24/12/2012

Last window of the Advent Calendar: Merry Christmas to all of you!!

E non potevo dimenticarmi di tutti voi, la notte di Natale. Il Blog Josep Carreras porge a tutti voi i migliori auguri di Buon Natale e di un felice anno nuovo 2013: vi lascio in via eccezionale l'ultima finestrella del nostro Calendario d'Avvento.

CHRISTMAS ADVENT CALENDAR 2012

Click here and get your last Christmas surprise!!!
 Secondo me nessun altro brano potrebbe rappresentare meglio la magia della notte di Natale, e spero con tutto il cuore che ne porti un po' nelle vostre case.

TO ALL OF YOU, THE VERY BEST WISHES FOR A MERRY CHRISTMAS AND A HAPPY 2013 FULL OF JOY, HEALTH, AND LOVE!!

23/12/2012

"Il Video della Settimana" & Advent Calendar (Christmas surprise): Josep Carreras sings L'Improvviso from Andrea Chénier (debut, Liceu 1979)

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Domenica dell'Antivigilia di Natale: mancano due giorni, è vero, ma ho deciso di portarmi avanti con qualche regalo anticipato, di natura operistica: qualcosa di molto speciale che, anche se apparentemente sembra aver poco a che vedere con il Natale, è molto più inerente di quanto possiate immaginare. Il giorno di Natale di 33 anni fa, il 25 Dicembre 1979, Josep Carreras debuttava come Andrea Chénier al Gran Teatre del Liceu. Insieme a lui, il cast vantava nomi del calibro di Montserrat Caballé e Juan Pons

Josep Carreras making his debut as Andrea Chénier. Gran Teatre del Liceu, December 1979. Source: GTL - Antoni Bofill
Andrea Chenier è forse l'opera lirica più nota del compositore Umberto Giordano, insieme a Fedora: di natura verista, si compone di quattro atti con libretto di Luigi Illica, e trae ispirazione dall'esperienza biografica del poeta francese André Chénier, vissuto nel secolo XVII. Il contesto storico è quello della Rivoluzione Francese, in particolare il periodo spietato del terrore.

Josep Carreras gave voice to Christmas in Bratislava

Circa 24 ore dopo il concerto straordinario di Mosca, la sera del 20 Dicembre Josep Carreras si è esibito sul palco della Arena Ondrej Nepela di Bratislava per offrire l'ultimo concerto prima di Natale. Il tenore è stato affiancato dal soprano russo Natalia Ushakova, da David Giménez che ha diretto la Filarmonica di Stato di Kosice, e dal Coro del Teatro di Stato di Kosice, per dare voce ancora una volta allo spirito del Natale. 

PRESS
m.hudba.zoznam.sk

PHOTOS
m.hudba.zoznam.sk
www.webnoviny.sk
www.pluska.sk

Josep Carreras, hugely ovationed during his concert in Bratislava. Source: m.hudba.zoznam.sk

Analogamente a quanto è avvenuto a Sofia, il concerto si è composto di due parti: l'una di stampo più classico, e l'altra ispirata alle imminenti festività natalizie.

21/12/2012

Josep Carreras and Plácido Domingo sang together a charitable concert in Moscow

Ecco un po' di materiale relativo al'esclusivo concerto di Natale che Josep Carreras e Plácido Domingo hanno cantato insieme presso la sala della Cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca, nella sera di mercoledì 19, a sostegno dei bambini disabili e della famiglie meno agiate. Trattandosi di un evento privato, cui hanno avuto accesso solo invitati specifici, solo materiale fotografico, ed un video riproposto da più fonti, è tutto ciò che è stato possibile rintracciare in rete.
Non è chiaro se i due tenori si siano esibiti anche durante la cerimonia inaugurale del Terminal A dell'Aeroporto, come era inizialmente previsto. 
Trattandosi di un concerto adeguato a questo periodo dell'anno, come è stato presentato da Carreras al Presidente Putin, il programma avrà riunito molti tra i canti natalizi più tradizionali, nell'esecuzione dei quali Carreras e Domingo sono stati accompagnati da due partners femminili, e da David Giménez. Ma sicuramente hanno eseguito anche qualcosa di particolarmente riservato a questa occasione così speciale, qualcosa che tenesse conto del contesto e dell'occasione straordinaria che li ha riuniti ancora una volta.
Dai video possiamo ascoltare una straordinaria versione cantata del celeberrimo Walzer dei fiori, dalla Suite del balletto Lo Schiaccianoci di Tchaikovsky, un azzeccatissimo omaggio alla Russia.

Plácido Domingo and Josep Carreras in Moscow. Source: RIA Novosti
In merito alle altre attività svolte da Carreras e Domingo nei giorni immediatamente precedenti vi rimando al post anteriore.

18/12/2012

Josep Carreras' and Plácido Domingo's charitable activity in Moscow before their concert of tomorrow

In seguito all'arrivo di Plácido Domingo a Mosca avvenuto domenica, l'attività insieme a Josep Carreras ha avuto inizio ieri mattina con la loro visita presso l'Ospedale Pediatrico Filatov, per un evento benefico durante il quale hanno trascorso un po' di tempo insieme ai bambini, parlato con loro, e consegnato un assegno destinato all'acquisto di materiale ospedaliero necessario. La prima foto di questo evento è stata pubblicata ieri, e mostra Carreras e Domingo insieme a Yalena Sever, organizzatrice del Federation Fund. Altre immagini dell'evento sono state pubblicate oggi.

Plácido Domingo and Josep Carreras visiting children at the Filatov Hospital in Moscow. Source: PURE PEOPLE
PHOTOS

16/12/2012

"Il Video della Settimana" & Advent Calendar (Christmas surprise): Josep Carreras sings Santa Lucia

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Questa settimana è stata abbastanza intensa, partendo dal successo del concerto di Sofia, e altri impegni annessi, il record assoluto del José Carreras Gala 2012, e l'arrivo di Josep Carreras a Mosca, in occasione del concerto privato insieme a Plácido Domingo, previsto per mercoledì prossimo, 19 Dicembre.
Come ha informato ieri la Fondazione di Josep Carreras in Germania, nella data di ieri le donazioni avevano superato i 7,5 milioni di euro, cifra mai raggiunta nelle precedenti edizioni.

La data in cui si è celebrato il José Carreras Gala 2012 è stata il 13 Dicembre, giorno di Santa Lucia, patrona della vista e protettrice di tutti coloro che ne soffrono, come i non vedenti o persone affette da altre malattie dell'occhio, oltre a chi le cura come gli oculisti. 
In molte zone d'Italia, Santa Lucia è una sorta di anticipazione del giorno di Natale, visto che i bambini ricevono doni, chiamati per questo motivo "doni di Santa Lucia": questa usanza viene accompagnata da vere e proprie celebrazioni cittadine. Fuori dall'Italia, Santa Lucia si celebra in molti paesi europei come extraeuropei. In particolar modo, è una festività molto sentita in Svezia, e ciò trova giustificazione nel fatto che si tratta di una martire venerata sia dai Cristiani sia dai Luterani. Nel paese scandinavo, è molto diffusa una canzone ispirata alla santa, dal titolo Luciasången, che non è altro che l'adattamento svedese di una nota canzone napoletana di Teodoro Cottrau, intitolata proprio Santa Lucia, da non confondersi con un'altra famosa che invece si chiama Santa Lucia luntana.

15/12/2012

Josep Carreras and Plácido Domingo together in Moscow to sing a Christmas concert next 19 December

Da tempo leggevo il nome della città di Mosca tra gli appuntamenti che Josep Carreras avrebbe avuto nel mese di dicembre, ma solo ieri sono stata informata di cosa consiste questo evento, ed è qualcosa di realmente straordinario.
Il prossimo 19 Dicembre, Josep Carreras si esibirà insieme a Plácido Domingo in un concerto di Natale a Mosca.
Si tratta del primo concerto che i due cantano insieme dopo la morte di Luciano Pavarotti, quindi il primo dopo l'avventura dei Tre Tenori. Per ricordare Luciano, avevano duettato nel 2008 a Petra nel brano Non ti scordar di me, ma al di là di quest'unico brano, non abbiamo ancora avuto modo di vederli cantare ancora un concerto insieme.

Plácido Domingo and Josep Carreras in Petra performing in the Pavarotti Memorial Concert in 2008.
È quindi un vero peccato per noi che un evento così straordinario venga a coincidere con un evento privato: il loro concerto ha finalità benefiche e si celebrerà in occasione dell'inaugurazione del Terminal A dell'Aeroporto Internazionale di Vnukovo.

14/12/2012

Mission accomplished: since 1995, the José Carreras Gala in Germany has raised more than 100 million Euros for the fight against leukaemia

Missione compiuta!! L'obiettivo centrale di questa 18esima edizione, ed ultima con MDR, del José Carreras Gala era di raggiungere l'importo di 100 milioni di Euro, come cifra complessiva raccolta a partire dalla primissima edizione del 1995. Ieri sera, il José Carreras Gala 2012 è stato trasmesso sia dal primo canale televisivo tedesco, ARD sia online via livestream su Ard Mediathek.

