27/11/2011

"Il Video della Settimana": Josep Carreras sings La Dolcissima Effigie, Tokyo 1976

Rieccoci un'altra domenica con il Video della Settimana.
Questa settimana ha previsto l'approdo di Josep Carreras a Tokio per due occasioni: un recital dal nome "Sogno" e un concerto dal nome "Zarzuelas" che avranno luogo alla Suntory Hall il 29 Novembre e il 2 Dicembre, per la felicità di tutti i fans giapponesi, che sono tanti e che sanno molto bene come esprimere la loro ammirazione entusiastica. Questo fa di loro un pubblico tra i prediletti per i cantanti d'opera, e nel caso specifico per Josep. Basti ricordare che che proprio ai piedi del Monte Fuji è nato il primo Fans Club di Carreras.

Se volgiamo uno sguardo al passato, ce ne sono di memorabili di momenti in cui il pubblico è stato conquistato dal fascino di questo tenore straordinario, innamorandosene ogni volta.

Tra i tanti, ho dovuto sceglierne uno... per questa domenica. E la mia scelta è ricaduta proprio su La Dolcissima Effigie, dall'opera di Cilea, Adriana Lecouvreur. Non nascondo che si tratta di un'aria che amo moltissimo, una di quelle per cui, secondo me, nessuno potrà mai cantare come Josep. E questo va al di là della fedeltà che suppone l'essere una fan.
È uno dei pezzi che, per l'enorme intensità, ti tengono in pugno, e ti fanno trattenere il respiro su quel crescendo da "delle pugne fiammante entro i vapor...", e poi "ti ascolterò, Adriana..." che alimentano una trepidante emozione che si rilascia su quel dolcissimo "Bella tu sei", pronunciato in un modo che potrebbe convincere chiunque della veridicità del contenuto.

Amici, è difficile descrivere le emozioni. Vi lascio il video di questo momento sublime, uno dei tanti che ha visto Josep Carreras affiancato da Montserrat Caballé.


25/11/2011

Some news waiting for the 17th José Carreras Gala

Qualche anticipazione in merito alla diciassettesima edizione del José Carreras Gala che si terrà a Lipsia il 15 Dicembre: il gala verrà trasmesso in diretta alle ore 20:15 sul primo canale televisivo tedesco, ARD - DAS ERSTE

mdr.de (article and video)

Per i pochi che non lo sapessero, dal 1995, ogni anno prima di Natale Josep Carreras tiene questo gala benefico nella città di Leipzig: con il motto "Leukämie muss heilbar werden, immer und bei jedem" (la leucemia deve essere sempre curabile, per tutti e in ogni caso), Carreras chiederà donazioni in beneficio della José Carreras Leukämie Stiftung, la sede tedesca della sua Fondazione contro la leucemia.

20/11/2011

"Il Video della Settimana": Josep Carreras sings Wind of Change with Klaus Meine

Rieccoci ancora una volta con la proposta del Video della Settimana.

Il video che vi voglio proporre questa settimana mi è stato suggerito da tante cose ma nessuna in particolare: si tratta di Wind of Change degli Scorpions. Questo bellissimo brano è stato composto da Klaus Meine, ed è stato ispirato dai cambiamenti politici che in quel periodo, attorno al 1990, si stavano verificando dell'est europeo.
Di cambiamenti ce ne sono tanti in questo periodo, anche di natura politica, come sta succedendo in Italia, ma anche in Spagna in cui proprio oggi è giornata di elezioni. 

Aria di cambiamenti, dunque... sotto tanti aspetti. E un modo piacevole per constatarlo potrebbe essere ascoltare questo brano cantato dalle voci di Josep Carreras e lo stesso Klaus Meine, in un momento di grande intensità emotiva nell'edizione del 2009 del José Carreras Gala



Godetevi questo video, nel frattempo vi ricordo l'appuntamento per domenica prossima, con un altro Video della Settimana. Buona settimana a tutti!!

