potrete diventare fan, ricevendo nel proprio canale di notizie tutte le informazioni, oltre a poter collaborare e commentare;

2. Il Gruppo cui potete iscrivervi e partecipare.

Entrambi portano lo stesso nome "Josep Carreras «L'Anima di un Tenore»", e lo stesso avatar, che coincide con quello che il blog aveva in precedenza.




Invito i miei lettori, qualora fossero iscritti a Facebook di aggiungersi a queste pagine ed a invitare i propri amici che si ritiene possano essere interessati. Confido nella vostra collaborazione per rendere le informazioni relative alle attività professionali e solidarie di Josep Carreras facilmente accessibili per TUTTI, in più spazi, nel web.


10/04/2010

Fotos y video de las cintas de apoyo: la nueva campaña de la Fundación Carreras

Si è parlato tanto di questa campagna e dalle notizie che abbiamo letto e ricevuto è evidente che è stata accolta con gran favore da tutti, dai pazienti, da chi è andato appositamente al Hospital Sant Pau, da ci si trovava lì per caso e ha aderito di cuore, da chi ha lasciato messaggi affettuosi su facebook o li ha fatti recapitare in qualche modo alla Fundación.

Come sappiamo tutto questo si è concretizzato splendidamente dal 24 al 29 marzo e la Fundación ha messo a disposizione il materiale fotografico presso il proprio spazio in Flickr, e anche su facebook.





Qualche giorno fa è stato pubblicato anche questo video che mostra le immagini dello svolgimento della presentazione della campagna in data 25 marzo, in cui vi è anche un'intervista a Josep Carreras in cui lo stesso Presidente invita le donne che stanno per diventare madri a donare il cordon ombelicale presso una banca pubblica dove chiunque possa avere accesso, in modo da compiere un gesto davvero solidario.
VIDEO TV3.CAT
Sempre la Fundación ha realizzato un video che colleziona immagini relative all'evento in corso e lo ha condiviso su You Tube, presso il proprio canale.


Ancora complimenti di cuore alla Fundación Carreras per questa iniziativa di successo volta a sensibilizzare in merito a questa causa.

03/04/2010

Esta noche Josep Carreras ofrece un concierto en Acapulco

Una data di cui si era a conoscenza da tempo, quella di oggi ad Acapulco presso il Fórum de Mundo Imperial: il ritorno di Carreras in Messico, a distanza di un mese dalle date di Monterrey e di Ciudad de México.


Si esibirà a fianco del soprano Rebeca Olvera e la Filarmonica di Acapulco sarà diretta da David Giménez: gli artisti erano tutti presenti alla conferenza stampa che si è tenuta nei giorni scorsi presso l'Hotel Las Brisas.


Ha ricevuto tre riconoscimenti per la sua brillante carriera e la sua cortesia per aver accettato di esibirsi presso la città messicana: "a nome degli abitanti di Acapulco", poiché questo concerto rappresenta il sogno impossibile di congiungere due fenomeni, come il tenore e la città... come rappresenta quella placca d'argento, con le due mani che si intrecciano.

Come già risaputo, Carreras e Domingo rifiutano di esibirsi in concerti con un altro tenore, in quanto poco etico ed elegante, una vera mancanza nei confronti di Luciano Pavarotti. Ciò non toglie il grande rispetto e l'amicizia che lo legano ad un altro tenore italiano, Andrea Bocelli, ma se in futuro Domingo e Carreras dovessero cantare assieme ad un altro artista, questo potrà essere un soprano, un baritono, ma senz'altro non un tenore.


Tra gli altri temi emersi, la necessità di mostrare l'Opera a un pubblico più eterogeneo possibile e l'interesse per tutto quanto sia relazionato con l'arte "ma la mia vera passione è il calcio"- afferma Carreras suscitando un clima d'ilarità. Non so fino a che punto stesse scherzando, ma guardate voi stessi.






Come riporta quest'ultimo articolo, dopo il concerto si terrà una cena di beneficenza per la Croce Rossa Messicana e per la Fundación Pro Hermanos del Anciano, cui il tenore presenzierà.