Kim Fisher and Josep Carreras. Source: MDR - Andreas Lander
2012: 7,5 MILIONI DI EURO
1995 - 2012: +100 MILIONI DI EURO

A partire dalle 8:15, orario d'inizio previsto e rispettato, si sono accumulate migliaia di donazioni, quantitativi molto vari, che tuttavia non si sono arrestati con la conclusione del programma. Kim Fisher, che affiancava Josep Carreras nella conduzione del programma, in conclusione ha annunciato con emozione la cifra di € 7.022.956: indicativo è stato il gesto del tenore con la mano che simulava il battito del suo cuore nell'attesa del verdetto finale, ma ancora più esplicita è stata la sua espressione di sollievo e la gratitudine che splendeva nei suoi occhi nell'apprendere la cifra che, nonostante tutto, aumentava senza fermarsi. Dopo l'abbraccio della presentatrice, Carreras ha ringraziato di cuore con il suo "Danke Deutschland" il popolo tedesco, la cui sconfinata generosità ha permesso di raggiungere questo grandissimo risultato. "Ma non si tratta di soli soldi" - ha precisato il tenore: "Questa cifra significa speranza e determinazione per tutti i pazienti che stanno lottando contro la leucemia".

11/12/2012

Josep Carreras seduced the audience in Sofia with his Christmas concert

Ieri sera presso il National Palace of Cuture di Sofia si è tenuto un magnifico concerto con il quale Josep Carreras, il soprano Celine Byrne, David Giménez con la Filarmonica di Sofia e il Coro Filarmonico Nazionale "Svetoslav Obretenov" hanno confezionato al pubblico un meraviglioso regalo di Natale, creando un'atmosfera magica attraverso le musiche più tradizionali di sempre.
La sala gremita si stringeva attorno al palco addobbato a festa, ed ha goduto di un concerto articolato in due parti, delle quali la prima proponeva un repertorio classico, mentre il secondo si ispirava allo spirito più natalizio, cui hanno fatto seguito ben cinque encores.
Momentaneamente ho trovato una sola review, ma qualora dovessi trovarne altre, il post verrà aggiornato. Ho avuto comunque qualche informazione preziosa, quindi posso integrare. Grazie Alice!! In compenso abbiamo tanti video, quindi direi che possiamo ritenerci comunque molto soddisfatti.


Il concerto si è aperto con il primo momento strumentale nel quale l'Orchestra Filarmonica di Sofia, sapientemente guidata dal Maestro David Giménez, si è esibita con le Polovtsian Dances, tratte dall'opera Prince Igor del compositore russo Aleksandr Borodin, un'inaugurazione in grande stile cui ha fatto seguito l'acclamatissimo ingresso del tenore catalano, accolto con implacabile entusiasmo del pubblico: Carreras ha ulteriormente scaldato l'atmosfera con due brani napoletani quali Marechiare e Passione, per poi alternarsi con il soprano irlandese Celine Byrne, con cui ha condiviso il palco in diverse occasioni negli ultimi anni.

10/12/2012

Josep Carreras honoured the memory of Ghena Dimitrova and celebrated the 5th anniversary of the Chopard Boutique in Sofia on occasion of his Christmas concert of tonight

Josep Carreras è giunto nel tardo pomeriggio di sabato a Sofia in occasione del concerto di Natale che offrirà  questa sera insieme al soprano Celine Byrne e al Maestro David Giménez, presso il National Palace of Culture.
Le bassissime temperature a Sofia risultano essere in netto contrasto con il calore dell'accoglienza riservata a Josep Carreras fin dal suo arrivo in aeroporto, dove ha tenuto una breve conferenza stampa. Anche ieri è stata una giornata densa di impegni: per prima cosa ha preso parte alla celebrazione del quinto anniversario dell'apertura di una boutique Chopard a Sofia, mentre in seguito ha partecipato in veste di ospite d'onore alla presentazione di un libro dedicato al grande soprano bulgaro, Ghena Dimitrova presso l'Opera di Sofia. L'entusiasmo bulgaro si riversa nella grande quantità di materiale fotografico che è stato pubblicato nelle ultime ore. Ho cercato di suddividerlo per argomenti, spero vi sia utile.

AIRPORT
bg.time.mk
dnes.dir.bg
www.bta.bg
bulphoto.com
www.vesti.bg

CHOPARD
www.slava.bg
dartsnews.bg
trud.bg
emodno.com

SOFIA OPERA
bta.bg
bta.bg

09/12/2012

"Il Video della Settimana" & Advent Calendar (Christmas surprise): Josep Carreras and Herbert Grönemeyer sing "Mensch" (Ser humano) (José Carreras Gala 2003)

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Questa settimana, segnata tra l'altro dalla cerimonia di Düsseldorf durante la quale Josep Carreras è stato premiato con il German Sustainability Award, è caratterizzata anche da un countdown verso la diciottesima edizione del José Carreras Gala che, come già sapete, andrà in onda su ARD - Das Erste alle 20:15 di giovedì prossimo, 13 Dicembre, indiretta dalla Neue Messe di Lipsia. In questi giorni ho gustato momenti meravigliosi che si sono susseguiti in queste, per ora, 17 edizioni durante le quali il Gala di Josep Carreras si è affermato come esponente di maggior successo di questo format con finalità benefiche. Un must, un appuntamento imperdibile in Germania nei giorni immediatamente precedenti a Natale.
Per questo motivo, per dimostrare ancora una volta quanto questo programma sia valido anche artisticamente, oltre che umanamente, vorrei dedicare questa edizione del Video della Settimana all'attesa di questo José Carreras Gala 2012
Ho scelto uno dei momenti forse più emozionanti per una serie di motivi che forse non sono noti a tutti: si tratta di una performance tratta dall'edizione del 2003, un duetto tra Josep Carreras e Herbert Grönemeyer in quella che forse è la canzone più nota di quest'ultimo, Mensch.


Herbert Grönemeyer, Herbie, com'è noto tra i fans, è un musicista tedesco di grandissimo successo, popolare  anche in Austria e Svizzera.

08/12/2012

Josep Carreras received the German Sustainability Award 2012 in Düsseldorf

Ieri sera, presso l'Hotel Maritm di Düsseldorf, ha avuto luogo la cerimonia di gala per il Deutsche Nachhaltigkeitspreis 2012, ovvero il German Sustainability Award del 2012: tra i premiati di quest'anno figurava anche il nostro tenore, Josep Carreras, per la sua opera umanitaria a favore della lotta contro la leucemia. Il premio consisteva in una somma di € 30.000 che Carreras ha destinato interamente alla sua Fondazione in Germania, la José Carreras Leukämie Stiftung. Per l'occasione, avrebbe anche offerto una performance esclusiva
La Fondazione madre di Barcellona, la Fundació Josep Carreras, ne riportava già la notizia ieri nel tardo pomeriggio.


PRESS

In tarda serata mi è stato possibile vedere in diretta la premiazione direttamente dal sito web, dopo lunga attesa con qualche difficoltà tecnica.
Prima del momento della premiazione, la celebre attrice italiana Claudia Cardinale è stata protagonista della laudatio in lingua inglese dedicata al tenore, durante la quale ne ha risaltato la brillante carriera e la dura prova cui la vita improvvisamente l'aveva messo davanti, e che ha superato per poi investire gran parte della sua vita nella lotta contro la stessa malattia che lo aveva colpito attraverso la fondazione che porta il suo nome e che attivamente presiede.

05/12/2012

Molt feliç aniversari a Josep Carreras que avui fa 66 anys!!!

Ogni volta che mi trovo a scrivere in questo giorno così speciale è sempre una grande emozione. Con gioia annuncio a chi per caso non lo ricordasse che oggi Josep Carreras festeggia il compleanno: il nostro tenore venne alla luce il 5 Dicembre di sessantasei anni fa nel quartiere barcellonese di Sants, come terzogenito di Josep Carreras Soler e Antònia Coll

Meno di un mese fa parlavamo del "secondo compleanno", quel "day zero" marcato dall'autotrapianto di midollo osseo, la prima vera tappa del suo arduo percorso verso la guarigione dalla leucemia. Oggi, invece, parliamo di un compleanno più tradizionale, ma si tratta sempre di un evento importante cui prendiamo parte con una certa emozione quando si celebra una persona a noi cara. So bene di parlare a nome di tutti voi, quando dico che proprio di questo si tratta: Josep Carreras è una presenza importante nella vita di tutti coloro che, come noi,  hanno scoperto una certa affinità per quella sensibilità unica e speciale che caratterizza il suo essere artista, per coloro che rimangono indifesi di fronte alla sincerità della sua interpretazione, in estasi per la squisita bellezza della sua voce, per coloro che ammirano anche la sua attitudine positiva e coraggiosa nei confronti della vita, per chi intravede nel suo sguardo la confortante luce della speranza. Per chi lo stima artisticamente ed umanamente, per chi, semplicemente, non può fare a meno di provare grande affetto nei suoi confronti.

