25/11/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras canta "En aranjuez con tu amor", el adagio del Concierto de Aranjuez de Joaquín Rodrigo

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

La tipologia del video di questa settimana era già stata prevista da tempo, come ultimamente succede cerco di organizzarmi con un certo anticipo, ma sapevo perfettamente che a suggerirmi il titolo sarebbe stato il programma del grande concerto che Josep Carreras ha cantato a Mendoza giovedì scorso che, come abbiamo già visto, è stato studiato a regola d'arte per un'occasione davvero unica. Un repertorio ispirato alla migliore Zarzuela e a compositori spagnoli di gran rilievo. Ad attirarmi è stato un brano di cui non ho ancora parlato nel dettaglio nel blog, dal titolo En Aranjuez con tu amor. Il Concerto di Aranjuez, opera da cui questo brano è tratto, è un componimento per chitarra e orchestra scritto nel 1939 dal grande compositore spagnolo Joaquín Rodrigo, tra i principali esponenti del panorama musicale spagnolo del dopoguerra. È stato eseguito per la prima volta l'anno successivo nel Palau de la Música Catalana di Barcellona
Si tratta dell'opera musicale spagnola forse più interpretata a livello internazionale: composto di tre movimenti, l'adagio centrale è sicuramente la maggior fonte di ispirazione, dal momento in cui è stato impiegato in diversi film oltre ad essere interpretato da una grande varietà di artisti, da Miles Davis passando per il pop fino a raggiungere diversi cantanti d'opera. 
Joaquín Rodrigo ha definito questo secondo movimento "un dialogo tra la chitarra e gli altri strumenti solisti", ed è caratterizzato da un andamento lento, un'atmosfera molto intima ricreata dalla dolce e riservata melodia della chitarra.

23/11/2012

Josep Carreras regaló a Mendoza un momento histórico para recordar

La grande notte di Mendoza non ha deluso le aspettative: Josep Carreras e Verónica Cangemi hanno offerto alla città natale del soprano il suo grande momento storico attraverso un concerto all'aperto e gratuito presso il Centro Culturale Julio Le Parc di Guaymallén. Insieme a loro, il cherenguista Jaime Torres, David Giménez alle redini dell'Orchestra Filarmonica di Mendoza, il Coro Universitario e il Coro de Cámara de la UNCuyo, José Luis Castiñeira de Dios e il Grupo Anacrusa. Una moltitudine di ben 12.000 persone non ha voluto rinunciare ad assistere al grande evento celebratosi del giorno di Santa Cecilia, patrona della musica.

PRESS AND PHOTOS

Il programma previsto, è risultato complessivamente fuori dall'usuale: i primi applausi sono arrivati con la presentazone della Filarmonica di Mendoza e del Grupo Anacrusa, diretti da David Giménez, sancita dall'esecuzione dell'intermezzo de El Baile de Luis Alonso di Gerónimo Giménez, primo momento di un percorso che ha per oggetto la Zarzuela, che ha subito dopo contato sull'intervento dei due cantanti. Josep Carreras, per prima volta davanti al pubblico di Mendoza, è stato accolto molto calorosamente e ha inaugurato la serata con un brano di Francisco Alonso, ovvero la Canción del Gitano dalla zarzuela La Linda Tapada, e con un classico come En Aranjuez con tu amor, brano tratto dal Concerto de Aranjuez di Joaquín Rodrigo, del quale è ben nota la versione cantata dallo stesso Carreras.
Verónica Cangemi, padrona di casa, ha allietato il suo pubblico con un altro rappresentante del genere della zarzuela come Francisco Barbieri, nello specifico con la Canción de Paloma da El barberillo de Lavapiés.

22/11/2012

Rueda de prensa y entrevistas antes del gran concierto de Josep Carreras en Mendoza

Josep Carreras, dopo essere atterrato a Buenos Aires lo scorso sabato, è stato accolto nella città di Mendoza nel primo pomeriggio di domenica dal Ministro della Cultura della città, Marizul Ibáñez, e successivamente  dal Governatore di Mendoza, Francisco Pérez, presso il Palazzo del Governo in cui si è svolta la conferenza stampa in vista del concerto che il tenore offrirà questa sera presso il Centro Culturale Julio Le Parc di Guaymallén, insieme al soprano Verónica Cangemi. I 12.000 biglietti disponibili erano esauriti nel giro della prima giornata di vendita: ogni biglietto veniva barattato con un cibo non deperibile destinato al Banco di Alimenti. Tutto esaurito in meno di nove ore: un dato concreto dell'entusiasmo generale che ha suscitato questo "momento storico" che vivrà la città di Mendoza.

mdzol.com
diariomas.com.ar
losandes.com.ar

Com'era già emerso durante l'annuncio di questo grande evento, è stato lo stesso soprano, originario di Mendoza, a desiderare la realizzazione dell'evento proprio con Carreras nella sua città natale, unica occasione rimasta in seguito alla cancellazione del medesimo evento a Buenos Aires, in seguito a difficoltà di carattere tecnico.
Carreras e la Cangemi, insieme a Jaime Torres (musicista che partecipò alla prima performance dell'opera di Ramírez negli anni sessanta), David Giménez, José Luis Castiñeira de Dios, Grupo Anacrusa, la Ochestra Filarmonica di Mendoza, il Coro Universitario e il Coro de Cámara de la UNCuyo, interpreteranno la celebre Misa Criolla di Ariel Ramírez, oltre ad un vario repertorio di lusso.

