30/11/2010

Josep Carreras ha asistido hoy a la formalización del proyecto del Instituto de Investigación contra la leucemia en el Palau de la Generalitat

Oggi presso il Palau de la Generalitat a Barcelona, Josep Carreras ha assistito all'atto di formalizzazione del progetto dell'Institut internacional de Recerca contra la leucemia che porterà il suo nome, che sarà un centro di riferimento per quanto riguarda le neoplasia ematologiche. 

Ribadisco che il centro conterà con due sedi: una presso l'Hospital Clinic di Barcellona e l'altra, che si costruirà entro il 2012, presso l'Hospital Universitario Germans Trias i Pujol di Badalona.

Leggi il post del 25.11:

 La Generalitat de Catalunya ha acordado ya la puesta en marcha del Instituto de Investigación contra la leucemia Josep Carreras


Il tenore ha affermato che questo centro rappresenta una "nuova via di speranza per combattere la leucemia", e che la sua fondazione, oltre a sostenere le banche di midollo per trapianti, fornisce anche assistenza sociale alle famiglie dei pazienti con scarse risorse. Da paziente grato, Carreras sostiene di vedere aprirsi una porta straordinaria, la realizzazione di un sogno che 22 anni fa, quando lui ha creato la sua fondazione, una volta guarito, non sarebbe stato possibile.

Photos from the latest concert and rehearsals




Josep Carreras durante la visita ai bambini affetti da Leucemia presso l'Ospedale di Seoul, Corea del Sud.


Josep, backstage con il soprano Hye Jung Kang, a Seoul.

Celebrant l'exit extraordinari del Barça...

29 de Novembre 2010
Camp Nou


Això és futbol!!
Gràcies nois!! 
Visca el Barça i Visca Catalunya!!

25/11/2010

La Generalitat de Catalunya ha acordado ya la puesta en marcha del Instituto de Investigación contra la Leucemia Josep Carreras

Proprio così, la Generalitat de Catalunya, il Governo Catalano, ha concordato due giorni fa, il 23 Novembre, la realizzazione dell'Instituto di Ricerca contro la Leucemia "Josep Carreras", che verrà gestito da una nuova fondazione in presenza della Generalitat de Catalunya e della Fundación Internacional Josep Carreras contra la Leucemia. L'obiettivo sarà  rendere questo istituto un centro di riferimento mondiale per la ricerca biomedica nel campo delle neoplasie ematologiche, in particolare, la leucemia. 

Il Presidente del Governo Catalano, José Montilla, e Josep Carreras  (qui ritratti nella foto) firmarono l'accordo di intenzioni nel mese di aprile 2009.

22/11/2010

Campaña de Navidad 2010: "Con 5 y sobre ruedas"

"Con 5 y sobre ruedas" è il nome della tanto attesa campagna di sensibilizzazione che la Fundación Carreras aveva promesso di mettere in atto per questo Natale: fcarreras.org


Nella pagina web della Fondazione sopra linkata potete trovare tutti i dettagli, ad ogni modo vi riporterò di seguito una breve spiegazione su cosa consiste.

L'obiettivo è dotare di una cyclette i 6 appartamenti di accoglienza predisposti dalla stessa Fondazione e finalizzati ad ospitare i pazienti, e le loro famiglie, che si stanno curando in un centro lontano dal luogo in cui vivono, e a garantire loro la possibilità di sottoporsi a terapie, o di ristabilirsi seguitamente il trapianto, senza problemi di carattere logistico. La cyclette permetterà ai pazienti di poter svolgere un'attività fisica compatibile con la loro condizione, al fine di recuperare un tono muscolare senza trascurare l'aspetto psicologico, ovvero una tangibile possibilità di tornare a vivere.

La spesa totale ammonta a 1500€, ma se ognuno di noi si impegnasse a donare 5€, forse entro Natale gli appartamenti disporrebbero già con la loro cyclette.

16/11/2010

23 years ago today Josep was given a second life

Non un compleanno, ma molto di più rappresenta la ricorrenza di oggi: una vera e propria rinascita per Josep Carreras, che 23 anni fa si sottopose un autotrapianto di midollo osseo che gli salvò la vita. 

Come lui stesso racconta nella sua autobiografia "Cantar desde el alma", conosciuta anche nell'edizione in inglese "Singing from the soul" era il 1987 e le risorse erano ben diverse da quelle che si dispongono ora: una diagnosi di leucemia terrorizzava molto più di quanto faccia al giorno d'oggi, le possibilità di guarigione erano di gran lunga inferiori, ed è abbastanza ovvio se si pensa che in 23 anni la ricerca ha compiuto passi da gigante. 
Josep Carreras in famiglia non disponeva di un donatore sufficientemente compatibile, per questo motivo l'unica strada percorribile sembrava essere l'autotrapianto: detto in parole molto semplificate, il midollo infetto è stato estratto, curato e re-iniettato. 


08/11/2010

Pulseras solidarias para la lucha contra la leucemia

La disegnatrice Lucía Canabal ha realizzato, in collaborazione con la Fundación Josep Carreras, braccialetti per sensibilizzare alla lotta contro la leucemia: sono disponibili in due versioni, una in cotone intrecciato, in rosa, ed una in cuoio, in marrone, con ciondoli d'argento, uno dei quali porta l'incisione NO LEUCEMIA.

La Fundación ne dà annuncio nel suo blog, e su facebook.

04/11/2010

Josep Carreras triumphed in Singapore

Dire "gradita" sarebbe come sminuire quanto ha rappresentato la presenza di Josep Carreras al Gala dell'Opera Italiana per il Singapore Sun Festival, tenutosi la sera del 2 Novembre presso l'Auditorium Esplanade, diretto dal Maestro Paolo Olmi. Oltre al tenore catalano e ovviamente all'Orchestra del Conservatorio di Singapore, hanno partecipato anche de giovanissime cantanti provenienti dalla Scuola dell'Opera del Maggio Musicale Fiorentino, ovvero il soprano Ivanna Speranza e il mezzosoprano Stephanie Lewis.


Carreras, oltre ad aver cantato assieme a loro, cimentandosi nel famoso duo per soprano - baritono de Don Giovanni di Mozart, Là ci darem la mano, ha entusiasmato il pubblico proponendo brani da Pietà Signore, resa con uno straordinario sentimento di contrizione, a Era de Maggio, tradizionale napoletana ma anche L'Ultima Canzone, Musica Proibita, Passione, la sua Rosó (Pel Teu Amor), che ha conquistato tutti e commosso anche chi non la conosceva, per non dimenticare l'immancabile Brindisi della Traviata.

Abbiamo un testimone di eccezione che ha raccontato l'esperienza vissuta attraverso i messaggi che ha lasciato su Facebook, nella sua pagina personale, e che ha scritto a me personalmente: mi riferisco al direttore, Maestro Paolo Olmi, qui sotto nella foto con Josep Carreras.