02/12/2012

"Il Video della Settimana" & Advent Calendar (Christmas surprise): Josep Carreras sings "Pourquoi me réveiller?" from Werther (Vienna, 1986)

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Non so se ricordate che, circa un mese fa in un'edizione vi accennavo alla mia intenzione rimandare un video, che doveva essere quello previsto per quel giorno, a data da destinarsi per complicazioni di carattere tecnico. Vi avevo anche assicurato che non avreste dovuto attendere molto, ed ho mantenuto la mia promessa. L'edizione odierna è di nuovo di stampo operistico e vi propone una delle arie più belle e conosciute in assolute: tutti conoscerete bene "Pourquoi me réveiller?", dal terzo atto del Werther di Massenet. Josep Carreras debuttò in questo ruolo il 18 Ottobre del 1978 presso l'Opera di San Francisco, motivo per cui questo video era previsto un mese fa. Ma l'unica versione video in circolazione è più tarda e risale al 1986, quando quest'opera era in scena all'Opera di Vienna. La prima funzione si tenne il 30  Novembre, e la seconda fece seguito il 3 Dicembre, motivo per cui ho preferito posticipare ad oggi quest'argomento. 


Josep Carreras as Werther, 1986.

Ultimamente ho sviluppato un grande interesse per quest'opera di Jules Massenet e ne ho discusso a lungo con il mio amico Miquel, che ringrazio di tutto cuore per il preziosissimo contributo.

25/11/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras canta "En aranjuez con tu amor", el adagio del Concierto de Aranjuez de Joaquín Rodrigo

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

La tipologia del video di questa settimana era già stata prevista da tempo, come ultimamente succede cerco di organizzarmi con un certo anticipo, ma sapevo perfettamente che a suggerirmi il titolo sarebbe stato il programma del grande concerto che Josep Carreras ha cantato a Mendoza giovedì scorso che, come abbiamo già visto, è stato studiato a regola d'arte per un'occasione davvero unica. Un repertorio ispirato alla migliore Zarzuela e a compositori spagnoli di gran rilievo. Ad attirarmi è stato un brano di cui non ho ancora parlato nel dettaglio nel blog, dal titolo En Aranjuez con tu amor. Il Concerto di Aranjuez, opera da cui questo brano è tratto, è un componimento per chitarra e orchestra scritto nel 1939 dal grande compositore spagnolo Joaquín Rodrigo, tra i principali esponenti del panorama musicale spagnolo del dopoguerra. È stato eseguito per la prima volta l'anno successivo nel Palau de la Música Catalana di Barcellona
Si tratta dell'opera musicale spagnola forse più interpretata a livello internazionale: composto di tre movimenti, l'adagio centrale è sicuramente la maggior fonte di ispirazione, dal momento in cui è stato impiegato in diversi film oltre ad essere interpretato da una grande varietà di artisti, da Miles Davis passando per il pop fino a raggiungere diversi cantanti d'opera. 
Joaquín Rodrigo ha definito questo secondo movimento "un dialogo tra la chitarra e gli altri strumenti solisti", ed è caratterizzato da un andamento lento, un'atmosfera molto intima ricreata dalla dolce e riservata melodia della chitarra.

23/11/2012

Josep Carreras regaló a Mendoza un momento histórico para recordar

La grande notte di Mendoza non ha deluso le aspettative: Josep Carreras e Verónica Cangemi hanno offerto alla città natale del soprano il suo grande momento storico attraverso un concerto all'aperto e gratuito presso il Centro Culturale Julio Le Parc di Guaymallén. Insieme a loro, il cherenguista Jaime Torres, David Giménez alle redini dell'Orchestra Filarmonica di Mendoza, il Coro Universitario e il Coro de Cámara de la UNCuyo, José Luis Castiñeira de Dios e il Grupo Anacrusa. Una moltitudine di ben 12.000 persone non ha voluto rinunciare ad assistere al grande evento celebratosi del giorno di Santa Cecilia, patrona della musica.

PRESS AND PHOTOS

Il programma previsto, è risultato complessivamente fuori dall'usuale: i primi applausi sono arrivati con la presentazone della Filarmonica di Mendoza e del Grupo Anacrusa, diretti da David Giménez, sancita dall'esecuzione dell'intermezzo de El Baile de Luis Alonso di Gerónimo Giménez, primo momento di un percorso che ha per oggetto la Zarzuela, che ha subito dopo contato sull'intervento dei due cantanti. Josep Carreras, per prima volta davanti al pubblico di Mendoza, è stato accolto molto calorosamente e ha inaugurato la serata con un brano di Francisco Alonso, ovvero la Canción del Gitano dalla zarzuela La Linda Tapada, e con un classico come En Aranjuez con tu amor, brano tratto dal Concerto de Aranjuez di Joaquín Rodrigo, del quale è ben nota la versione cantata dallo stesso Carreras.
Verónica Cangemi, padrona di casa, ha allietato il suo pubblico con un altro rappresentante del genere della zarzuela come Francisco Barbieri, nello specifico con la Canción de Paloma da El barberillo de Lavapiés.

22/11/2012

Rueda de prensa y entrevistas antes del gran concierto de Josep Carreras en Mendoza

Josep Carreras, dopo essere atterrato a Buenos Aires lo scorso sabato, è stato accolto nella città di Mendoza nel primo pomeriggio di domenica dal Ministro della Cultura della città, Marizul Ibáñez, e successivamente  dal Governatore di Mendoza, Francisco Pérez, presso il Palazzo del Governo in cui si è svolta la conferenza stampa in vista del concerto che il tenore offrirà questa sera presso il Centro Culturale Julio Le Parc di Guaymallén, insieme al soprano Verónica Cangemi. I 12.000 biglietti disponibili erano esauriti nel giro della prima giornata di vendita: ogni biglietto veniva barattato con un cibo non deperibile destinato al Banco di Alimenti. Tutto esaurito in meno di nove ore: un dato concreto dell'entusiasmo generale che ha suscitato questo "momento storico" che vivrà la città di Mendoza.

mdzol.com
diariomas.com.ar
losandes.com.ar

Com'era già emerso durante l'annuncio di questo grande evento, è stato lo stesso soprano, originario di Mendoza, a desiderare la realizzazione dell'evento proprio con Carreras nella sua città natale, unica occasione rimasta in seguito alla cancellazione del medesimo evento a Buenos Aires, in seguito a difficoltà di carattere tecnico.
Carreras e la Cangemi, insieme a Jaime Torres (musicista che partecipò alla prima performance dell'opera di Ramírez negli anni sessanta), David Giménez, José Luis Castiñeira de Dios, Grupo Anacrusa, la Ochestra Filarmonica di Mendoza, il Coro Universitario e il Coro de Cámara de la UNCuyo, interpreteranno la celebre Misa Criolla di Ariel Ramírez, oltre ad un vario repertorio di lusso.

18/11/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras sings "Ella mi fu rapita... Parmi veder le lagrime" and the cabaletta "Possente amor mi chiama" from Rigoletto

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Ancora opera questa domenica, con la quale ritorno al grande Giuseppe Verdi dopo la recente parentesi rossiniana della settimana scorsa: il motivo che mi spinge alla scelta di quest'oggi è un'altra ricorrenza che ci rimanda lontano nel tempo ai primissimi anni settanta. Il 14 Novembre del 1971, Josep Carreras interpretava al Liceu il ruolo del Duca di Mantova per la prima volta, dopo aver appena debuttato in Rigoletto a Tenerife. In quell'occasione, le pagine del quotidiano La Vanguardia riportavano la locandina.


La Vanguardia, edició del 14/11/1971

Il giovanissimo Josep, fresco del debutto professionale nello stesso teatro, era il secondo tenore all'interno di un cast in cui spiccavano i nomi di Carlo Bergonzi e di Cornell MacNeil, per l'opera di inaugurazione della stagione 71/72 del Liceu
Nonostante il debutto ufficiale fosse nel 1971, questo capolavoro verdiano ha accompagnato Carreras fin dalla prima infanzia, in seguito alla determinante visione del film Il Gran Caruso con Mario Lanza.

16/11/2012

25 years ago today Josep Carreras underwent his bone marrow transplant: slowly back to life!!

Ogni anno non ho mai mancato di ricordare una ricorrenza di tanta importanza vitale, in tutti i sensi, tanto meno potrei farlo quando si tratta di un anniversario così rotondo come il 25esimo: 25 anni fa, infatti, il 16 di Novembre del 1987, Josep Carreras si sottoponeva ad un autotrapianto di midollo osseo presso il Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle, in seguito alla terribile diagnosi di leucemia acuta che, nel suo caso, no gli dava una speranza di sopravvivenza superiore al 10%. Era l'unica via possibile per non  poter disporre di un donatore compatibile tra i familiari, nonostante la buon esito non fosse affatto garantito.