16/11/2011

Fa 24 anys, el dia que li va salvar la vida a en Josep Carreras

Questo pensiero non può che prendere vita dalle note che in una data circostanza hanno costituito una vera e propria colonna sonora. 


In data odierna ricorre il 24esimo anniversario dell'autotrapianto di midollo osseo cui Josep Carreras ha dovuto sottoporsi come unica speranza di guarire dalla leucemia linfoblastica acuta precedentemente diagnosticatagli nell'Ospedale Americano di Parigi a metà del mese di luglio dello stesso anno. 
In quel frangente, lo scenario non era più la capitale francese, né Barcellona... bensì il il Centro di Ricerca sul Cancro Fred Hutchinson di Seattle
Josep Carreras spiega nel dettaglio l'evoluzione della sua malattia nel suo libro di memorie De viva veu (A viva voz). Nello specifico, non disponendo di un donatore compatibile con un'alta percentuale in famiglia, Josep ha dovuto fare il donatore per sé stesso: una volta estratto e curato, il suo midollo osseo gli è stato reiniettato. Era il 16 Novembre del 1987.

13/11/2011

"Il Video della Settimana": Josep Carreras canta Cançó de Sants

Eccoci di nuovo per un altro Video della Settimana

Prometto di essere breve, questa volta. L'omaggio di questa settimana è al patriottismo, all'avere chiare le proprie origini, le proprie radici a prescindere dal percorso che ti ha destinato la vita. Tutto questo è qualcosa che si può riassumere con una parola sola: identità, la stessa che Josep mostra con orgoglio sfilando dal taschino della giacca la piccola senyera. La stessa tematica è trattata nell'intervista al tenore pubblicata da ara.cat, dove Carreras afferma di sentirsi "extremadament patriota i català". Chi lo conosce bene lo ha riscontrato più volte, e il fatto che internazionalmente sia più noto come José non significa assolutamente niente... o forse una cosa sì: durante la dittatura i nomi catalani non erano ammessi.

Josep Carreras è nato e cresciuto a Sants, un quartiere non del centro di Barcellona. Nel Bar Bosquet, non lontano dalla sua casa natale del Carrer de Galileu, Carreras si vede con regolarità con i suoi amici di infanzia ed ex compagni di scuola. 

Per quanto detto, il brano che vi propongo questa settimana è la splendida Cançó de Sants, che Josep Carreras interpreta con Núria Feliu.


Gotetevi questo brano!! L'appuntamente è per domenica prossima con un altro video. Buona settimana a tutti!!

08/11/2011

La Fundación Josep Carreras lanza una nueva camiseta solidaria hasta la médula

La Fundación Josep Carreras contra la leucemia ha presentato la settimana scorsa una nuova maglietta che è doveroso indossare per tutti i solidali fino al midollo.

Para todos los detalles hacer click en la web de la Fundaciónfcarreras.org


Nella maglietta spicca l'immagine colorata di Medulín nei panni di un supereroe che, attraverso la Fondazione, cerca donatori di midollo osseo compatibili per tutti i pazienti di leucemia e altre malattie del sangue che ne abbiano bisogno. Uno dei tanti casi è il piccolo Leo, un bimbo di 10 mesi di Barcelona, affetto da una rara malattia dal nome Immunodeficienza severa combinata, la cui unica possibilità di cura sarebbe un trapianto di midollo da un donatore non imparentato.

Medulín è un supereroe, ma ha bisogno di noi: possiamo aiutarlo comprando questa maglietta che lo ritrae, e che chi è sensibilizzato per questa causa indosserà orgogliosamente.

