29/08/2011

Tutti con Salvatore Licitra

Mi sento in dovere, non solo da italiana, di dedicare un piccolo spazio per Salvatore Licitra, tenore italiano di fama mondiale, che in questo momento sta lottando per la propria vita, in seguito ai traumi riportati in un  grave incidente in moto nella notte tra sabato e domenica, in Sicilia. 

Mi sento vicina ai fans del Maestro Licitra, forse perché a suo tempo anche Josep Carreras si ritrovò a combattere per salvare la propria vita, ma soprattutto ai familiari, e allo stesso Salvatore. Le sue condizioni sono molto critiche, ma spero di tutto cuore che salvi la propria vita, e che il Signore lo assista in questa battaglia.

Un pensiero per lui con la speranza della sua vittoria, mentre riascoltiamo il suo Nessun Dorma, con bis annesso, presso l'Arena di Verona.

FORZA SALVATORE!!


21/08/2011

Die Oper kocht: el llibre es va presentar al Festival Castell de Perelada

Eccomi di ritorno dalle vacanze, già al lavoro con un nuovo post che ha come oggetto la presentazione, presso il Festival Castell de Perelada in Catalogna, di un libro che riunisce le immagini di alcuni tra i più grandi cantanti d'opera di fama mondiale immortalati in contesti a loro non abituali: di certo un cantante d'opera è noto per altro, non per le sue doti in cucina, perché la loro professione li porta lontani dall'ambiente domestico. Forse è proprio per questo che alcuni, provati dal dover pranzare o cenare solo nei ristoranti, si cimentano ai fornelli con le più svariate ricette.

elpais.com

L'esposizione era già stata presentata l'estate scorsa al Festival di Salisburgo, il 2 di Agosto è stata presentata in Catalogna, mentre a settembre viaggera fino al Metropolitan di New York, per poi tornare in Europa il mese successivo, presso la Royal Opera House di Londra, e all'Opera di Parigi.

Già in circolazione su youtube un video molto divertente, una sorta di The Making Of, da cui sono tratte le fotografie esposte. 



11/08/2011

One more interview from Moscow

Cerchiamo di insaporire questo agosto vacanziero per molti, e tra poco anche per me, con un'intervista, di cui finalmente è pervenuto il testo, che Josep Carreras ha rilasciato per la stampa russa, nel mese di luglio, in occasione della sua visita a Mosca.


All'interno della conversazione, diversi sono stati gli argomenti affrontati: primo fra tutti i ricordi, quelli più piacevoli che ha collezionato nella sua vita: distinzione d'obbligo è quella tra ricordi professionali e personali, e sono questi ultimi principalmente ad essere menzionati dal tenori, in particolare quelli legati alla nascita dei suoi due figli, e dei ben quattro nipotini. Questi sono i ricordi che ti accompagnano per sempre, perché purtroppo tutto il resto non è eterno, almeno non quanto l'amore per figli e nipoti.

Dai ricordi personali, si passa alla sua iniziale frequentazione dell'Università di Barcellona, presso la Facoltà di Chimica, scelta dovuta all'iniziazione di un'attività legata a una piccola azienda di cosmetici da parte di suo fratello e suo cognato. È più che comprensibile la prudenza della sua famiglia, che ha voluto comunque garantirgli un'istruzione, al di là dei suoi studi di canto. Ma si sa, il giovane Josep non ha voluto rinunciare al suo sogno. E siamo tutti d'accordo dell'ammettere che ha fatto bene.

08/08/2011

Josep Carreras canta "Un Núvol blanc" del gran Lluís Llach

Per chi fosse estraneo a quella che in gergo si chiama la "nova cancó catalana" e i suoi grandi interpreti, con Josep Carreras ha comunque modo di avvicinarsi a un alto livello di cantautorato, ascoltando i suoi duetti con forse... anzi, senza forse... i più grandi songwriters catalani.
Tutti abbiamo ben presente lo squisito duetto con Joan Manuel Serrat nella sua Paraules d'amor, ma non sono affatto da meno i momenti musicali che accostano il nostro tenore all'altro grande, nativo dell'Empordà, e nello specifico di Verges: Lluís Llach.

Vi ho già parlato di Lluís Llach circa un mese fa, proponendovi l'ascolto dell'emblematica Abril 74, per altro unico video in circolazione su youtube di un momento dei concerti che hanno visto insieme Llach e Carreras nel programma Junts, un pogramma rappresentato in primis al Palau Sant Jordi di Barcelona, ma anche in altre occasioni come il Festival Jardins de Cap Roig, nell'edizione del 2004. E proprio per questo Festival, per il quale Josep Carreras ha appena cantato con lo straordinario concerto del 30 luglio, un po' di tradizione catalana era d'obbligo, ed è per questo motivo che tra tanti brani napoletani, nel programma ufficiale si è fatta largo la grande canzone firmata Lluís Llach che vi voglio proporre oggi, Un núvol blanc.

03/08/2011

L'emoció feta a cant: Josep Carreras va impressionar a Cap Roig

Avevo promesso che avrei cercato di mantenere intatta la mia oggettività, ma mi chiedo fino a che punto si possa essere oggettivi quando si tratta di mettere su carta, anche se solo virtualmente, qualcosa che si ha vissuto sulla propria pelle, e in modo tanto intenso. Fisicamente sono qui al computer che scrivo, ma la mia testa è ancora là, in Catalunya. 
Il concerto di Josep Carreras per il Festival Jardins de Cap Roig era da tempo previsto per sabato 30 Luglio, alle 22, ma qualche giorno prima le previsioni metereologiche sembravano mettere in dubbio lo svolgersi dell’evento per la data prefissata, previsioni che non erano frutto di fantasia, e che infatti non hanno risparmiato buona parte del Barcelonès, colpito duramente dalla grandine. Ma i miracoli esistono, e ogni tanto bisogna crederci: a Calella de Palafrugell splendeva il sole nel tardo pomeriggio di sabato, e a Cap Roig si poteva godere di un panorama talmente bello da levare il fiato. 

photo by:  aragirona.cat

L’attesa dell’inizio del concerto per i più è stata piacevolmente trascorsa gustando qualche leccornia, sorseggiando un caffè o qualcosa di fresco all’interno dei giardini, a fianco del castello che, orgoglioso, sorregge la bandiera catalana. Altri non hanno potuto fare a meno di vivere le ore precedenti con un velo di nervosismo emozionato per l’imminente evento che in ogni sua edizione ha garantito un successo strepitoso, e che anche questa volta, lo sapevamo, non avrebbe fatto eccezione.