L'equipe medica del Fred Hutchinson realizzò il prelievo del midollo da depurare, sotto la guida del suo direttore, Dr. Edward Donnall Thomas, allora futuro Premio Nobel per la Medicina, scomparso recentemente all'età di 92 anni: un processo estremamente doloroso, soprattutto al cessare dell'effetto dell'anestesia epidurale, nell'attesa di quello che era chiamato "day zero", ovvero quello in cui era prevista la re-iniezione del midollo ormai libero da ogni traccia di neoplasia.

11/11/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras sings "Oh come il fosco... Quell'alme pupille" from La Pietra del Paragone by Rossini

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Una settimana piena di ricordi di debutti di ogni genere:  quelli operistici concentrati nella data del 7 Novembre in Adriana Lecouvreur nel 1972 al Liceu di Barcellona e in Fedora vent'anni dopo presso l'Opera di Zurigo, ed altri diversi, ma ugualmente pregni di valore. Mi riferisco al primo recital che Josep Carreras ha cantato nel suo Liceu il 6 Novembre del 1988, il primissimo per l'Opera di Barcellona dopo la sua malattia.



hemeroteca.lavanguardia.com (edició del 7/11/1988 pag.1)
hemeroteca.lavanguardia.com (edició del 7/11/1988 pag 20)

Un recital straordinario, una specie di "terzo debutto" in un teatro che lo ha visto crescere, maturare e diventare una stella dell'opera: accompagnato dal pianista inglese Ronald Schneider, il tenore ha offerto un repertorio particolarmente esteso e vario conciliando grandi compositori quali Scarlatti, Bononcini, Bellini, Rossini, Liszt e Tosti.

04/11/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras sings Un'Ombra (Warsaw Concerto by Richard Addinsell)

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Per questa settimana opterò per l'idea iniziale che avevo avuto, la quale, ammetto, è stata messa a repentaglio da una valida alternativa, se vogliamo ancora più ricca di motivazioni: questa per motivi tecnici e organizzativi verrà rimandata, ma non temete, non tarderà ad arrivare.
Oggi voglio comunque proporvi un brano che mi ha accompagnata durante tutta questa settimana, uno molto particolare che spesso Josep Carreras offre come encore durante i suoi concerti o recital: si tratta di Un'Ombra, una canzone adattata dal Warsaw Concerto ad opera del compositore inglese Richard Addinsell. Questo, originariamente, nasce nel 1941 come un concerto per pianoforte ed è stato destinato al celebre film Dangerous Moonlight.


Josep Carreras ce lo propone come brano di apertura del suo album Pure Passion del 1999, un progetto discografico di grande successo che ha fatto seguito al precedente Passion del 1996.

28/10/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras and Montserrat Caballé sing "Già nella notte densa" from Verdi's Otello (Liceu, 1987)

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Anticipo subito che vorrei dedicare questa edizione in modo particolare a Montserrat Caballé, ricoverata qualche giorno fa all'Hospital Sant Pau di Barcellona per un lieve ictus. Tutti noi siamo profondamente affezionati a Montserrat Caballé, non solo per quanto abbia significato relativamente alla traiettoria professionale del nostro tenore, ma in primis perché il suo nome è da identificarsi con quello di uno dei più grandi soprano di sempre: nel mio cuore, è insuperabile. 

Con questo destinatario d'eccezione, la mia mente ha subito rievocato il ricordo del suo Concerto in Omaggio celebratosi lo scorso 3 di gennaio al Gran Teatre del Liceu, con motivo del 50esimo anniversario del suo debutto. A questa grande festa hanno partecipato tanti amici e colleghi: indelebile l'immagine dell'abbraccio scambiatosi con Josep Carreras, giunto sul palco per festeggiarla con un'emozionante versione di T'Estimo. Un dolcissimo ricordo, ma forse ancora troppo fresco per essere riproposto quest'oggi.


23/10/2012

Josep Carreras a "El Convidat" (segona part): "com és Josep Carreras quan s’apaguen les llums dels escenaris i s’acaben els aplaudiments"

Segue dal precedente post.

Durante il pranzo presso un ristorante italiano, Josep Carreras mostra al Convidat un paio di foto che ritraggono i suoi nipotini e che porta sempre con sé: i figli di Júlia, Miquel e Adrià, e le figlie di Albert, Maria e Júlia, delle quali mostra anche un biglietto di auguri preparato da loro per il suo precedente compleanno: possiamo intravedere un nonno molto orgoglioso che da molto valore al gesto, e che commenta la scritta e il disegno all'interno che, suppone, possa rappresentare la visione che hanno di lui nell'immaginario. Carreras non ha difficoltà ad ammettere che non ha mai cambiato un pannolino, sicuro del fatto che quasi nessuno della sua generazione l'abbia fatto, perché all'epoca vigeva una visione diversa, almeno in Catalogna.


Albert Om ha l'impressione che Júlia e Albert lo coccolino molto, portandolo a palmo di mano: secondo Albert Carreras, lo proteggono più che coccolarlo, e Júlia spiega che, potendo il loro padre stare poco a casa, cercano di trascorrere questo tempo il meglio possibile, con qualche premuta come preparargli i suoi piatti preferiti quando viene a pranzo, facendo il possibile affinché si trovi a suo agio. Josep Carreras durante gli anni 70 e 80, data l'attività frenetica cui doveva sottostare, talvolta era costretto a stare lunghi periodi di tempo lontano dai suoi figli: qualche volta anche due mesi, prima di poterseli godere un paio di giorni e poi allontanarsi per altri due mesi.

Josep Carreras a "El Convidat" (primera part): "com és Josep Carreras quan s’apaguen les llums dels escenaris i s’acaben els aplaudiments"

Il capitolo de "El Convidat" con Josep Carreras è stato trasmesso, come annunciato, ieri sera su TV3 (Televisió de Catalunya), riscuotendo un grandissimo successo, come si è potuto leggere sia su facebook, sia su twitter nel quale il nome di Josep Carreras era diventato addirittura trending topic. Commenti entusiastici e intrisi di stima e ammirazione si sono moltiplicati a livello esponenziale, ma l'aspetto più interessante è che non riguardavano tanto Carreras come artista ma soprattutto Carreras come essere umano: un uomo molto affabile, cordiale e riservato, che senza rinunciare all'educazione e all'eleganza nei modi non può fare a meno di essere sincero e onesto. 



A differenza di altri personaggi cui è stato dedicato un capitolo del programma, Josep Carreras non ha invitato Albert Om a casa sua, bensì in un hotel di Zurigo dove si trovava ai primi di luglio per poter offrire un recital benefico per la lotta contro la leucemia presso l'Opernhaus Zürich.

22/10/2012

Josep Carreras en una entrevista feta per Eva Piquer "Políticament, l’artista té l’obligació de ser sincer i honest amb si mateix"

La scrittrice Eva Piquer ha pubblicato nel suo blog un'intervista interessantissima che ha rivolto a Josep Carreras nei giorni scorsi: si tratta di una conversazione piuttosto lunga e cha ha toccato una grande varietà di temi dalla politica alla musica o addirittura la religione. Disponiamo del testo originale in catalano e della versione in lingua inglese, pubblicata nel numero 13 della rivista Catalan International Views. Per questo motivo, per questa volta non fornirò i Key facts.

evapiquer.cat/ (català)
international-view.cat/ (english) (Because of this complete translation, no key facts in English available for this post)

Il tema di apertura è, appunto, quello della crisi, una crisi cui Josep Carreras non guarda con molto ottimismo a causa della imperfetta gestione dello stato spagnolo, come a livello internazionale si sta riscontrando; tuttavia non perde mai la speranza: a tal proposito, la sua ottica è identica a quella di qualsiasi altro comune cittadino. Ad ogni modo, la sua indole catalana gli permette di avere fiducia nell'uomo e nelle sue possibilità di raggiungere obiettivi: a livello nazionale, sarebbe bene che non si mettessero bastoni tra le ruote alla Catalogna, poiché questi ostacolano il suo naturale progresso. Josep Carreras non ha problemi a dichiararsi indipendentista o, per meglio dire, un indipendentista da sempre, in quanto questa è un'eredità trasmessagli dalla famiglia: se in passato l'idea di una "Catalunya lliure" era utopica, oggi giorno può considerarsi realizzabile forse non in un futuro immediato, ma probabilmente i suoi nipoti riusciranno a vederla.
Fuori dal paese, Carreras si è sempre presentato come catalano, come indica la senyera nel taschino della giacca del frac: ormai il mondo sa cos'è la Catalogna, e anche le persone più semplici, quelle con cui Josep Carreras preferisce avere dialogo per comprendere la mentalità del paese che visita, ne sono assai consapevoli.

