27/08/2012

Salzburg Festival: Josep Carreras will be signing after his recital at the Haus für Mozart

In occasione del recital che Josep Carreras, accompagnato al piano dal Maestro Lorenzo Bavaj, offrirà per il Festival di Salisburgo presso la Haus für Mozart questo giovedì 30 Agosto alle ore 19:00, è previsto che il tenore firmi autografi per il suo pubblico presso il Foyer della Haus für Mozart a recital concluso.

On occasion of the recital Josep Carreras, together with his pianist Maestro Lorenzo Bavaj, will offer as  part of the Salzburg Festival at the Haus für Mozart on Thursday, August 30, 7pm, Josep Carreras will be signing for the audience in the Foyer of the Haus für Mozart after his performance.

26/08/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras sings Dicitencello Vuje (Salzburg Festival, 1989)

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Una domenica di fuoco per essere ancora di relativa vacanza: quest'oggi, infatti, seppur in due televisioni differenti, si celebra la figura di Josep Carreras. Questa mattina presso il canale ORF2 della Televisione Austriaca è stato trasmesso un reportage "José Carreras - Mein Leben mit Musik", in occasione della sua performance presso il Festival di Salisburgo con il recital di giovedì prossimo, programma ritrasmesso da ORF III nel pomeriggio, per un'ora piacevolissima densa di ricordi di sue performance del passato in Austria, vecchie interviste, fino alla più recente dello scorso ottobre, in occasione dello splendido concerto tenutosi alla Konzerthaus di Vienna. Ringrazio Eva per queste informazioni, dato che pare proprio che la trasmissione non sarà disponibile online, quindi non avrò il piacere di vederla.
Poco prima della mezzanotte, invece, Josep Carreras sarà nuovamente protagonista attraverso la ritrasmissione di un delizioso documentario dal titolo "Josep Carreras a escena: 50 anys del seu debut al Liceu", girato in occasione del recital con cui celebrò nello stesso il teatro il cinquantesimo anniversario della sua primissima esibizione all'età di 11 anni. Chi di voi lo aveva già visto 4 anni fa, ricorderà come sia lo stesso Josep a raccontare molti tra i momenti più pregnanti della sua straordinaria relazione con l'Opera di Barcellona, supportato dall'intervento di alcuni colleghi, direttori d'orchestra come David Giménez e Zubin Mehta. Potrete vedere questo documentario in catalano sul Canal 33 della Televisió de Catalunya, alle ore 23:55. Anche online: tv3.cat

25/08/2012

Josep Carreras in an interview for Bild am Sonntag: "I will sing for 3, maybe 4 years more"

In questo agosto di vacanze, spero per la maggior parte di voi, vi vorrei commentare questa intervista che Josep Carreras ha rilasciato alla rubrica settimanale Bild am Sonntag del quotidiano tedesco Bild, pubblicata la scorsa Domenica 12 Agosto. I contenuti sono molto interessanti e spaziano su temi molto differenti tra loro, dall'aspetto professionale, quindi pubblico, fino a quello più intimo del privato. 

bild.de (1)
bild.de (2)

Dopo averne dipinto il ritratto, insistendo sul contrasto tra l'apparente fragilità del volto e dei capelli imbiancati e la potenza della sua voce e della rassicurante stretta di mano, l'articolo riporta la conversazione avuta con il tenore catalano che si è mostrato molto felice di condividere i suoi piani futuri, tra cui spicca quello della nuova opera che sta nascendo dalla penna del compositore viennese Christian Kolonovits, ambientata nel periodo della Guerra Civile Spagnola. Carreras prevede di portarla anche di fronte al pubblico tedesco, grande intenditore in fatto di musica tanto quanto è ricca la storia della musica in Germania.

19/08/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras canta al Festival Castell de Peralada (13.08.1988)

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Per combattere il caldo che patisce chi come me abita in un paese mediterraneo, caldo che non trascura nemmeno le località di villeggiatura tra mare e montagna, oggi vi invito a ricordare un'evento estivo di gran prestigio, emotivamente ancora più speciale proprio per le circostanze: era l'estate del 1988 e Josep Carreras si preparava per una delle sue primissime riapparizioni in pubblico in seguito al suo ritorno a casa da vincitore dopo aver lottato contro la leucemia per quasi un anno; si tratta del suo recital per il rinomato Festival Castell de Peralada, uno di quelli che colora l'estate catalana con emozioni scaturite da musica e cultura. Era il 13 Agosto, e sono passati 24 anni da allora.