18/11/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras sings "Ella mi fu rapita... Parmi veder le lagrime" and the cabaletta "Possente amor mi chiama" from Rigoletto

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Ancora opera questa domenica, con la quale ritorno al grande Giuseppe Verdi dopo la recente parentesi rossiniana della settimana scorsa: il motivo che mi spinge alla scelta di quest'oggi è un'altra ricorrenza che ci rimanda lontano nel tempo ai primissimi anni settanta. Il 14 Novembre del 1971, Josep Carreras interpretava al Liceu il ruolo del Duca di Mantova per la prima volta, dopo aver appena debuttato in Rigoletto a Tenerife. In quell'occasione, le pagine del quotidiano La Vanguardia riportavano la locandina.


La Vanguardia, edició del 14/11/1971

Il giovanissimo Josep, fresco del debutto professionale nello stesso teatro, era il secondo tenore all'interno di un cast in cui spiccavano i nomi di Carlo Bergonzi e di Cornell MacNeil, per l'opera di inaugurazione della stagione 71/72 del Liceu
Nonostante il debutto ufficiale fosse nel 1971, questo capolavoro verdiano ha accompagnato Carreras fin dalla prima infanzia, in seguito alla determinante visione del film Il Gran Caruso con Mario Lanza.

16/11/2012

25 years ago today Josep Carreras underwent his bone marrow transplant: slowly back to life!!

Ogni anno non ho mai mancato di ricordare una ricorrenza di tanta importanza vitale, in tutti i sensi, tanto meno potrei farlo quando si tratta di un anniversario così rotondo come il 25esimo: 25 anni fa, infatti, il 16 di Novembre del 1987, Josep Carreras si sottoponeva ad un autotrapianto di midollo osseo presso il Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle, in seguito alla terribile diagnosi di leucemia acuta che, nel suo caso, no gli dava una speranza di sopravvivenza superiore al 10%. Era l'unica via possibile per non  poter disporre di un donatore compatibile tra i familiari, nonostante la buon esito non fosse affatto garantito.

L'equipe medica del Fred Hutchinson realizzò il prelievo del midollo da depurare, sotto la guida del suo direttore, Dr. Edward Donnall Thomas, allora futuro Premio Nobel per la Medicina, scomparso recentemente all'età di 92 anni: un processo estremamente doloroso, soprattutto al cessare dell'effetto dell'anestesia epidurale, nell'attesa di quello che era chiamato "day zero", ovvero quello in cui era prevista la re-iniezione del midollo ormai libero da ogni traccia di neoplasia.

11/11/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras sings "Oh come il fosco... Quell'alme pupille" from La Pietra del Paragone by Rossini

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Una settimana piena di ricordi di debutti di ogni genere:  quelli operistici concentrati nella data del 7 Novembre in Adriana Lecouvreur nel 1972 al Liceu di Barcellona e in Fedora vent'anni dopo presso l'Opera di Zurigo, ed altri diversi, ma ugualmente pregni di valore. Mi riferisco al primo recital che Josep Carreras ha cantato nel suo Liceu il 6 Novembre del 1988, il primissimo per l'Opera di Barcellona dopo la sua malattia.



hemeroteca.lavanguardia.com (edició del 7/11/1988 pag.1)
hemeroteca.lavanguardia.com (edició del 7/11/1988 pag 20)

Un recital straordinario, una specie di "terzo debutto" in un teatro che lo ha visto crescere, maturare e diventare una stella dell'opera: accompagnato dal pianista inglese Ronald Schneider, il tenore ha offerto un repertorio particolarmente esteso e vario conciliando grandi compositori quali Scarlatti, Bononcini, Bellini, Rossini, Liszt e Tosti.

04/11/2012

"Il Video della Settimana": Josep Carreras sings Un'Ombra (Warsaw Concerto by Richard Addinsell)

Benvenuti per un nuovo Video della Settimana.

Per questa settimana opterò per l'idea iniziale che avevo avuto, la quale, ammetto, è stata messa a repentaglio da una valida alternativa, se vogliamo ancora più ricca di motivazioni: questa per motivi tecnici e organizzativi verrà rimandata, ma non temete, non tarderà ad arrivare.
Oggi voglio comunque proporvi un brano che mi ha accompagnata durante tutta questa settimana, uno molto particolare che spesso Josep Carreras offre come encore durante i suoi concerti o recital: si tratta di Un'Ombra, una canzone adattata dal Warsaw Concerto ad opera del compositore inglese Richard Addinsell. Questo, originariamente, nasce nel 1941 come un concerto per pianoforte ed è stato destinato al celebre film Dangerous Moonlight.


Josep Carreras ce lo propone come brano di apertura del suo album Pure Passion del 1999, un progetto discografico di grande successo che ha fatto seguito al precedente Passion del 1996.