21/10/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras i Núria Feliu canten junts "Be my love" (El teu amor)

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Vorrei cogliere quest'occasione per informarvi o ricordare a voi tutti che Josep Carreras sarà protagonista della prossima puntata del programma "El convidat" (l'invitato), trasmesso da TV3, canale della Televisione Catalana (Televisió de Catalunya) e presentato da Albert Om. Verrà trasmesso domani sera alle ore 22:30 (ora locale): verrà trasmesso in diretta anche online a questo indirizzo.
Vorrei descrivervi brevemente di che tipo di programma si tratta: Albert Om, il presentatore, trascorre un weekend in compagnia di illustri personalità catalane, diventando così "el convidat": che venga ospitato a casa di queste o altrove, Om condivide con loro le stesse attività, ed attraverso conversazioni molto interessanti ci mostra questi personaggi da una prospettiva più intima ed umana, anzi... ci fa vedere le persone che stanno dietro al personaggio.
Domani avremo il piacere di vedere Josep Carreras sotto una luce diversa da quella del palcoscenico, ed io come voi non vedo l'ora.

Chi mi conosce sa quanto la Catalogna sia nel mio cuore e che questo vada anche al di là del mio essere fan di Josep Carreras: questo è il motivo per cui seguo con certa assiduità TV3, e tra i tanti programmi che seguo non mi perdo mai una puntata de El convidat.

14/10/2012

"Il Video della Settimana": The Three Tenors sing "New York, New York" plus Josep Carreras' performance at the Vienna Opernball 2008

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Questa è un'altra di quelle edizioni che presentano non uno ma due video in quanto le ricorrenze (questa volta le ho trovate!) sono più di una: a dire il vero sarebbero anche più di due, ma cercherò di privilegiare le seguenti per offrire un repertorio di video più vario.
Una data che non possiamo dimenticare è quella del 12 Ottobre, giorno del compleanno del nostro amato Luciano Pavarotti: il grande tenore di Modena avrebbe compiuto 77 anni. Ci sarebbero tantissimi modi per ricordarlo: alcuni di questi li ho proposti due giorni fa su facebook, con qualche fotografia significativa ed evocatrice di ricordi che ci sono cari, o con l'immancabile tributo che gli hanno rivolto Josep e Plácido Domingo un anno dopo la sua scomparsa nel concerto organizzato a Petra, (video). Questa loro performance suscita sempre emozioni molto forti per la loro introduzione commossa, per come le loro voci si intrecciano, ancora una volta, per rendere omaggio all'amico che non c'è più, per come al termine del brano Josep rivolga il suo sguardo verso l'alto a cercare Luciano. Non importa quante volte si riguardi questo video: l'emozione è sempre viva e porta nel cuore tanta nostalgia.

Luciano Pavarotti però era un brillante, e questo suo tratto era tangibile in un altro brano che ho condiviso su facebook. Certo, in molti potrebbero storcere il naso se non si ricorda Pavarotti con uno qualsiasi dei grandi momenti operistici che ci ha regalato. Sono però abbastanza onesta da ammettere che non conosco la sua carriera quanto quella di Carreras, e che il mio intento principale era ricordare qualcosa in più oltre al grande tenore.

09/10/2012

Josep Carreras gave Guimarães a night to remember

Lo scorso sabato, 6 Ottobre, Josep Carreras ha fatto ritorno nella scena portoghese per la seconda volta quest'anno per esibirsi nel Pavelhão Multiusos di Guimarães, Città Europea della Cultura 2012. A condividere il palco con lui il soprano Dora Rodrigues, la cantante Sofia Escobar special guest dell'evento, la Fundação Orquestra Estúdio diretta dal Maestro David Giménez, e un coro di 58 voci giapponesi dai 12 ai 30 anni, composto da alcune delle vittime dello Tsunami che ha colpito il Giappone nel 2011. Il Pavelhão era gremito e il pubblico aveva grandi aspettative per una serata in cui l'artista di casa, Sofia Escobar, avrebbe duettato con un'icona mondiale della lirica come Carreras.


Dopo la consueta apertura orchestrale con la Farandole de l'Arlesiénne Suite di Bizet, Josep Carreras è stato accolto in maniera estremamente calorosa dal pubblico portoghese che ha saputo creare un'atmosfera molto gradevole che ha messo il tenore a proprio agio: ha iniziato con due brani della tradizione napoletana come Marechiare e Pecché, applauditissime, per poi cedere il passo al soprano portoghese, Dora Rodrigues, esibitasi inizialmente con Les filles de Cadix di Delibes, e più in là con un frammento di un'operetta di Franz Lehar "Meine Lippen, sie küssen so heiß". Prima di quest'ultimo, Josep Carreras aveva regalato una squisita Rosó (Pel teu amor), ed anche il coro ha avuto la prima occasione della serata con la tradizionale giapponese Furusato.

07/10/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras and Ileana Cotrubas sing the duet of the first act of L'Elisir d'amore

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Questa settimana ha visto la successione di due eventi importante come la premiazione di Josep con la Medaglia e la Placca Josep Trueta 2012 da parte della Generalitat de Catalunya, e il concerto di ieri sera presso il Pavelhão Multiusos di Guimarães, Capitale Europea della Cultura 2012, sul quale sto già mettendo da parte un po' di materiale, nell'attesa di maggiori informazioni.
La scelta di quest'oggi mi ha messo in crisi: l'unica certezza è che volevo qualcosa di Opera, perché è un po' di tempo che manca: sono consapevole di aver insistito molto con il recital nell'ultimo periodo, per questo motivo volevo riportare qualche momento operistico di grande splendore. Non sono però riuscita a trovare coincidenze di nessun tipo come anniversari o di altro genere, e soprattutto non volevo ripetermi con altro che ho già proposto in passato. Ma quando si tratta di qualcosa di speciale, penso che possa essere celebrato al di fuori di ogni ricorrenza. Credo che questo sia un caso di questo tipo, e spero che sia così anche per voi.
È stato così che mi sono imbattuta in un frammento operistico che ho sempre amato in modo particolare e che mi è sempre parso significativo anche al di là del contesto relativo alla trama dell'opera di cui fa parte. Come vi sarete resi già conto, oggi si parla di Gaetano Donizetti e de L'Elisir d'amore: si tratta di una funzione del 1982 presentata all'Opera di Vienna, la Wiener Staatsoper, e che vanta interpreti del calibro di Josep Carreras come Nemorino e Ileana Cotrubas come Adina. Questo è il duetto del primo atto: "Chiedi all'aura lusinghiera".

03/10/2012

Josep Carreras guardonat amb la Medalla Josep Trueta 2012 al mèrit sanitari

Ieri sera alle 19 presso il Palau de la Generalitat, sede del Governo Catalano, a Barcellona si è svolta la Cerimonia di consegna delle Medaglie e Placche intitolate all'illustre medico e scienziato catalano, Josep Trueta, che ogni anno dal 1997 la Generalitat de Catalunya conferisce a personaggi ed entità che si sono distinti in maniera significativa per meriti in favore del progresso e del miglioramento della sanità.

www.fcarreras.org/ (català)
www.fcarreras.org/ (castellano)
www.fcarreras.org/ (english)

Tra i premiati di quest'anno Josep Carreras: la Generalitat ha voluto così riconoscere e premiare il suo operato in qualità di Presidente della sua Fondazione, la Fundació Josep Carreras contra la leucemia, che da 25 anni si dedica alla ricerca scientifica e a offrire migliori qualità di vita ai pazienti di leucemie e altre malattie del sangue. In particolare, la sua Fondazione ha investito oltre 100 milioni di euro in progetti di ricerca, ha finanziato infrastrutture sanitarie in vari ospedali e centri internazionali, gestisce il Registro dei Donatori di Midollo Osseo (REDMO) e fornisce  servizi sociali per i pazienti e le famiglie.

30/09/2012

"Il Video della Settimana" (Special edition): 52 videos in one year

Benvenuti per un'edizione speciale del Video della Settimana.

Oggi non vi propongo un video però, né due come ogni tanto tendo a concedervi. Oggi ve ne propongo ben 52, come 52 sono stati i video che ci hanno accompagnato da quando ho pensato di introdurre in questo blog la rubrica del Video della Settimana, i primi di settembre dell'anno scorso. Come immaginerete, ogni domenica devo fare molta attenzione a non scegliere un video che ho già proposto, e quando questi cominciano ad essere tanti, non sempre è immediato ricordare se uno in particolare è già stato utilizzato oppure no. Al di là di questo problema, spesso per incontrare un video che abbia un senso nel contesto di ogni domenica incontro non poche difficoltà: fortunatamente, ogni tanto, qualcuno di voi mi aiuta con qualche idea.
Approfittando del primo anniversario del Video della Settimana, lo scorso 4 Settembre, ho pensato di riproporveli tutti quanti, catalogati in ordine di data, dal 4 settembre 2011 al 9 settembre 2012. Ognuno dei link qui sotto vi rimanda al post dell'edizione del Video della Settimana dedicata al brano in questione: potrete rileggere il post se volete e riguardarvi i video che preferite.

29/09/2012

New Banner "Autumn 2012": Catalan Modernism

Oggi vi presento il nuovo banner d'autunno. Come ben sapete, l'alternarsi delle stagioni implica un cambio di look in questo blog, ispirandosi quindi a quella entrante: questo è il motivo per cui, da qualche giorno, il blog si è colorato d'autunno, sia nel banner sia nello sfondo retrostante.