12/08/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras and Sarah Brightman sing Amigos para siempre (Friends for life) for the Olympic closing ceremony of Barcelona 1992

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Visto che abbiamo già celebrato i nuovi Giochi Olimpici di Londra 2012 ricordando quella che era stata buona parte della cerimonia di apertura di Barcelona 1992, ora che sono volti al termine non posso proprio fare a meno di riproporvi il momento clou della cerimonia di chiusura di Barcellona, ovvero l'esecuzione di quello che costituisce l'inno vero e proprio delle Olimpiadi del 1992. 

Per chi non conoscesse tutta la storia che c'è dietro, vi consiglio di leggere il capitolo interessato del libro di memorie A viva voz, De viva veu o Aus vollem Herzen. Ad ogni modo, tenterò di fare una sintesi.
Come vi ho già accennato due settimane fa, a Josep Carreras era stato assegnato il ruolo di Direttore Musicale dei Giochi Olimpici, e come tale si era impegnato a fondo anche sul piano organizzativo. Serviva un inno, un brano da ricordare negli anni come simbolo di queste Olimpiadi barcellonesi. Un'idea geniale era quello che ci voleva, e l'autore di questa è stato proprio Carreras con il proposito di rivolgersi a niente meno che Andrew Lloyd Webber, compositore di moltissimi musical di successo.

05/08/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras, Montserrat Caballé and Juan Pons in a fragment of the 2nd act of Tosca

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Cerchiamo di rendere un po' interessante questo mese d'agosto in cui molti, me compresa, si godranno le meritate vacanze. Per questa prima domenica d'agosto vorrei riproporvi un momento operistico di particolare intensità e che risale a più di trent'anni fa. Sono certa che tutti lo conosciate molto bene, soprattutto chi si riscopre sempre particolarmente sensibile di fronte a quell'ampio ventaglio di sentimenti tradotti in musica in maniera sublime dal grande Giacomo Puccini. Se non ricordo male, credo di non aver ancora proposto la Tosca in queste edizioni settimanali. Certo, parlando di Tosca forse vi sareste aspettati qualche altro momento, magari preso in prestito dal primo o ancor di più dal terzo atto. Scegliendo il secondo atto spero di non deludere le vostre aspettative, ma in tal caso vi assicuro che questa sensazione svanirà non appena avrete visto le immagini. Ho un buon motivo che avvalora la mia scelta, qualcosa che per altro vi avevo già accennato nel video precedente: il congedo del grande baritono di Minorca, Juan Pons. Il suo nome è stato unito a quello del nostro Josep in vari momenti, non solo per le cerimonie olimpiche, bensì ad alti momenti d'opera, da Tosca a Sly. Senza contare che anche Juan Pons debuttò al Liceu nel 1970 come membro del Cor del Liceu con la verdiana Aida, opera con cui ha concluso la sua carriera operistica lo scorso lunedì 30 luglio. L'omaggio del Liceu mi ha profondamente commossa, se volete potete guardarvelo qui.

03/08/2012

Press conference in Palma de Mallorca for the first José Carreras International Yacht Race to support the fight against leukaemia

Ieri Josep Carreras si trovava a Palma de Mallorca in occasione della prima regata benefica a favore della sua Fondazione, avviata il 28 luglio: il tenore ha partecipato quest'oggi ad una conferenza stampa e in serata avrebbe reso omaggio ai vincitori durante la cerimonia per le premiazioni.


Carreras è rimasto molto soddisfatto dall'appoggio che ha ricevuto questa iniziativa organizzata da Bavaria Yachts: chiunque volesse poteva prenderne parte apportando una donazione, e tra i partecipanti vi erano anche noti personaggi tra attori e presentatori tedeschi. Considera una magnifica idea l'unione dello sport al lavoro della sua Fondazione che, non ha risentito della crisi in merito alle donazioni ricevute, aumentando addirittura il numero di soci. Solo nelle Baleari si contano 10 soci della Fondazione e 2.500 donatori di midollo osseo.
Attraverso iniziative come questa regata, la sua Fondazione si propone di raccogliere fondi per finanziare la ricerca scientifica, sviluppare progetti affinché la leucemia diventi un giorno una malattia curabile nel 100% dei casi.