07/11/2011

Josep Carreras seduced the audience in Warsaw


È il momento di farsi un’idea sul concerto di Varsavia che che Josep Carreras ha offerto nella serata di venerdì presso la Congress Hall della città, condividendo la scena con il soprano Nataliya Kovalova, e la Polish Chamber Orcherstra (Orkiestra Kameralna L'Autunno) diretta dal Maestro David Giménez.

dziendobry.tvn.pl: Intervista rilasciata dal tenore in cui parla della precoce scoperta della sua vocazione, della sua battaglia contro la leucemia, del suo legame con la Polonia, le amicizie in questo paese, e il suo desiderio di anni fa di comprarci un appartamento.

La Orkiestra Kameralna L'Autunno ha pubblicato nella sua pagina di facebook alcune foto del concerto.


Per fortuna oltre a un articolo di non immediata interpretazione, ho potuto contare su qualche altra fonte, qualcuno che ha assistito personalmente al concerto e che mi ha dato qualche spunto in più per delinearne lo svolgimento. Ringrazio di cuore Eva per questo!!

06/11/2011

"Il Video della Settimana": Josep Carreras y Simón Orfila in Samson et Dalila

Rieccoci un'altra domenica in compagnia del Video della Settimana. E come annuncia il titolo sarà un'altra domenica di opera che attingerà dal repertorio francese, in particolare dal compositore Camille Saint Saëns. L'opera in questione è Samson et Dalila, siamo al Gran Teatre del Liceu di Barcelona, e la performance risale al 2001. Si tratta dell'ultima opera che finora ha interpretato il nostro Josep

Probabilmente vi chiederete come mai non abbia scelto momenti più topici di quest'opera, intendo dire topici per il ruolo di Samson, come nel duetto Mon coeur s'ouvre a ta voix che culmina con quel Je t'aime cantato in pianissimo... da brividi. Se lo volete rivedere cliccate pure qui.
Ma Josep Carreras non ha bisogno che si richiami il momento centrale di un'opera perché se ne sottolinei la meraviglia, e per questo motivo scelgo un altro momento sicuramente centrale per un altro personaggio, e dietro di lui un altro cantante... Simon Orfila, che attualmente sta interpretando il ruolo di Douglas d'Angus nell'opera rossiniana La Donna del Lago in scena al Teatro Alla Scala di Milano.

Avere l'onore di passare qualche piacevolissima ora in compagnia di Simon significa avere la conferma della primissima impressione che avevo avuto dalle prime email che ci eravamo scambiati ancora all'inizio di questa avventura del blog: dietro alla figura di una delle più belle voci di basso-baritono della generazione attuale di cantanti d'opera non si nasconde nessun divo, ma una persona "normale", dotata di grande simpatia; dietro la sensibilità interpretativa, c'è l'amore per le grandi voci, ci sono gli idoli... e tra questi spicca anche Josep Carreras.

02/11/2011

Josep Carreras has opened a new Leukemia Unit in Eppendorf University Hospital in Hamburg

Ieri Josep Carreras ha partecipato personalmente all'apertura di una nuova unità ospedaliera destinata al trattamento contro la Leucemia nell'Ospedale Universitario Eppendorf (UKE) nella città tedesca di Amburgo.
All'interno del trattamento realizzato è prevista la pratica di sport e anche la musicoterapia che, come è scientificamente testato, influisce positivamente sui pazienti: anche Josep Carreras ha piena fiducia nella musicoterapia, siccome nella sua esperienza personale la musica aveva giocato un ruolo importante, in primis con il Secondo Concerto per Pianoforte di Rachmaninov

abendblatt.de (01.11)
abendblatt.de (02.11)
hamburg1.de (video)
picturedesk.com (photos)

La nuova unità, che fa riferimento al Hubertus Wald Tumorzentrums,  prenderà il nome del tenore e offrirà un migliore trattamento ai pazienti, e conseguentemente una migliore qualità di vita. L'UKE (Universitätsklinikum Hamburg Eppendorf) ha contato sul supporto della Fondazione di Carreras per il finanziamento di questo progetto, che ammonta a circa 100.000 €, e in generale ha investito 6 milioni di Euro per finanziarne la ricerca.