25/08/2015

Josep Carreras entusiasmó Chihuahua con una fantástica selección de temas de la tradición mexicana e hispana

Lo scorso 23 agosto, Josep Carreras è stato il grande protagonista del concerto di chiusura dell'undicesima edizione del Festival Internacional Chihuahua. Sui social network circolavano le immagini delle code chilometriche di auto dirette all'Estadio Universitario per assistere al grande evento.

21/08/2015

VIDEO: Josep Carreras offers a press conference in Chihuahua on occasion of his concert on Sunday

Dopo tre settimane di pausa meritatissima dopo i grandi concerti di giugno e luglio, in particolar modo dopo il trionfo scaligero, Josep Carreras riprende l'attività con un concerto nella città di Chihuahua in Messico, che si terrà domenica 23 agosto, insieme al soprano Leticia de Altamirano e al Maestro David Giménez. Ieri si è tenuta la conferenza stampa in occasione di questo evento, che chiuderà l'undicesima edizione del festival della città, di cui è disponibile un video di oltre 17 minuti. 

Per riproporvi i contenuti tradotti in maniera un po' diversa, ho pensato di estrarre la maggior parte delle dichiarazioni di Josep Carreras, alcune trattate più nello specifico poiché inerenti a questioni molto interessanti. La conferenza stampa si chiude con l'intervento di David Giménez, che pone l'accento sulla qualità di un programma che sicuramente piacerà al pubblico e sulla fusione degli elementi di tre orchestre diverse. Prima di domenica, due giorni intensi di prove.

01/08/2015

"La Scala in delirio per Carreras", still after 40 years from his debut there with Un Ballo in Maschera

"La Scala went wild for Carreras": on one occasion, an article in the Italian press reported this very title. Last night, July 30, 2015, forty years after his debut at the Teatro alla Scala with a historical representation of Verdi's Un Ballo in Maschera, the situation was the same.

© Blog Josep Carreras
The thunderous ovation and the excited cries of "welcome back" that welcomed the tenor as he first joined the stage were just one proof: even before he started singing, La Scala was making him a thrilling tribute imbued with that kind of affection, gratitude and nostalgia of a glorious past that only one of the brightest stars in the history of opera can deserve in Milan.