Nel banner vedete apparire inconfondibile due tra i più espliciti simboli del Modernismo Catalano. Ci troviamo nel famosissimo Passeig de Gràcia di Barcellona: percorrendo il viale verso nord, dopo poche centinaia di metri, sulla sinistra troviamo,nell'ordine, la Casa Amatller e la Casa Batlló
La Casa Amatller, che nel banner vedete sulla sinistra, è stata commissionata dal cioccolataio Antoni Amatller all'architetto Josep Puig i Cadafalch: si tratta di una casa privata collocata tra la Casa Lleó Morera e la Casa Batlló. Quest'ultima che vedete a destra, invece, non ha bisogno di presentazioni, è una delle grandi opere di Antoni Gaudí
Ai primi del novecento Josep Batlló, altolocato industriale del settore tessile, affidò a Gaudí l'incarico di rimettere a nuovo un modesto palazzo acquistato l'anno precedente sull'arteria principale del quartiere modernista dell’Eixample, zona eletta dalla borghesia catalana dell'epoca quale sede dei propri spettacolari palazzi. Tra le altre cose, Gaudí ne ha rivoluzionato la facciata, divenuta così un autentico capolavoro modernista.

23/09/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras canta Rosó per primer cop (Barcelona, Plaça de la Catedral, 21 de Setembre de 1984)

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Questa settimana abbiamo avuto il recital benefico di Seattle del quale è giunta qualche informazione in più: uno splendido programma con svariati encores per celebrare la vita e l'amicizia. Al di là di questo grande evento oltre-oceano, è tempo di festeggiamenti anche adesso, specialmente a Barcellona: sono giorni di preparativi in vista della grande festa di domani, 24 Settembre, la "festa major" in onore de la Mare de Déu de la Mercè. Al di là dello sfondo religioso, la Mercè detiene a tutti gli effetti carattere popolare, risultando quindi una celebrazione che prevede la massima partecipazione dei cittadini. 

È inevitabile per me associare la Mercè al concerto che Josep Carreras offrì presso la Plaça de la Catedral di Barcellona il 21 Settembre del 1984, una serata particolarmente speciale sia perché si trattava di un concerto "a casa", sia per lo sfondo suggestivo della Cattedrale illuminata. Per chi non avesse mai sentito parlare di questo recital, o non avesse avuto mai modo di ascoltarlo lascio il link del video intero, o quasi, che fortunatamente è disponibile su youtube. Il programma prevedeva diversi brani, spaziando amabilmente dall'opera al repertorio più popolare. Ad ogni modo, la mia intenzione non è quella di proporvelo "tutto" in questa edizione del Video della Settimana, nonostante vi consigli caldamente di vederlo per intero comunque: la Mercè è una festività catalana, ed è alla Catalogna che ora più che mai va il mio pensiero e tutto il mio sostegno.

22/09/2012

"No matter how small your possibility is: fight!!": Josep Carreras and his personal fight against leukemia

Credo sia un buon momento per pubblicare un'intervista uscita circa a inizio settembre in cui Josep Carreras parla molto apertamente della sua battaglia personale contro la leucemia, in particolare in seguito al recital benefico che il tenore ha offerto martedì 18 Settembre, presso la Benaroya Hall a Seattle, la stessa città che gli aveva restituito la vita. Come già sapete, si è trattato di un recital commemorativo del 25esimo anniversario della sua vittoria contro la malattia, e del novantesimo compleanno di Dottie Thomas, moglie del Premio Nobel per la Medicina, Dr. Edward Donnall Thomas, pioniere del trattamento allora sperimentale cui era stato sottoposto Josep Carreras. Cinquecento invitati si sono uniti alla grande celebrazione donando una somma di $250 pro capite destinata all'Institut de Recerca Josep Carreras presto attivo in Catalogna e il Fred Hutchinson. L'evento è stato sponsorizzato dalla Bianco's Company, che si occupa di nuove terapie contro il cancro.
In merito al recital non ci sono notizie dirette, solo la testimonianza del Dr. James Bianco, che nel 1987 era un giovane medico del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle, pubblicata nel blog di Mike Flynn & Associates. Il Dr. Blanco, ora fondatore principale della Cell Therapeutics (CTI), racconta del suo primo incontro con Carreras in qualità di suo medico, nonostante avesse già avuto modo di vederlo personalmente in scena con Carmen al MET di New York
Nell'articolo, il Dr. Bianco ha condiviso qualche dettaglio delle condizioni di Carreras: la rarità della sua forma di leucemia, all'epoca fatale nella quasi totalità dei casi, richiedeva la più potente dose di radiazioni e di chemioterapia di cui il Centro di Seattle potesse avere memoria. Con il timore che il suo corpo non reggesse quantità tanto massicce, il tenore ha trascorso più di 60 giorni in una camera sterile che ha abbandonato il 23 Dicembre, quando era stato ritenuto in condizioni sufficienti per trascorrere in Natale in un appartamento insieme alla sua famiglia.

16/09/2012

"Il Video della Settimana": specially dedicated to the Diada Nacional de Catalunya and the 24th anniversary of the Vienna Comeback Recital

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Ricca, ricchissima di eventi e ricorrenze questa settimana appena trascorsa. In primo luogo, questo 11 Settembre 2012 è già entrato nella storia dopo che milioni di catalani hanno marciato per le strade di Barcellona rivendicando l'identità del loro paese e le esigenze che ne derivano. L'11 Settembre si commemora la caduta di Barcellona nelle mani delle truppe borboniche di Filippo V di Spagna comandate dal duca di Berwick durante la Guerra di Successione Spagnola l'11 settembre 1714, dopo 14 mesi d'assedio. Nasce così la Diada Nacional de Catalunya, una delle giornate in cui l'amore dei catalani per la propria patria e la legittima rivendicazione della libertà si esprimono con manifestazioni talvolta massive com'è successo qualche giorno fa, la cui risonanza ha raggiunto dimensioni mondiali. Ora il mio obiettivo non è far politica, ma non si può obbligare nessuno a riconoscersi in un'identità che non gli appartiene. Lingua e cultura proprie, sopravvissute sotto le più sfavorevoli condizioni, sono indice di una solida identità che come tale va riconosciuta: come dice una de les Sardanes più popolari, La Santa Espina, "Som i serem gent catalana, tant si es vol com si no es vol".
Ser una enamorada de Catalunya vol dir donar tot el meu suport a la vostra causa, defensar la vostra identitat, estimar el català i la cultura catalana!!
Avui, encara que amb uns dies de retard, vull celebrar-ho amb una cançó catalana que m'estimo moltíssim: L'Oreneta de l'Enric Morera. No cal repetir que en Josep sempre la canta d'una manera que emociona moltíssim. Gaudiu-ho!!

15/09/2012

Blog Josep Carreras «L'Anima di un Tenore» celebrates its 4th anniversary today

Non è poca la commozione con cui vi dico che oggi questo blog, il Blog Josep Carreras «L'Anima di un Tenore» compie 4 anni di attività
Chi l'ha seguito fin dai primi passi conosce la storia, di come tutto ciò sia nato per caso e all'improvviso, con quell'umana titubanza di chi dubita di essere all'altezza di un progetto del genere. Dopo quattro anni non so ancora se sono all'altezza oppure no, non sta a me giudicare, ma so che l'entusiasmo di allora mi accompagna sempre, che la passione è più che mai viva dentro di me, e che sento sempre più l'esigenza di esprimervi quello che mi trasmette Josep Carreras, per l'ammirazione e la gratitudine che provo nei suoi confronti.
Il blog in questi quattro anni si è evoluto sia in forma sia in contenuto, come io stessa sono cresciuta insieme a lui: rileggendo i vecchi post mi viene naturale riscontrare che ora alcune cose le direi in modo diverso, ma di certo tutto è stato scritto con la massima spontaneità e con quella genuinità tipica dei 20 anni. Ho imparato molto durante questo cammino e ancora devo imparare. 
Ringrazio tutti coloro che semplicemente leggono, quelli che partecipano, quelli che ci sono sempre stati e quelli che ci sono da poco, quelli che so che mi sosterranno sempre come hanno fatto finora.
E ringrazio Josep perché se non fosse per lui, per tutto quello che questo grande artista sa dare, questo modesto spazio non esisterebbe.

Come possiamo festeggiare?

12/09/2012

Josep Carreras and Katherine Jenkins delighted the audience at the Preston Guild Proms in the Park

Dopo l'incredibile successo a Salisburgo, lo scorso 7 Settembre Josep Carreras si è esibito per il Preston Guild Proms in the Park presso Avenham Park di Preston nella contea di Lancashire, Regno Unito. Ha condiviso la scena con il mezzosoprano gallese Katherine Jenkins e con il Maestro David Giménez che ha guidato la notevole Manchester Camerata.

PRESS

PHOTOS

VIDEO (PRE-CONCERT)
vimeo.com

Purtroppo gli articoli non sono molti, ma ci sono foto e video in abbondanza, oltre ai vari tweet che ho visualizzato per rendere tutto l'entusiasmo per questa strepitosa headline dei Proms. Grazie anche a chi ha condiviso ogni genere di informazioni!!
Le condizioni atmosferiche sono sempre un rischio quando si tratta di un concerto all'aria aperta, e non solo nel Regno Unito. Il vento soffiava a Preston, ma almeno nessuna pioggia ha contrastato l'evolversi della serata.
Josep Carreras ha equamente diviso la scena con la sua partner, la gallese Katherine Jenkins: si sono esibiti con un totale di otto brani ciascuno, duetti compresi.
Un ruolo importante lo ha avuto anche la Manchester Camerata, diretta magistralmente da David Giménez, protagonista assoluta per quattro momenti nel corso del concerto: hanno dato infatti la battuta d'inizio con la Farandole dell'Arlesienne Suite, prima di lasciare spazio a Josep Carreras che ha scelto di esibirsi con La Serenata e Marechiare, prima alternarsi con la Jenkins. Era un po' di tempo che non ascoltavamo quest'ultimo brano nei suoi concerti, una scelta che potrebbe non essere casuale, cadendo questa performance nell'anniversario delle esequie di Luciano Pavarotti: sono certa, Josep non se n'è dimenticato.

09/09/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras sings "Dolente Immagine" and "Malinconia, ninfa gentile" by Vincenzo Bellini

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Sono davvero dispiaciuta che questo intermezzo musicale abbia saltato un turno la settimana scorsa. Questo purtroppo è stato dovuto al guasto del mio computer, cui si sono aggiunti problemi relativi alla piattaforma di Blogger. La situazione non è ancora risolta del tutto e questo mi rende abbastanza nervosa e seccata. Per il blog mi sono rivolta all'assistenza di Blogger.

Nel frattempo, Josep Carreras questa settimana si è recato nella citta di Duderstadt in Germania per il 3 Symposium della Fondazione dell'artista Peter Maffay, spesso ospite del José Carreras Gala, e si è esibito venerdì sera nell'Avenham Park di Preston per il Preston Guild Proms in the Park 2012 insieme al mezzosoprano gallese Katherine Jenkins e alla Manchester Camerata diretta da David Giménez... un altro grande successo cui però ci dedicheremo nel prossimo post, non appena ho più materiale per commentare il concerto.

Al di là dell'impossibilità di gestire il blog come avrei voluto, e a tutto ciò che consegue dalla fine delle vacanze, esami alle porte e chi più ne ha più ne metta, una buona parte dei miei pensieri non è ancora tornata da Salisburgo: i brani di quel recital meraviglioso continuano a risuonare nella mia mente e la delizia per un programma così raffinato sembra non esaurirsi mai.

03/09/2012

Josep Carreras back to the Salzburg Festival: another glorious recital to remember

Alle ore 19:00 dello scorso giovedì 30 Agosto, Josep Carreras ha offerto un glorioso recital insieme al suo pianista Lorenzo Bavaj presso la sala della Haus für Mozart in occasione del celeberrimo Festival di Salisburgo
La meravigliosa notizia di questa data era già pubblica da un anno, e perdersi questa grande occasione di vedere Josep Carreras esibirsi ancora una volta nel cuore di Salisburgo, città natale di Mozart e soprattutto di Herbert von Karajan, sarebbe stato un vero peccato. Per questo motivo, posso orgogliosamente dire di aver avuto la fortuna ed il privilegio di poter assistere in prima persona a questo evento straordinario, che mi accingerò a raccontarvi nel dettaglio nelle righe che seguiranno.
L'atmosfera nella città era incantevole nel pomeriggio di giovedì quando, prima Lorenzo Bavaj e in seguito Josep Carreras, sono giunti davanti alla Haus für Mozart, dove ad attenderli vi erano giornalisti e fotografi, oltre a un buon numero di fans devoti. Una giusta dose di tensione si percepiva sul volto del grande tenore che nel giro di pochi secondi aveva già varcato l'entrata.
Già un'ora prima dell'inizio del concerto in moltissimi avevano raggiunto la Haus für Mozart il cui ingresso riluceva dello splendore dei preziosi abiti, a compensare il grigiore della sfortunatamente attesa pioggia. Tra i volti noti anche Karin e Karl Scheufele di Chopard, e il compositore austriaco Christian Kolonovits

27/08/2012

Salzburg Festival: Josep Carreras will be signing after his recital at the Haus für Mozart

In occasione del recital che Josep Carreras, accompagnato al piano dal Maestro Lorenzo Bavaj, offrirà per il Festival di Salisburgo presso la Haus für Mozart questo giovedì 30 Agosto alle ore 19:00, è previsto che il tenore firmi autografi per il suo pubblico presso il Foyer della Haus für Mozart a recital concluso.

On occasion of the recital Josep Carreras, together with his pianist Maestro Lorenzo Bavaj, will offer as  part of the Salzburg Festival at the Haus für Mozart on Thursday, August 30, 7pm, Josep Carreras will be signing for the audience in the Foyer of the Haus für Mozart after his performance.

26/08/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras sings Dicitencello Vuje (Salzburg Festival, 1989)

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Una domenica di fuoco per essere ancora di relativa vacanza: quest'oggi, infatti, seppur in due televisioni differenti, si celebra la figura di Josep Carreras. Questa mattina presso il canale ORF2 della Televisione Austriaca è stato trasmesso un reportage "José Carreras - Mein Leben mit Musik", in occasione della sua performance presso il Festival di Salisburgo con il recital di giovedì prossimo, programma ritrasmesso da ORF III nel pomeriggio, per un'ora piacevolissima densa di ricordi di sue performance del passato in Austria, vecchie interviste, fino alla più recente dello scorso ottobre, in occasione dello splendido concerto tenutosi alla Konzerthaus di Vienna. Ringrazio Eva per queste informazioni, dato che pare proprio che la trasmissione non sarà disponibile online, quindi non avrò il piacere di vederla.
Poco prima della mezzanotte, invece, Josep Carreras sarà nuovamente protagonista attraverso la ritrasmissione di un delizioso documentario dal titolo "Josep Carreras a escena: 50 anys del seu debut al Liceu", girato in occasione del recital con cui celebrò nello stesso il teatro il cinquantesimo anniversario della sua primissima esibizione all'età di 11 anni. Chi di voi lo aveva già visto 4 anni fa, ricorderà come sia lo stesso Josep a raccontare molti tra i momenti più pregnanti della sua straordinaria relazione con l'Opera di Barcellona, supportato dall'intervento di alcuni colleghi, direttori d'orchestra come David Giménez e Zubin Mehta. Potrete vedere questo documentario in catalano sul Canal 33 della Televisió de Catalunya, alle ore 23:55. Anche online: tv3.cat

25/08/2012

Josep Carreras in an interview for Bild am Sonntag: "I will sing for 3, maybe 4 years more"

In questo agosto di vacanze, spero per la maggior parte di voi, vi vorrei commentare questa intervista che Josep Carreras ha rilasciato alla rubrica settimanale Bild am Sonntag del quotidiano tedesco Bild, pubblicata la scorsa Domenica 12 Agosto. I contenuti sono molto interessanti e spaziano su temi molto differenti tra loro, dall'aspetto professionale, quindi pubblico, fino a quello più intimo del privato. 

bild.de (1)
bild.de (2)

Dopo averne dipinto il ritratto, insistendo sul contrasto tra l'apparente fragilità del volto e dei capelli imbiancati e la potenza della sua voce e della rassicurante stretta di mano, l'articolo riporta la conversazione avuta con il tenore catalano che si è mostrato molto felice di condividere i suoi piani futuri, tra cui spicca quello della nuova opera che sta nascendo dalla penna del compositore viennese Christian Kolonovits, ambientata nel periodo della Guerra Civile Spagnola. Carreras prevede di portarla anche di fronte al pubblico tedesco, grande intenditore in fatto di musica tanto quanto è ricca la storia della musica in Germania.

19/08/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras canta al Festival Castell de Peralada (13.08.1988)

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Per combattere il caldo che patisce chi come me abita in un paese mediterraneo, caldo che non trascura nemmeno le località di villeggiatura tra mare e montagna, oggi vi invito a ricordare un'evento estivo di gran prestigio, emotivamente ancora più speciale proprio per le circostanze: era l'estate del 1988 e Josep Carreras si preparava per una delle sue primissime riapparizioni in pubblico in seguito al suo ritorno a casa da vincitore dopo aver lottato contro la leucemia per quasi un anno; si tratta del suo recital per il rinomato Festival Castell de Peralada, uno di quelli che colora l'estate catalana con emozioni scaturite da musica e cultura. Era il 13 Agosto, e sono passati 24 anni da allora.



12/08/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras and Sarah Brightman sing Amigos para siempre (Friends for life) for the Olympic closing ceremony of Barcelona 1992

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Visto che abbiamo già celebrato i nuovi Giochi Olimpici di Londra 2012 ricordando quella che era stata buona parte della cerimonia di apertura di Barcelona 1992, ora che sono volti al termine non posso proprio fare a meno di riproporvi il momento clou della cerimonia di chiusura di Barcellona, ovvero l'esecuzione di quello che costituisce l'inno vero e proprio delle Olimpiadi del 1992. 

Per chi non conoscesse tutta la storia che c'è dietro, vi consiglio di leggere il capitolo interessato del libro di memorie A viva voz, De viva veu o Aus vollem Herzen. Ad ogni modo, tenterò di fare una sintesi.
Come vi ho già accennato due settimane fa, a Josep Carreras era stato assegnato il ruolo di Direttore Musicale dei Giochi Olimpici, e come tale si era impegnato a fondo anche sul piano organizzativo. Serviva un inno, un brano da ricordare negli anni come simbolo di queste Olimpiadi barcellonesi. Un'idea geniale era quello che ci voleva, e l'autore di questa è stato proprio Carreras con il proposito di rivolgersi a niente meno che Andrew Lloyd Webber, compositore di moltissimi musical di successo.

05/08/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras, Montserrat Caballé and Juan Pons in a fragment of the 2nd act of Tosca

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Cerchiamo di rendere un po' interessante questo mese d'agosto in cui molti, me compresa, si godranno le meritate vacanze. Per questa prima domenica d'agosto vorrei riproporvi un momento operistico di particolare intensità e che risale a più di trent'anni fa. Sono certa che tutti lo conosciate molto bene, soprattutto chi si riscopre sempre particolarmente sensibile di fronte a quell'ampio ventaglio di sentimenti tradotti in musica in maniera sublime dal grande Giacomo Puccini. Se non ricordo male, credo di non aver ancora proposto la Tosca in queste edizioni settimanali. Certo, parlando di Tosca forse vi sareste aspettati qualche altro momento, magari preso in prestito dal primo o ancor di più dal terzo atto. Scegliendo il secondo atto spero di non deludere le vostre aspettative, ma in tal caso vi assicuro che questa sensazione svanirà non appena avrete visto le immagini. Ho un buon motivo che avvalora la mia scelta, qualcosa che per altro vi avevo già accennato nel video precedente: il congedo del grande baritono di Minorca, Juan Pons. Il suo nome è stato unito a quello del nostro Josep in vari momenti, non solo per le cerimonie olimpiche, bensì ad alti momenti d'opera, da Tosca a Sly. Senza contare che anche Juan Pons debuttò al Liceu nel 1970 come membro del Cor del Liceu con la verdiana Aida, opera con cui ha concluso la sua carriera operistica lo scorso lunedì 30 luglio. L'omaggio del Liceu mi ha profondamente commossa, se volete potete guardarvelo qui.

03/08/2012

Press conference in Palma de Mallorca for the first José Carreras International Yacht Race to support the fight against leukaemia

Ieri Josep Carreras si trovava a Palma de Mallorca in occasione della prima regata benefica a favore della sua Fondazione, avviata il 28 luglio: il tenore ha partecipato quest'oggi ad una conferenza stampa e in serata avrebbe reso omaggio ai vincitori durante la cerimonia per le premiazioni.


Carreras è rimasto molto soddisfatto dall'appoggio che ha ricevuto questa iniziativa organizzata da Bavaria Yachts: chiunque volesse poteva prenderne parte apportando una donazione, e tra i partecipanti vi erano anche noti personaggi tra attori e presentatori tedeschi. Considera una magnifica idea l'unione dello sport al lavoro della sua Fondazione che, non ha risentito della crisi in merito alle donazioni ricevute, aumentando addirittura il numero di soci. Solo nelle Baleari si contano 10 soci della Fondazione e 2.500 donatori di midollo osseo.
Attraverso iniziative come questa regata, la sua Fondazione si propone di raccogliere fondi per finanziare la ricerca scientifica, sviluppare progetti affinché la leucemia diventi un giorno una malattia curabile nel 100% dei casi.

29/07/2012

"Il Video della Settimana": Recordant la Cerimonia d'obertura dels Jocs Olimpics de Barcelona 92, 20 anys més tard

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Penso sia assolutamente inevitabile, in questi giorni in cui i Giochi Olimpici di Londra 2012 si sono appena avviati dopo una splendida cerimonia di apertura, tornare indietro con il ricordo al 1992, quando le Olimpiadi le ospitava proprio Barcellona, una straordinaria città mediterranea che all'epoca si mise in gioco, rinnovando diverse strutture per poter garantire ai Giochi la migliore ospitalità. Il risultato si commenta da solo, visto che si sono rivelate tra le migliori Olimpiadi che la storia ricorda. 

Questo ha reso onore a Barcellona, ed è motivo di un orgoglio ancora più grande perché, come voi sapete, il ruolo di direttore musicale è stato ricoperto da Josep Carreras. Questo incarico è stato accettato molto responsabilmente dal tenore, la cui unica preoccupazione era quella di garantire la maggiore disponibilità possibile, soprattutto per quanto riguarda l'aspetto organizzativo. La sua agenda era stracolma di impegni, e spesso ricorreva a voli privati per poter presenziare alle riunioni: il suo senso del dovere non è mai venuto meno nel momento in cui il  nostro tenore si è preso un impegno, e questa virtù gli è stata riconosciuta anche in questo frangente. Aveva accolto con entusiasmo questa proposta, la possibilità di dare il proprio contributo in un'occasione in cui la sua città ed il suo paese sarebbero stati visibili da tutto il mondo ininterrottamente per ben due settimane.

26/07/2012

Josep Carreras, premiato dalla Città di Villafranca in Lunigiana, rende onore alla memoria di Giuseppe Di Stefano nella Piazza del Pozzo di Filetto

Martedì sera presso la Piazza del Pozzo di Filetto, frazione del comune di Villafranca in Lunigiana (MS), in Toscana, si è svolta la Prima Edizione dell'evento che ha previsto anche la premiazione di Josep Carreras con la Cittadinanza Onoraria della Città di Villafranca, oltre all'assegnazione del primo premio alla lirica intitolato a Giuseppe Di Stefano. Alla sua memoria si dedicava il recital che ha contato con l'esibizione dei due giovani artisti, il soprano Gladys Rossi e il tenore Matthias Stier, accompagnati dal grande pianista italiano Lorenzo Bavaj, oltre a quella del grande tenore catalano in fase conclusiva. Presenti in prima fila anche la vedova di Di Stefano, Monica Curth, la figlia e la nuora.

PRESS
ilsitodimassacarrara.it

PHOTOS
multimedia.quotidiano.net

VIDEO
Torna a Surriento


Già nel pomeriggio era tutto un fervere di preparativi, e si respirava un'atmosfera speciale, emozionata e rilassata allo stesso tempo, nella stessa piazza che Giuseppe Di Stefano portava nel cuore, nella quale portò a cantare anche Josep Carreras nel lontano 1985.

22/07/2012

"Il Video della Settimana": A short fragment of Josep Carreras' comeback recital in Barcelona that took place 24 years ago yesterday

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Questa settimana, dopo il grande successo del concerto in Libano, abbiamo avuto altre due ricorrenze molto speciali: la prima, nel giorno 20, il compleanno di Júlia, adorata figlia di Josep Carreras, cui rivolgo i miei migliori auguri con tutto il cuore; la seconda, il 24esimo anniversario di quel recital di cui tutti abbiamo sentito parlare, quello che ha segnato il grande ritorno di Josep Carreras dinanzi al pubblico della sua amatissima città, presso l'Arco di Trionfo, dopo la sua battaglia contro la leucemia. Era il 21 luglio del 1988.



Si tratta di un evento che è stato ampiamente affrontato nel blog fin dai primissimi tempi e in varie forme. Tuttavia è un vero peccato che le immagini video in circolazione siano davvero poche, e davvero invidio chi è in possesso del filmato intero di questo recital che emotivamente non ha eguali. Invidio ancora di più chi, e so che tra voi che leggete qualcuno c'è, l'ha vissuto in prima persona. Su questo però avrei potuto fare ben poco, visto che all'epoca mancavano ancora due mesi alla mia nascita.

20/07/2012

Josep Carreras shone with his voice on the Roman Amphitheatre in Zouk Mikael, Lebanon

Josep Carreras passa dal garantire un inizio spettacolare al D-Marin Festival di Turgutreis a chiudere in maniera indimenticabile quello di Zouk Mikael, nella suggestiva location dell'Anfiteatro Romano, a pochi chilometri da Beirut, in Libano.
Al suo fianco si è esibito anche il soprano Monica Yunus, e l'Orchestra Filarmonica Libanese è stata guidata magistralmente dal Maestro David Giménez.

Come annunciava già nella conferenza stampa a Beirut di pochi giorni fa, Carreras era molto felice di essere in Libano, una terra straordinaria di cui conosce bene le tradizioni culturali e musicali nello specifico. Non era inoltre preoccupato per la situazione instabile che mina il paese: "Se voi siete qui, non vedo perché non possa starci anche io", ha sostenuto il tenore, mostrandosi profondamente solidale nei confronti del popolo libanese.